Settimana europea delle vaccinazioni, gli esperti rispondono ai dubbi dei genitori

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 26/04/2018 Aggiornato il 20/11/2019

Fino al 29 aprile la Società italiana di neonatologia e la Società italiana di pediatria aprono un filo diretto telefonico sulle vaccinazioni, contro la disinformazione

Settimana europea delle vaccinazioni, gli esperti rispondono ai dubbi dei genitori

Dubbi sulle vaccinazioni? Fino al 29 aprile la Società italiana di neonatologia (Sin) e la Società italiana di pediatria (Sip) partecipano alla Settimana europea delle vaccinazioni promossa dall’Organizzazione Mondiale della Sanità, aprendo un filo diretto telefonico con i genitori per contrastare la disinformazione sull’argomento, all’insegna dello slogan “Prevenire, Proteggere, Immunizzare”.

Info sul web e al telefono

Per rispondere alle richieste di mamma e papà e chiarire i dubbi relativi alle vaccinazioni dei loro figli, pediatri e neonatologi delle due società scientifiche saranno a disposizione in diverse modalità: nel corso della Settimana europea delle vaccinazioni il sito web e la pagina Facebook della Sip saranno dedicati al tema delle vaccinazioni.

L’importanza dei vaccini

Come spiega il presidente Sip, dottor Alberto Villani, “i vaccini sono l’unico vero strumento capace di proteggerci dalle malattie infettive che possono causare morte o danni permanenti. È assurdo che in Europa e in Italia si muoia ancora di morbillo. Nel 2017 in Europa il morbillo ha ucciso 30 persone e ne ha colpite oltre 14 mila, circa il 400% in più rispetto all’anno precedente. Nei primi 2 mesi del 2018 le persone contagiate in Italia sono già oltre 400”.

 
 
 

Da sapere!

“La sicurezza del neonato dipende anche dall’immunizzazione della mamma – spiega Mauro Stronati, presidente della Sin -. In Italia, purtroppo, la percentuale di donne che si vaccinano in vista di una gravidanza è ancora troppo bassa. Secondo l’Istituto Superiore di Sanità una donna su tre non sa se è protetta contro la rosolia e solo il 41% delle donne ha effettuato il vaccino”.

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-CoVid-19: non è vero che ostacola la fertilità. Anzi.

21/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Non ci sono dati che autorizzino a sostenere che la vaccinazione contro l'infezione da Sars-CoV-2 interferisca sulla fertilità.   »

Fontanella anteriore chiusa in una bimba di 4 mesi: è preoccupante?

20/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se l'accrescimento della circonferenza cranica è regolare e se lo sviluppo neuropsicologico è adeguato all'età, la chiusura precoce della fontanella non deve destare alcuna preoccupazione.   »

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti