Sintomi di gravidanza: i cambiamenti del primo trimestre

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/01/2012 Aggiornato il 23/01/2012

Quali sono i primi sintomi di gravidanza nei primi mesi, dal ritardo mestruale al seno ingrossato fino a quando si vede la pancia

Sintomi di gravidanza: i cambiamenti del primo trimestre

Il corpo inizia a modificarsi fin dal concepimento. Per questo i sintomi di gravidanza diventano visibili anche molto precocemente. Ecco che cosa succede al corpo nel primo trimestre.

Ritardo mestruale

Tra i sintomi di gravidanza è il più importante. Per essere certe che il ritardo non dipenda da altre cause, si può acquistare un test di gravidanza in farmacia o al supermercato: in pochi minuti fornisce un risultato che può essere definito attendibile. 

Seno ingrossato

Tra i primi sintomi di gravidanza c’è anche il seno ingrossato. A causa degli ormoni della gravidanza, fin dal primo mese il seno appare teso e pieno e dal secondo mese comincia a ingrossarsi e ad aumentare di volume. La cute e i capezzoli diventano più sensibili mentre le areole si allargano e si scuriscono. Alcune donne possono cominciare a notare sul seno delle linee azzurre, segno che il reticolo venoso si espande per trasportare un maggior volume di sangue.

Utero ingrossato

L’utero piano piano aumenta di volume e comincia a crescere verso l’alto dell’addome. Attraverso la palpazione lo si può avvertire nella parte bassa del ventre. Questo fa sì che fin dai primi mesi la pancia, in genere, si arrotondi e può diventare visibile. L’utero si ingrossa più velocemente dal secondo figlio in avanti.

Volume del sangue aumentato

È certo il meno evidente tra tutti i sintomi di gravidanza ma uno dei più importanti: il cuore aumenta il numero di battiti al minuto e inizia a pompare più sangue. Questo accade perché aumenta il letto vascolare, cioè la quantità di vasi sanguigni per permettere un’adeguata irrorazione di sangue alla placenta e al bimbo nel pancione. 

In breve

Come scoprire se si è incinta?

L’interruzione del ciclo mesturale, il seno ingrossato, l’ utero ingrossato, il volume del sangue aumentato. Sono tutti sintomi di gravidanza. Per avere conferma di essere incinta si può fare il test da casa acquistandolo in farmacia o nei supermercati.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HC

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutti figli maschi: casualità o genetica?

24/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Paolo Gasparini

Ogni fecondazione costituisce una storia a sé e ogni volta si hanno le stesse probabilità di concepire un maschio o una bambina. È, dunque, sempre il caso a "tirare i dadi".  »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti