Il calendario dei pollini per le allergie respiratorie

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 19/01/2015 Aggiornato il 27/01/2015

A seconda di dove si trova il bambino e a che cosa è allergico, cambiano i mesi più a rischio di allergia

Pollini: un sito per sapere in anticipo dove si trovano

Da gennaio a marzo: nelle regioni meridionali e insulari si riscontra la presenza dei pollini di Parietaria, nelle altre regioni si ha la presenza quasi esclusiva dei pollini di cipresso, ontano, nocciolo, betulla e carpino.

Da aprile a giugno: è la stagione di fioritura delle Graminacee, ai cui pollini spetta il ruolo di principale causa di pollinosi in Italia, essendo presenti su quasi tutto il territorio nazionale nel secondo trimestre dell’anno. Nello stesso periodo, mentre prosegue la presenza dei pollini di Parietaria, in alcune zone sono presenti anche i pollini di ulivo.

Da luglio a settembre: in alcune regioni si riscontra la presenza dei pollini di ambrosia.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gravidanza e vaccino contro difterite-tetano-pertosse: il richiamo va fatto ogni volta?

06/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il richiamo del vaccino trivalente DTP è raccomandato a ogni nuova gravidanza per garantire al nascituro un "bagaglio immunitario" in grado di proteggerlo da difterite, tetano, pertosse fino a quando non verrà sottoposto lui stesso alla vaccinazione.  »

Sono davvero a rischio di diabete gestazionale?

01/12/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Quando si inizia la gravidanza in una condizione di obesità e, in più, si aumenta di peso rapidamente già a partire dal primo trimestre il rischio di sviluppare il temibile diabete gestazionale diventa alto, soprattutto se l'esame della curva da carico di glucosio evidenzia un'iperproduzione di insulina....  »

Donna Rh negativo: anche dopo un aborto si sviluppano anticorpi contro il sangue Rh positivo?

30/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Esiste un esame che permette di appurare se la donna ha sviluppato anticorpi contro il fattore Rh positivo: si chiama Test di Coombs indiretto e si esegue come un normale prelievo di sangue.  »

Pap test in gravidanza: conviene farlo?

28/11/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Posto che è il ginecologo curante a dover decidere l'intervallo di tempo tra un pap test e l'altro, in base al risultato ottenuto l'ultima volta che è stato effettuato, in generale non occorre farlo in gravidanza, se sono passati meno di tre anni dall'ultimo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti