Influenza: più pericolosa se si ha il diabete

Luciana Pellegrino A cura di Luciana Pellegrino Pubblicato il 19/12/2018 Aggiornato il 19/12/2018

Sono circa 3 milioni e mezzo le persone diabetiche ma solo 3 su 10 si vaccinano contro il virus influenzale. E i pericoli legati all’influenza crescono

Influenza: più pericolosa se si ha il diabete

Alcuni recenti studi hanno rivelato che l’ influenza nei pazienti con diabete di tipo 1 e 2 triplica il rischio ricovero, fino a quadruplicare il pericolo di finire in terapia intensiva che, a causa di complicanze serie, può portare anche alla morte. Per questo tra le nuove Linee guida standard per curare il diabete mellito, stilate dalle società scientifiche Sid e Amd, è stata inserita la vaccinazione antiinfluenzale.

Quando il vaccino è gratuito

Non tutti sanno che in Italia il ministero della Salute offre gratuitamente il vaccino antiinfluenzale alle persone over 65 e ai soggetti a rischio, quindi anche alle persone colpite da diabete.

Relazione pericolosa

Esiste, infatti, un legame tra diabete e influenza che mette seriamente in pericolo i diabetici che, però, non percepiscono tale rischio. Gli esperti hanno evidenziato il ruolo dell’influenza nel causare morbosità e mortalità nelle persone diabetiche a qualsiasi età.

Solo 3 su 10 diabetici si vaccinano

Sono circa 3 milioni e mezzo gli italiani che soffrono di diabete, di cui il 6-8% sono bambini. Di questi però solo 3 su 10 si vaccinano contro il virus dell’influenza. La mancata adesione sarebbe causata anche dalla scarsa informazione, poiché non tutti sanno che i vaccini sono gratuiti, e dalle polemiche sulle vaccinazioni.

 

 

 

Lo sapevi che?

I principali fattori di rischio del diabete sono: obesità, ipertensione, inattività fisica, trigliceridi e colesterolo. Tra i sintomi rientrano soprattutto: stanchezza, bisogno di urinare spesso, sete, lenta guarigione delle ferite, perdita di peso improvvisa e vista offuscata.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti