Diabete 1 e 2 sempre più diffusi nei bambini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 10/04/2014 Aggiornato il 10/04/2014

I casi di diabete sono in crescita nei bambini. Se per quello di tipo 1 non si può fare nulla, per contrastare l’altro sono utili dieta e sport

Diabete 1 e 2 sempre più diffusi nei bambini

Esistono due forme di diabete. Quello di tipo 1, il meno comune, è di origine autoimmune ed è causato da fattori genetici e ambientali. Quello di tipo 2 invece è associato (nelle persone predisposte) allo stile di vita, favorito dal sovrappeso e dalla scarsa attività fisica. Gli studi segnalano che per entrambe le forme di diabete stiamo assistendo a un preoccupante aumento tra i bambini. Secondo dati dell’Istituto superiore di sanità, nei piccoli tra zero e 4 anni, il diabete di tipo 1 cresce con un ritmo del 3% circa l’anno.

Colpiti di più i maschi

È stato rilevato che, tra il 2005 e 2010, in Italia, il tasso di incidenza è stato di 13,4 casi per 100mila, più elevato tra i maschi (14,1) rispetto alle femmine (12,7). Il trend è in aumento anche nel mondo (con elevate differenze tra zona e zona), probabilmente a causa di cambiamenti ambientali che aumentano la suscettibilità genetica nei soggetti predisposti. Anche nel caso del diabete di tipo 2 si sta assistendo a una vera e propria epidemia. Colpa, questa volta, del sovrappeso sempre più diffuso nella popolazione infantile e della sedentarietà dilagante. Secondo  l’ultimo Rapporto “Okkio alla salute”, il 22,2% dei bambini italiani è in sovrappeso, mentre il 10,6% è obeso. 

Meno dolci ai bambini

Occorre modificare le abitudini alimentari, in primis l’elevato utilizzo di zucchero: 9 bambini su 10, già prima dell’anno di età, ne consumano troppo, come dimostra lo studio Nutrintake, condotto dall’Università degli studi di Milano. I pediatri ricordano di non aggiungere zucchero agli alimenti dei bambini per accentuarne il sapore, di non proporre dolciumi e leccornie come premi o ricompense e di leggere bene le etichette quando si acquistano i cibi. 

Più sport

L’attività fisica migliora, poi, la sensibilità all’insulina, come dimostrato in giovani con diabete di tipo 2. Secondo l’American academy of pediatrics, i bambini dovrebbero fare almeno 30-60 minuti di attività fisica al giorno.  

In breve

PIU’ COLPITO IL SUD

La distribuzione geografica del diabete di tipo 1 non è eterogenea: la malattia è più diffusa al Sud e la regione con il più elevato numero di casi è la Sardegna.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Feto che cresce poco: può avere anomalie?

19/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è possibile stabilire se il feto abbia malformazioni o sia interessato da un'alterazione cromosomica semplicemente basandosi sul fatto che la sua crescita è al 3° percentile. Oggi si dispone di indagini di screening che possono dare informazioni sulla sua salute, ma se si decide di non effettuarle...  »

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti