Borsa parto: tutto l’occorrente da acquistare

Maria Teresa Moschillo A cura di Maria Teresa Moschillo Pubblicato il 29/05/2023 Aggiornato il 12/01/2024

La borsa parto per l'ospedale contiene tutto l'occorrente per la mamma e per il neonato. Scopriamo insieme cosa mettere e quando prepararla per essere pronte al ricovero.

Borsa parto: tutto l’occorrente da acquistare

Preparare la borsa parto è un atto d’amore per il bambino in arrivo, ma anche un’abitudine che aiuta le neomamme ad affrontare il grande giorno della nascita con maggiore consapevolezza e tranquillità. Approntare in modo attento e oculato tutto ciò che occorre per il parto e per la cura del neonato nei suoi primissimi istanti di vita è importantissimo, specialmente per chi è alla prima gravidanza.

Cosa portare e quando preparare la borsa parto

Fare una lista per iscritto aiuta a non tralasciare alcun dettaglio e ad assicurarsi un “equipaggiamento” completo. Attenzione, però, a non esagerare. Spesso sorgono incertezze su cosa portare e si commette l’errore di sovraccaricare la valigia o il borsone per il parto. È bene dire che quasi tutti gli ospedali offrono una lista da consultare e che non esiste una borsa da ospedale per il parto standard, perché ogni mamma ha le proprie esigenze, ma con i dovuti accorgimenti è comunque possibile capire cosa serve davvero evitando di riempirla di cose inutili.

Non occorrono tantissime cose, ma bisogna sempre tenere presente che dopo il parto la mamma e il bambino rimangono ricoverati per almeno un paio di giorni (anche qualcuno in più se si è trattato di parto cesareo o se ci sono altre criticità, come ad esempio difficoltà ad avviare l’allattamento al seno). La borsa parto ideale per l’ospedale dovrebbe quindi contenere tutto il necessario per il periodo della degenza, dalle cose utili per affrontare il travaglio e il momento del parto, a ciò che serve per la cura del neonato.

Spesso ci si fa prendere dai dubbi non solo sul contenuto della borsa parto per l’ospedale ma anche sui tempi, ovvero quando prepararla. Non ci sono delle regole rigide in merito alle tempistiche, ma le ostetriche suggeriscono di avere tutto pronto almeno un paio di mesi prima della presunta data della nascita, ovvero intorno al settimo mese di gravidanza. La maggior parte degli ospedali fornisce indicazioni dettagliate circa l’occorrente per il giorno del ricovero e, in alcuni casi, perfino sulle dimensioni della valigia/borsa per l’ospedale: in linea generale, questa deve essere compatta e non troppo ingombrante, così da poter essere riposta agevolmente nell’armadietto.

Elenco borsa parto mamma

Quando si prepara la borsa parto è sempre meglio dividere l’occorrente per la mamma da quello che serve per la cura del neonato. Così facendo l’organizzazione risulterà più funzionale e tutto sarà sempre a portata di mano. Per riuscire nell’intento, è preferibile scegliere una borsa parto piuttosto capiente dotata di diversi scomparti e tasche. Se vi state chiedendo dove comprarla, se ne trovano tantissimi modelli sia nei negozi specializzati in articoli per l’infanzia che online.

borsa-parto-childhome

ChildHome, Mommy Bag. Prezzo: 110,00

E’ importante ricordarsi di inserire come prima cosa nella valigia per l’ospedale i documenti della mamma (carta d’identità, tessera sanitaria e codice fiscale) e tutti gli esami effettuati durante la gravidanza. Cercate di tenere tutti i documenti in ordine cronologico in una cartella apposita così che il medico riesca ad individuare con facilità ogni esame. Ricordate però di lasciare come primi i seguenti:

  • esami del sangue e delle urine
  • tampone vaginale
  • elettrocardiogramma
  • cartella anestesiologica (se serve) 

Mai dimenticare i generi di conforto come acqua e tisane, il caricabatterie del telefono ma anche della buona musica e qualsiasi altra cosa possa essere di aiuto, e magari distrarvi, durante il travaglio e la degenza. Se avete un cuscino per allattamento o che avete usato per dormire più serenamente durante la gravidanza è consigliato portarselo dietro, vi ritornerà utile nei momenti di stanchezza. 

Ecco l’elenco completo delle cose davvero necessarie per la borsa parto mamma, cui seguiranno altri consigli dettagliati:

  • camicie da notte aperte sul davanti 
  • vestaglia
  • mutande a vita alta con elastici morbidi o slip comodi
  • assorbenti post parto
  • beauty case per igiene e cura personale
  • asciugamani
  • accappatoio o telo per la doccia
  • ciabatte
  • reggiseni per l’allattamento
  • calzettoni in cotone o lana
  • fascia o guaina post-parto
  • cambio di vestiti 

Abbigliamento ricovero da inserire nella borsa parto

L’abbigliamento per il ricovero deve essere quanto più possibile comodo. Scegliere una camicia da notte ampia e di un tessuto leggero (l’ideale è il cotone) è altamente consigliato per non avere caldo durante la degenza e sentirsi libere nei movimenti.

camicia-da-notte-bellivalini

Bellivalini, Camicia da notte premaman con funzione allattamento. Prezzo:

I modelli con bottoni sul davanti sono i più adatti perché agevolano il momento del primo attacco al seno del bambino e sono comodi da mettere e togliere. La borsa parto dovrebbe contenerne 3/4, in media una camicia da notte per ogni giorno trascorso in ospedale.

set-camicia-vestaglia-happy-mama

Happy Mama, Set vestaglia e camicia da notte premaman. Prezzo:

Occorrono poi una vestaglia, da indossare al di sopra della camicia da notte per coprirsi e per spostarsi eventualmente all’interno del reparto, e un paio di ciabatte da camera. Possono tornare utili tute o pigiami: l’importante è che la neomamma si senta a proprio agio.

Sia nei negozi specializzati che online si trovano anche pratici set composti da camicia da notte e vestaglia, per chi vuole essere in ordine e ama i look coordinati.

Intimo mamma borsa parto

La scelta dell’intimo giusto riveste un ruolo molto importante al fine di una tranquilla degenza in ospedale. La neomamma ha bisogno di slip comodi, lisci e senza pizzi o merletti che possono favorire irritazioni e infiammazioni. Sono molto pratici gli slip monouso, altamente traspiranti e igienici.

slip-monouso-semme

Semme, Slip Monouso Donna (7 pezzi). Prezzo: 13,20

È preferibile portare in ospedale anche delle canotte elasticizzate e dei reggiseni comodi. Non è necessario che siano specifici per l’allattamento: basta che siano confortevoli e con coppe facili da spostare.

reggiseno-allattamento-playtex

Playtex, Reggiseno Allattamento. Prezzo:

Non ci sono grandi differenze tra la borsa per il parto spontaneo e quella per il parto cesareo. In quest’ultimo caso, però, meglio avere a disposizione un paio di calze antitrombo a compressione graduata da indossare nei giorni successivi al parto per prevenire il rischio di trombosi.

calze-antitrombo-relaxsan

RelaxSan, Antitrombo calze autoreggenti. Prezzo: 22,95€

Kit beauty per la mamma borsa parto

Insieme all’abbigliamento e all’intimo, è bene preparare anche un vero e proprio kit beauty per la mamma da portare in ospedale. Asciugamani e accappatoio (o un telo per la doccia) sono fondamentali, insieme a un nécessaire beauty con tutto l’occorrente per la cura personale e l’igiene.

Concentriamoci sui prodotti più importanti e davvero necessari. Per l’igiene intima, soprattutto in presenza di lacerazioni causate dal parto, è consigliato l’acquisto di un detergente intimo molto delicato che aiuti la guarigione dei tessuti. Tra gli ingredienti migliori si distinguono il timo, la tintura di calendula, l’argilla verde, il pantenolo e l’amido di riso.

detergente-intimo-saugella

Saugella, Protezione Attiva Detergente. Prezzo: 16,50€

Dopo il parto si hanno spesso delle perdite, alle volte anche molto abbondanti. Per fare fronte a questa situazione di emergenza sono di grande aiuto le mutande di rete usa e getta e gli assorbenti post parto. I più comodi sono quelli a mutandina, studiati appositamente per assorbire in fretta ogni tipo di perdita, contrastare i cattivi odori e sostenere con delicatezza l’addome.

 

mutande-assorbenti-lines

Lines, Specialist Maternity 12 Mutande assorbenti. Prezzo: 17,60

Alcuni ospedali consigliano di mettere nella borsa parto dei dispositivi specifici per l’allattamento come il tiralatte e i paracapezzoli. In realtà, non essendo sempre necessari, è meglio acquistarli solo all’occorrenza in un secondo momento.

Il beauty dovrebbe includere anche:

  • spazzolino e dentifricio
  • docciashampoo
  • deodorante
  • crema idratante
  • latte detergente
  • dischetti assorbenti per allattamento
  • salviette usa e getta
  • balsamo labbra
  • elastici per capelli
  • spazzola
  • asciugacapelli da viaggio
  • sacchetto per la biancheria sporca

Elenco prodotti per il bebè in ospedale

Passiamo, adesso, al contenuto della borsa parto per il neonato. Proprio come per l’occorrente da portare per la mamma, non bisogna strafare: 4-5 cambi per il piccolo sono sufficienti. Servono anche alcuni prodotti beauty (che spesso fornisce proprio l’ospedale) e, più in generale, cose utili per il cambio del neonato e per la sua igiene personale.

Qui di seguito l’elenco completo, di cui parleremo nel dettaglio soffermandoci sugli articoli di prima necessità:

  • sapone neutro
  • spazzola
  • salviettine igienizzanti
  • pomata per il cambio pannolino
  • pannolini
  • body oppure completi maglietta-mutandina
  • tutine
  • calzini
  • bavaglini
  • cappellini
  • copertina 
  • mussola

Prodotti beauty e indispensabili bebè

Il primo bagnetto avrà luogo a casa, per cui per l’igiene del neonato in ospedale non occorrono molti prodotti. Servirà sicuramente del sapone neutro, per effettuare delle spugnature con acqua tiepida nei primissimi giorni di vita del bambino. Gli esperti consigliano di scegliere formulazioni senza tensioattivi, quanto più possibile naturali e a base di ingredienti lenitivi e calmanti.

bagnoschiuma-chicco

Chicco, Bagnoschiuma senza lacrime. Prezzo: 9,20€

È bene portare anche 1/2 spugne morbide e, se richiesta dall’ospedale, una piccola bacinella. Tra gli accessori beauty da mettere nella borsa parto c’è, inoltre, la spazzola con setole morbide e naturali per non tirare i capelli del neonato e tenerli in ordine.

Durante la degenza capiterà di dover cambiare il piccolo diverse volte, per cui è bene riservare nella borsa parto uno spazio dedicato a tutto l’occorrente, dalle creme ai pannolini. La migliore pomata per cambio pannolino è quella che contiene ingredienti lenitivi come ossido di zinco, calendula, aloe e pantenolo, utili a calmare eventuali irritazioni ma anche a idratare e nutrire la pelle così da prevenire la fastidiosa dermatite da pannolino. Sceglietene una non troppo pastosa ma dalla texture abbastanza morbida, così da riuscire a spalmarla facilmente.

crema-cambio-pannolino-aveeno

Aveeno Baby, Crema barriera baby per pelle sensibile. Prezzo: 8,76€

Le salviette igienizzanti sono valide alleate delle mamme durante il cambio pannolino e, in generale, per la cura del bebè. Queste devono essere specifiche per la pelle del neonato, molto imbevute e soffici per non creare irritazioni. Meglio acquistare salviette senza profumo, adatte anche alle pelli più sensibili e delicate. Per risparmiare e averne una bella scorta, puntate sui formati convenienza multipack.

 

salviette-igienizzanti-huggies

Huggies, Everyday Salviette Umidificate per bambini (10 confezioni da 56). Prezzo: 13,90€

Lo stesso dicasi per i pannolini. Molti ospedali li forniscono ma è comunque buona abitudine portare almeno 1 pacco di pannolini per neonati da casa. Sceglieteli della categoria Newborn nella taglia 1, consigliata per i bambini dai 2 ai 5 kg.

pannolini-pampers

Pampers, Progressi Newborn 168 Pannolini. Prezzo: 51,00€

Se avete dubbi su cosa acquistare, in commercio si trovano anche pratici set firmati dalle migliori marche contenenti tutto il necessario per il cambio del neonato e la sua igiene. Un kit di questo tipo è l’ideale sia per gli spostamenti che per l’ospedale, perché racchiude le minitaglie di tanti prodotti diversi. La neomamma ha così la possibilità di provare più referenze e di riacquistare, in un secondo momento, quelle che ha preferito.

