Sesso e infezioni: in Italia più a rischio i giovani

Stefania Lupi A cura di Stefania Lupi Pubblicato il 13/03/2018 Aggiornato il 07/08/2018

In aumento Hiv/Aids, Papilloma virus, epatiti virali, sifilide, uretriti, chlamydia, gonorrea, herpes genitale. Una campagna di sensibilizzazione aiuta a conoscere e prevenire le principali malattie sessualmente trasmesse

Sesso e infezioni: in Italia più a rischio i giovani

Fare sesso significa anche rischiare di contrarre un’infezione sessualmente trasmissibile. E il binomio sesso e infezioni è sempre più diffuso. Specie tra i giovani. A dirlo sono le cifre. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, nel mondo ogni giorno un milione di persone contraggono un’infezione sessuale.

È allarme nel nostro Paese

In Italia, in particolare, la fascia d’età più che corre più rischi con sesso e infezioni è quella dei giovani tra i 15 e i 24 anni, peraltro molto spesso  all’oscuro delle modalità di prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse, dei comportamenti che possono causarle e delle possibili terapie.  È necessaria, dunque, un’inversione di rotta e per farlo è sceso in campo il ministero della Salute con la campagna di Comunicazione ‘IST, conoscerle per prevenirle’, cui ha collaborato anche Fnomceo, la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri.

Una campagna in tre fasi

Per raggiungere il maggior numero possibile di persone, la campagna è stata pensata in tre fasi. La prima prevede la diffusione di pieghevoli e locandine negli studi dei pediatri, dei medici di medicina generale, nelle farmacie, presso Le sedi degli Ordini dei medici e delle ostetriche.  Un piccolo vademecum, di facile lettura, illustra le sette malattie sessualmente trasmesse più diffuse (hiv/aids, papilloma virus, epatiti virali, sifilide, uretriti e cerviciti da Chlamydia, gonorrea, herpes genitale), e per ciascuna spiega modalità di contagio, possibili sintomi, strumenti di prevenzione, diagnosi e terapia. La seconda fase si attua attraverso una app scaricabile gratuitamente (Apple Store e Google Store), mentre la terza prevede la diffusione di spot sui principali canali televisivi. Per ulteriori informazioni, è stato comunque attivato il numero verde Aids/Ist dell’Istituto superiore di sanità : 800.861.061.

 

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

Il profilattico è lo strumento più efficace per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, ma molti uomini  non lo usano.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ansia e attacchi di panico in gravidanza e lo psichiatra (incomprensibilmente) sospende i farmaci

12/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è comprensibile la ragione per la quale una donna che soffre di un disturbo ansioso con attacchi di panico dovrebbe sospendere i farmaci per il solo fatto di essere incinta, tanto più che medicinali che controllano i sintomi e sono compatibili con la gravidanza ci sono.  »

A riposo assoluto da un mese per via di uno “scollamento”

08/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elsa Viora

Il riposo assoluto in gravidanza è inutile e potrebbe essere dannoso, anche in caso di scollamento amnio-coriale. Molto meglio condurre una vita normale, evitando ovviamente gli strapazzi.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti