Breast Unit attiva le video-visite gratuite per il tumore al seno

Metella Ronconi A cura di Metella Ronconi Pubblicato il 29/06/2020 Aggiornato il 29/06/2020

Il servizio è offerto dalla Breast Unit dell’ospedale Fatebenefratelli-Isola Tiberina: video-visite gratuite per evitare che le donne trascurino la prevenzione del tumore al seno in questo difficile momento

Breast Unit attiva le video-visite gratuite per il tumore al seno

La Breast Unit del Fatebenefratelli Isola Tiberina di Roma  ha realizzato recentemente un servizio di video visite senologiche, gratuito per le donne con sospetto tumore al seno. Il servizio è dedicato a coloro che manifestano sintomi dubbi e improvvisi e, su consiglio del medico di medicina generale, sentono la necessità di confrontarsi con un centro ad alta specializzazione.

Un ambiente protetto

Il Fatebenefratelli – Isola Tiberina è stato sempre un centro non-Covid, pertanto ha potuto continuare a essere operativo a 360 gradi anche durante il periodo di emergenza pandemia, per la diagnostica e la cura del tumore alla mammella, assicurando la presa in carico della paziente in un ambiente di assistenza accogliente e protetto. Inoltre, la possibilità di un controllo postoperatorio con il chirurgo plastico consente di verificare che tutto proceda nel verso giusto subito dopo l’intervento senza doversi recare in ospedale, a meno che non se ne rilevi un effettivo bisogno, riducendo così i disagi legati agli spostamenti.

Le cure a casa del paziente

Patrizia Frittelli, direttrice della Breast Unit, ha sottolineato come sia importante assicurare una continuità di rapporto fra i medici e le pazienti, ricominciando a mettere al centro la fiducia fra le persone e gli spazi ospedalieri, reali o virtuali che siano. La video-visita consente di interagire in modo efficace: non solo si parla a un volto, elemento imprescindibile della relazione di fiducia medico-paziente, specialmente quando in gioco ci sono emozioni e preoccupazioni forti, ma permette anche di valutare eventuali segnali patologici rilevabili appunto con un’analisi visiva.

La criticità del periodo dell’emergenza Covid è stata così trasformata in un’opportunità di introduzione e consolidamento di pratiche di connected care, su cui l’ospedale è impegnato da tempo, per essere più vicini alle persone portando letteralmente “a casa” alcuni servizi importanti e rendendo così la prevenzione e la cura più veloci e più accessibili per tutti.

 

 
 
 

Da sapere!

Nel caso in cui, dalla visita online, dovessero emergere reali necessità di approfondimento, le pazienti verranno subito prese in carico dall’Unità e inserite nel consueto percorso multidisciplinare diagnostico e di cura. È possibile prenotare la video-visite direttamente dal sito web dell’ospedale o tramite Cup.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perché il bimbo in utero non si vede ancora?

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se l'ovulazione avviene più tardi rispetto all'ipotesi può accadere che l'embrione non sia visibile ecograficamente nell'epoca della gravidanza in cui generalmente lo è già.   »

SOS crisi di pianto inconsolabile

23/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Una volta appurato che il lattante piange per via delle "coliche dei tre mesi", non resta che attendere pazientemente che le crisi a poco a poco diminuiscano fino a sparire. Nella ceretzza che le sue urla disperate sono espressione di forza e di salute.   »

Peso: quale aumento a quattro mesi di vita?

19/11/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

L'aumento di peso ha un andamento influenzato da alcune variabili, tuttavia intorno al quinto mese di vita dovrebbe essere doppio rispetto a quello presentato alla nascita.   »

Fai la tua domanda agli specialisti