Metodi della nonna per sapere se si è incinta: quali sono validi?

Silvia Finazzi A cura di Silvia Finazzi Pubblicato il 14/10/2022 Aggiornato il 14/10/2022

I metodi della nonna per sapere se si è incinta spesso possono essere totalmente fallaci, ma andiamo a vedere in dettaglio a cosa affidarsi realmente

scopri se sei incincita con i metodi della nonna

Come scoprire se si aspetta un bambino? I metodi più affidabili restano il test di gravidanza, gli esami del sangue con misurazione della beta hCG (un ormone prodotto dall’organismo femminile durante la gestazione) e l’ecografia, che però nelle prime settimane potrebbe non riuscire a visualizzare l’embrione. Tuttavia, esistono altre vie, sicuramente meno scientifiche e sicure, ma comunque curiose. Ecco, in particolare, quali sono i metodi della nonna per sapere se si è incinta.

Quali metodi della nonna adottare per sapere se si è incinta?

Esistono diversi metodi della nonna per sapere se si è incinta. Fra i più diffusi c’è sicuramente quello dell’osservazione del proprio corpo. Secondo le credenze popolari, se si notano sintomi come tensione e dolore al seno, piccoli crampi addominali, stanchezza insolita, sensibilità ad alcuni odori, nausea, piccole perdite vaginali è probabile che la cicogna sia in volo. In effetti, prestare attenzione ai segnali fisici rientra fra i metodi validi per scoprire se si aspetta un bebè, perché spesso nelle prime settimane di gravidanza compaiono proprio queste “spie”.

Quali sono i metodi fai da te per sapere se si è incinta?

Fra i metodi della nonna per sapere se si è incinta ci sono anche i test di gravidanza fai da te, come quello con l’aceto. Il procedimento è molto semplice: basta mescolare dell’aceto – meglio se bianco – con l’urina, senza accorgimenti particolari sulle quantità. Secondo la tradizione, se la soluzione cambia colore e se compare della schiuma è probabile che la donna aspetti effettivamente un bambino. Secondo alcune credenze popolari abbastanza diffuse, per fare questo test si può utilizzare anche l’olio di oliva: in questo caso, il risultato va considerato positivo se le gocce di urina si uniscono all’olio. Se, invece, restano separate il risultato sarebbe negativo. Fra i test di gravidanza fai da te c’è anche quello con lo zucchero e quello con il sale. In entrambi i casi, bisogna mettere due cucchiaini dell’alimento in un contenitore aggiungendo qualche goccia di urina. Se zucchero e sale si sciolgono a contatto con l’urina, la donna non sarebbe incinta. Al contrario, se si aggregano e si compattano è probabile che si sia instaurata una gravidanza.

Un altro metodo è rappresentato dal calcolo dei giorni. Bisogna contare cioè i giorni di ritardo delle mestruazioni: se il ciclo mestruale () non arriva e magari compaiono uno o più dei segnali descritti sopra è lecito illudersi. Quali metodi evitare invece? Tutti quelli che potrebbero essere potenzialmente pericolosi: quelli che abbiamo presentato, per quanto non affidabili e non scientifici, non espongono comunque a rischi.

 

 

 
 
 

In sintesi

Come capire se sei incinta dalla pipì?

Esistono diversi test di gravidanza fai da te da fare con la pipì per scoprire se si è incinta.

Come capire fin da subito se si è incinta?

Esistono diversi segnali che possono segnalare una gravidanza, come stanchezza anomala, seno gonfio e dolente, particolare sensibilità agli odori, nausea.

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti