Ecco il cerotto-vaccino per prevenire il morbillo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 17/06/2015 Aggiornato il 18/11/2019

Il cerotto-vaccino contiene 100 microscopici aghi in un centimetro quadrato. È l’alternativa del futuro per prevenire il morbillo

Ecco il cerotto-vaccino per prevenire il morbillo

Chi ha paura di aghi e siringhe e teme le punture (soprattutto i bambini!), sarà felice di sapere che è stato realizzato un cerotto-vaccino per prevenire il morbillo. Un gruppo di ricercatori del Georgia Institute of Technology e i Centers for Disease Control and Prevention (Cdc) di Atlanta ha creato un cerotto grande un centimetro quadrato che si applica sulla cute con la pressione di un solo pollice.

Come funziona

Una volta posizionato, i 100 microscopici aghi di cui è dotato, fatti di polimero, zucchero e vaccino, si dissolvono nel giro di pochi minuti a contatto con la pelle rilasciando le sostanze vaccinali. Subito dopo il cerotto può essere rimosso e buttato via. Il cerotto-vaccino per prevenire il morbillo è facile da utilizzare ed è stato progettato proprio per essere usato anche da personale con una formazione minima.

Miete ancora molte vittime

È difficile da credere, ma ancora oggi nel mondo muoiono ogni giorno oltre 400 bambini per complicanze legate al morbillo. Molti, infatti, non hanno la possibilità di vaccinarsi contro questa malattia infettiva, che può comportare gravi conseguenze. Grazie a questo cerotto sarà possibile somministrare più rapidamente il vaccino anche ai bambini che vivono in aree molto distanti e isolate della Terra.

I vantaggi del cerotto

Oltre a essere molto pratico da utilizzare, il cerotto-vaccino per prevenire il morbillo ha altri vantaggi: può essere conservato, distribuito e smaltito con maggiore semplicità rispetto ai vaccini convenzionali poiché gli aghi, di dimensioni minuscole, si dissolvono gradualmente nella cute. Senza bisogno di impiegare aghi, siringhe e acqua sterile è, dunque, possibile contenere la diffusione del morbillo. Gli epidemiologi, inoltre, rilevano che il cerotto apporta molti benefici fisici e psichici: innanzitutto è ben accolto da chi soffre di fobia agli aghi, cioè circa il 10% della popolazione, tra cui parecchi bambini, e poi evita il rischio di ferite o di contaminazioni da siringhe. Rispetto ai vaccini usati attualmente, il cerotto è più stabile con il variare delle temperature e occupa meno spazio.

Non costa di più

Il suo costo è paragonabile a quello dei vaccini standard. Dai primi test i ricercatori hanno verificato anche che il dolore provocato dal dispositivo è decisamente inferiore di quello che si registra con le iniezioni. Il cerotto, infatti, procura un dolore pari a 1,5 su una scala di 100, mentre la siringa arriva a 15.

In breve

NON SOLO PER IL MORBILLO

Il cerotto è un sistema ideale per curare anche altre malattie prevenibili con vaccino. Per questo in futuro potrebbe essere utilizzato anche per veicolare i vaccini per la poliomielite, la rosolia e l’influenza.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba che dopo l’addio al pannolino si rifiuta di fare la cacca: che fare?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

Un piccolo rituale da osservare all'occorrenza, qualche accorgimento per rendere il momento confortevole, uniti a tanta pazienza e a un atteggiamento sereno a poco a poco riescono a indurre il bambino a utilizzare il vasino e, più avanti, la tazza del wc.  »

Dopo un aborto spontaneo quanto tempo ci vuole per cominciare un’altra gravidanza?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Augusto Enrico Semprini

Se un primo concepimento è avvenuto in pochi mesi, ci sono altissime probabilità (addirittura il 100%!) di avviare una nuova gravidanza entro sei mesi dall'aborto spontaneo.   »

Non mangiare frutta e verdura durante la gravidanza può essere pericoloso?

15/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se si teme una carenza di vitamina C perché con l'inizio della gravidanza è nata un'avversione verso la frutta e la verdura, si può correre ai ripari assumendo quotidianamente, per esempio, spremute di agrumi o kiwi, che ne sono ricchissimi.   »

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti