Pollini: un sito per sapere in anticipo dove si trovano

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/03/2013 Aggiornato il 13/03/2013

Un sito ufficiale utile a chi soffre di allergie: indica per tutti i pollini, suddivisi per pianta, la concentrazione nelle varie aree italiane settimana per settimana

Pollini: un sito per sapere in anticipo dove si trovano

Una delle regole per chi soffre di allergia è quella di conoscere in anticipo dove e quando ci sarà il picco di diffusione dei pollini. Ecco che arriva in aiuto di tutti gli allergici ai pollini un sito che dà informazioni ufficiali sulla loro diffusione. È www.meteopolline.it, gestito dall’Associazione Italiana di Aerobiologia (AIA).

Previsioni settimanali

Il sito offre a tutti gli allergici che lo desiderano un servizio settimanale di previsione delle concentrazioni dei pollini suddivisi per tipologia di pianta e per area geografica. In questo modo è possibile monitorare l’andamento dei pollini e provvedere per tempo alle difese.

Su misura

Il servizio è fruibile da marzo a ottobre on line sul sito o, per chi lo vuole, anche tramite sms o email. Basterà compilare un format online per essere sempre informati in base all’area geografica e alla famiglia di piante di interesse.

In più informazioni sulle allergie

Il sito offre poi tante notizie sull’allergia e su come affrontarla in modo corretto e un test per valutare se è il caso di approfondire una possibile allergia con il medico e il farmacista. 

In breve

OCCHI ROSSI? PUÒ ESSERE ALLERGIA

I primi sintomi della congiuntivite allergica causata dai pollini sono proprio occhi rossi, fastidio, lacrimazione e prurito. Se il tuo bimbo li ha sempre arrossati, falli vedere dal pediatra per verificare se si tratta di allergia.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimba di due anni che al nido non mangia nulla

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Può capitare che un bambino si rifiuti di mangiare al nido. Ma è solo questione di tempo: a mano a mano che impara ad accettare di buon grado il distacco, perché comprende che la mamma torna sempre, tutto si risolve.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti