Sesso e infezioni: in Italia più a rischio i giovani

Stefania Lupi Pubblicato il Aggiornato il 07/08/2018

In aumento Hiv/Aids, Papilloma virus, epatiti virali, sifilide, uretriti, chlamydia, gonorrea, herpes genitale. Una campagna di sensibilizzazione aiuta a conoscere e prevenire le principali malattie sessualmente trasmesse

Fare sesso significa anche rischiare di contrarre un’infezione sessualmente trasmissibile. E il binomio sesso e infezioni è sempre più diffuso. Specie tra i giovani. A dirlo sono le cifre. Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità, nel mondo ogni giorno un milione di persone contraggono un’infezione sessuale.

È allarme nel nostro Paese

In Italia, in particolare, la fascia d’età più che corre più rischi con sesso e infezioni è quella dei giovani tra i 15 e i 24 anni, peraltro molto spesso  all’oscuro delle modalità di prevenzione delle malattie sessualmente trasmesse, dei comportamenti che possono causarle e delle possibili terapie.  È necessaria, dunque, un’inversione di rotta e per farlo è sceso in campo il ministero della Salute con la campagna di Comunicazione ‘IST, conoscerle per prevenirle’, cui ha collaborato anche Fnomceo, la Federazione nazionale degli ordini dei medici chirurghi e odontoiatri.

Una campagna in tre fasi

Per raggiungere il maggior numero possibile di persone, la campagna è stata pensata in tre fasi. La prima prevede la diffusione di pieghevoli e locandine negli studi dei pediatri, dei medici di medicina generale, nelle farmacie, presso Le sedi degli Ordini dei medici e delle ostetriche.  Un piccolo vademecum, di facile lettura, illustra le sette malattie sessualmente trasmesse più diffuse (hiv/aids, papilloma virus, epatiti virali, sifilide, uretriti e cerviciti da Chlamydia, gonorrea, herpes genitale), e per ciascuna spiega modalità di contagio, possibili sintomi, strumenti di prevenzione, diagnosi e terapia. La seconda fase si attua attraverso una app scaricabile gratuitamente (Apple Store e Google Store), mentre la terza prevede la diffusione di spot sui principali canali televisivi. Per ulteriori informazioni, è stato comunque attivato il numero verde Aids/Ist dell’Istituto superiore di sanità : 800.861.061.

 

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

Il profilattico è lo strumento più efficace per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili, ma molti uomini  non lo usano.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Cosa mangiare in allattamento?

In allattamento si può continuare a mangiare tutto quello che si assumeva in gravidanza, compresi cipolle, cavoli, e spezie piccanti. L'unica restrizione riguarda l'alcol, come nei mesi dell'attesa: non bisogna assumerlo neanche occasionalmente.   »

Bimbo che non vuole stare a pancia in su e rischio di SIDS

Almeno fino ai sei mesi di vita è importante cercare di indurre il bambino a mantenere la posizione supina durante il sonno. E se si gira sempre? Si può provare un trucco ...  »

Gemellina e addio al pannolino

Può accadere che un bambino non faccia volentieri la pipì nel water perché non si sente sicuro per le più svarite ragioni (che i genitori possono facilmente scoprire).  »

Fai la tua domanda agli specialisti