Pollini: un sito per sapere in anticipo dove si trovano

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/03/2013 Aggiornato il 13/03/2013

Un sito ufficiale utile a chi soffre di allergie: indica per tutti i pollini, suddivisi per pianta, la concentrazione nelle varie aree italiane settimana per settimana

Pollini: un sito per sapere in anticipo dove si trovano

Una delle regole per chi soffre di allergia è quella di conoscere in anticipo dove e quando ci sarà il picco di diffusione dei pollini. Ecco che arriva in aiuto di tutti gli allergici ai pollini un sito che dà informazioni ufficiali sulla loro diffusione. È www.meteopolline.it, gestito dall’Associazione Italiana di Aerobiologia (AIA).

Previsioni settimanali

Il sito offre a tutti gli allergici che lo desiderano un servizio settimanale di previsione delle concentrazioni dei pollini suddivisi per tipologia di pianta e per area geografica. In questo modo è possibile monitorare l’andamento dei pollini e provvedere per tempo alle difese.

Su misura

Il servizio è fruibile da marzo a ottobre on line sul sito o, per chi lo vuole, anche tramite sms o email. Basterà compilare un format online per essere sempre informati in base all’area geografica e alla famiglia di piante di interesse.

In più informazioni sulle allergie

Il sito offre poi tante notizie sull’allergia e su come affrontarla in modo corretto e un test per valutare se è il caso di approfondire una possibile allergia con il medico e il farmacista. 

In breve

OCCHI ROSSI? PUÒ ESSERE ALLERGIA

I primi sintomi della congiuntivite allergica causata dai pollini sono proprio occhi rossi, fastidio, lacrimazione e prurito. Se il tuo bimbo li ha sempre arrossati, falli vedere dal pediatra per verificare se si tratta di allergia.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti