A Milano un nuovo centro per le malattie dei bambini

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 23/11/2016 Aggiornato il 23/11/2016

All’ospedale Sacco di Milano è attivo un nuovo centro per la ricerca a 360 gradi di molte malattie dei bambini

A Milano un nuovo centro per le malattie dei bambini

Diventare un polo di riferimento per la diagnosi, il trattamento e la prevenzione di tutte le principali malattie dei bambini: è questo il principale obiettivo che si pone il nuovo centro per la ricerca pediatrica, operativo nei nuovi spazi dei laboratori dell’Ospedale Universitario Luigi Sacco di Milano.

Un punto di riferimento

Sul territorio italiano non mancano ospedali pediatrici di eccellenza. Tuttavia, l’assistenza ai bambini rimane ancora un punto debole del nostro Servizio sanitario pubblico. È anche per ovviare a questa situazione che si è deciso di creare un nuovo centro all’avanguardia per le malattie dei bambini, che possa diventare una sorta di guida a livello internazionale. “Il Centro, che sarà a disposizione anche delle altre realtà pediatriche italiane, consentirà a Milano di raggiungere, anche per le cure pediatriche, livelli di eccellenza internazionali” ha confermato Gian Vincenzo Zuccotti, coordinatore scientifico del nuovo Centro di ricerca.

Tante eccellenze

Innanzitutto, dotazioni tecnologiche di ultima generazione, come un raffinatissimo microscopio elettronico, che consente di raccogliere informazioni preziose su virus e batteri e sulle modalità di azione dei farmaci sui singoli microrganismi. Ma anche personale di grandissima e comprovata esperienza, come il professor Paolo Fiorina che, dopo anni di lavoro all’estero (ad Harward), è rientrato in Italia per dirigere il gruppo di ricerca sul diabete.

Diabete giovanile e non solo

Per quanto riguarda gli ambiti di interesse, la nuova struttura milanese si occuperà di moltissime criticità moderne: dal diabete di tipo 1 allo studio e controllo delle infezioni scatenate da batteri resistenti alle terapie, fino alla medicina rigenerativa per la riparazione di organi e tessuti danneggiati.

 

 

 
 
 

In breve

UNA SEZIONE ANCHE PER IL TRATTAMENTO DELL’AUTISMO

Il nuovo Centro per la ricerca in pediatria intende offrire un’assistenza innovativa e personalizzata per tutte le principali malattie dei bambini, anche quelle più delicate e gravi, come l’autismo e la sclerosi laterale amiotrofica.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Escursione a 1650 metri: si può portare un bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un bimbo di tre anni può avere problemi di adattamento se viene portato ad altitudini superiori ai 2500-3000 metri.  »

Il Sars-CoV-2 può rendere sterile il mio bambino?

13/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Che l'infezione causata dal nuovo coronavirus possa provocare infertilità maschile è solo un'ipotesi non dimostrata.   »

A due anni perché non parla ancora?

12/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

Fino ai tre anni di età, una volta esclusi deficit di qualsiasi natura, si può ipotizzare la non grave condizione di "parlatore tardivo"  »

Fai la tua domanda agli specialisti