 

set-igiene-neonato-mustela

Mustela, Borsa Zaino. Prezzo: 37,98

Abbigliamento e intimo bebè

L’obiettivo, quando si prepara la borsa parto per il neonato, è avere a portata di mano i vari cambi. Un’idea furba è prepararli e suddividerli in sacchetti in tessuto o in plastica così da riuscire a trovarli facilmente. Gli ospedali suggeriscono di scrivere il nome del bambino per agevolare l’operazione del cambio, soprattutto se a occuparsene sarà il personale infermieristico del nido.

buste-trasparenti-yumcute

YumCute, 20 pezzi Buste trasparenti valigia parto. Prezzo: 13,99

Concentriamoci per prima cosa sull’abbigliamento. Le tutine sono molto pratiche per vestire i neonati nei loro primi giorni in ospedale. Devono essere comode e preferibilmente realizzate in fibre naturali così da non irritare la pelle del bambino. Tra i tessuti più adatti ci sono il cotone, il lino, la canapa e la seta per i mesi primaverili ed estivi. Per l’autunno e per l’inverno, invece, la scelta di norma ricade sul caldo cotone o sulla lana.

 

tutine-kiddiezoom

Kiddiezoom, Pagliaccetto per bambini (confezione da 3). Prezzo:

Passando all’intimo per il bebè, sono comodissimi i body. Molte mamme li preferiscono ai completi composti da maglietta e mutandina perché avvolgono per bene la schiena e il pancino del neonato senza sollevarsi, aiutando anche a sostenere il pannolino.

body-simple-joy-carter

Simple Joys by Carter’s, Body con bottoni a pressione laterali maniche corte unisex. Prezzo:

Le classiche babbucce occorrono solo se il parto avviene in pieno inverno, mentre nel resto dell’anno è possibile coprire al bisogno i piedini del neonato con dei calzini leggeri ipoallergenici e preferibilmente in cotone.

 

calzini-artigianali-petti

Petti Artigiani Italiani, Calzino neonato in filo di Scozia 100% Made in Italy. Prezzo: 19,90€

Per tenere al caldo e al riparo la testolina, invece, assicuratevi di avere in borsa parto uno o più cappellini. Sceglieteli in cotone biologico o in fibre tessili naturali come il bambù: il cappellino non deve stringere la testa del bambino ma avvolgerla delicatamente.

cappellini-neonato-kiddycare

KiddyCare, Cappellini neonato. Prezzo: 10,95

Non si contano i bavaglini che servono quando nasce un bebè! Sono utilissimi sin dai primi giorni di vita del piccolo, per cui è bene averne un giusto quantitativo a disposizione (almeno uno per ogni giorno di ricovero). Per l’ospedale ne occorrono di piccoli, specifici per neonati, dal buon potere assorbente ma non troppo ingombranti. Quelli con strappo sono i più pratici da utilizzare.

 

bavaglini-lassig

LÄSSIG, Set bavaglini per neonati (3 pezzi) con velcro. Prezzo: 9,95

Infine, anche se gli ospedali mettono spesso a disposizione della biancheria, è bene mettere nella borsa parto una copertina di cotone o di lana, a seconda della stagione. Questa verrà sistemata nella culletta, avvolgerà il piccolo quando lo terrete in braccio durante la degenza e vi accompagnerà anche nel rientro a casa.

 

copertina-sweety-fox

Sweety Fox, Copertina neonato. Prezzo: 29,99

*** In questo articolo sono presenti link di affiliazione: se acquisti o ordini un prodotto tramite questi link, riceveremo una commissione. Offerte e prezzi dei prodotti potrebbero subire variazione in base alla disponibilità, anche dopo la pubblicazione degli articoli ***

 

 
 
 

In breve

La borsa parto racchiude tutto l’occorrente che serve alla donna incinta che deve accingersi a partorire. Si prepara solitamente intorno al settimo mese di gravidanza e si tiene a portata di mano o eventualmente si porta sempre con sè, per ogni emergenza. 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HCG

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Camera gestazionale piccola dopo la PMA

04/03/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Anche in una gravidanza avviata grazie a un percorso di procreazione medicalmente assistita è possibile che avvenga qualcosa che rallenta lo sviluppo dell'embrione, ma non è detto che quando accade tutto sia perduto.   »

Mal di gola che ritorna dopo la cura con antibiotico

28/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

A fronte di un mal di gola che si ripresenta dopo quattro giorni dal termine della cura con antibiotico è opportuno fare un tampone per escludere la responsabilità dello streptococco.   »

Aborto spontaneo: l’espulsione potrebbe non avvenire naturalmente?

26/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Dopo un mese da un'interruzione spontanea della gravidanza, se l'utero non si è ripulito spontaneamente, è prassi intervenire con il raschiamento. A volte, in alternativa, è possibile anche impiegare i farmaci.  »

Fai la tua domanda agli specialisti