Stress e fumo in gravidanza possono creare dipendenza nel figlio

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 25/03/2014 Aggiornato il 25/03/2014

Un recente studio dimostra che se in gravidanza la futura mamma è esposta a fumo e stress, il figlio ha un rischio maggiore di diventare dipendente

Stress e fumo in gravidanza possono creare dipendenza nel figlio

Praticamente tutte le donne sanno che fumo e stress sono nemici della salute, a maggiore ragione in gravidanza. Infatti, possono compromettere il buon esito della gestazione e causare una serie di conseguenze negative sulla salute del feto. Ma che possano addirittura scatenare una dipendenza dalla nicotina nei figli è una novità. Lo rivela uno studio condotto da un gruppo di ricercatori americani, del Centers for Behavioral and Preventive Medicine presso il Miriam Hospital di Providence, pubblicato sulla rivista Biological Psychiatry.

La ricerca è durata 40 anni

Lo studio, che è durato 40 anni, ha riguardato un gruppo molto numeroso di mamme. Tutte sono state invitate a rispondere a dei questionari sullo stile di vita seguito in gravidanza, in particolare sull’abitudine o meno al fumo e sui ritmi lavorativi e sociali. Inoltre, gli autori hanno monitorato le condizioni di salute dei figli per molti anni. Lo scopo era capire se l’esposizione a stress e fumo in gravidanza potesse avere ripercussioni sullo stato di salute futura.

Più a rischio le femmine

Dall’analisi dei risultati è emerso che i figli nati da donne che durante la gravidanza fumavano ed erano sottoposte a stress avevano un rischio maggiore di essere dipendenti dalla nicotina nella vita. Le probabilità erano maggiori nelle figlie femmine rispetto ai maschi. In realtà, non si tratta di risultati del tutto sorprendenti. Infatti, già precedenti ricerche avevano suggerito una dipendenza dal fumo nei bambini nati da madri che consumavano sigarette durante i nove mesi.

Attenzione allo stile di vita nei 9 mesi

Gli studiosi hanno concluso che c’è un’associazione, specie nelle femmine, fra un’elevata esposizione allo stress e al fumo durante la gravidanza e un aumento dei tassi di dipendenza da nicotina da adulti. Anche per queste ragioni, è essenziale che le mamme stiano attente allo stile di vita seguito nei nove mesi. 

In breve

CONSIGLI UTILI

Durante la gravidanza è essenziale che le future mamme rinuncino al fumo o, perlomeno, riducano il numero delle sigarette consumate. Inoltre, devono cercare di combattere lo stress, ritagliandosi dei momenti tutti per sé. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola le settimane di gravidanza

Calcola la data presunta del parto

Calcola il peso del feto

Calcola la lunghezza del feto

Scegli il nome del tuo bambino

Controlla i valori Beta HCG

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Piccolissima che non gradisce il cambio del latte

17/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Il sapore e la consistenza di un nuovo tipo di latte possono non essere accettati subito di buon grado dal neonato ed è per questo che è consigliabile che il cambiamento avvenga con gradualità, iniziando con una sola poppata.   »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Fai la tua domanda agli specialisti