38° settimana di gravidanza

https://www.bimbisaniebelli.it/wp-content/uploads/2015/01/9mese-e1422953344475-914x1024.jpg

Cosa succede nel pancione?

  • Le sue misure: il bambino ha raggiunto il peso di circa 3.100 grammi, mentre le sue dimensioni in lunghezza non si sono modificate rispetto alla settimana precedente, quindi 35 centimetri circa dalla testa alle natiche e 47 centimetri circa in totale, cioè fino ai piedini.
  • Come si sviluppa: la vernice caseosa, ossia lo strato di grasso che lo ricopre, tende a staccarsi in parte e a rimanere sospesa nel liquido amniotico. Ormai la gravidanza si definisce “a termine” e il bambino ha completato del tutto il suo sviluppo.
37° settimana di gravidanza 39° settimana di gravidanza
Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.
Pre-eclampsia: perché è così importante prevenirla  e curarla?

Pre-eclampsia: perché è così importante prevenirla e curarla?

16/08/2022 Sintomi gravidanza di Roberta Raviolo

Per curare la pre-eclampsia, è necessario individuarla per tempo. Ma la prevenzione resta l’arma fondamentale per evitare le complicanze di questa malattia. Questo oggi è possibile anche grazie a un modello predittivo messo a punto da esperti italiani  »

Ultimo mese gravidanza: controlli da fare e i consigli da seguire

Ultimo mese gravidanza: controlli da fare e i consigli da seguire

21/06/2022 Nono mese di gravidanza di Paola Risi

Ormai la gravidanza è agli sgoccioli e la mamma deve sottoporsi agli ultimi controlli. Ecco cosa fare nell’ultimo mese di gravidanza  »

Come capire quando andare in ospedale per partorire?

Come capire quando andare in ospedale per partorire?

13/06/2022 40° settimana di gravidanza di Paola Risi

Esistono alcuni segnali inequivocabili che possono aiutare la futura mamma a capire quando il bimbo sta per nascere. Niente panico. Ecco come capire quando è il momento di andare in ospedale per partorire  »