A dieta per una settimana per perdere gli ultimi chili…

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 06/06/2013 Aggiornato il 06/06/2013

Quando si arriva a un passo dal “peso forma”… sembra che l’ago della bilancia non scenda più. Eppure basta mettersi a dieta (quella giusta però!) per una settimana…

A dieta per una settimana per perdere gli ultimi chili…

Dopo l’allattamento, molte mamme iniziano a seguire un regime alimentare ipocalorico che permetta loro di recuperare il peso forma. Il problema è gli ultimi chili sono sempre i più duri da perdere. Difficile pensare che basterebbe mettersi a dieta per una settimana…
Il punto è che l’andamento del dimagrimento è un’iperbole: un calo più rapido al principio e poi, a parità di introduzione calorica, sempre più lento fino a che la curva di decremento non raggiunge l’asintoto (cioè nel caso specifico l’arresto della perdita di peso). Arrivati a questo punto è possibile, per raggiungere l’obiettivo desiderato, o aumentare il dispendio energetico (maggiore movimento) o elaborare un regime alimentare “strong”, che consenta di ottenere dei risultati mettendosi a dieta per una settimana.

Apporta solo 1.100 calorie al giorno

Il regime alimentare proposto prevede un apporto giornaliero di circa 1.100 kcal circa ed è stato elaborato variando il più possibile gli alimenti per evitare di rendere la giornata alimentare monotona e difficile da seguire. Si tratta di una dieta che, pur apportando poche calorie, rispetta il giusto equilibrio tra tutti i nutrienti: proteine, lipidi, carboidrati, vitamine e sali minerali. Proprio perché rigida è necessario restare a dieta solo per una settimana. Se osservata scrupolosamente, però, permette di perdere quegli ultimi due chili che non consentono ancora di indossare i vestiti pre-gravidanza.

Per le quantità

un cucchiaino = 5 g, un cucchiaio = 10 g, un vasetto = 125 g, un panino = 40 g, una ciotola = 200 ml, un bicchiere = 150 ml

LUNEDÌ

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato; caffé; un cucchiaino di zucchero; 2 fette biscottate.
Spuntino: uno yogurt magro anche alla frutta.
Pranzo: tonno sott’olio sgocciolato (80 g); insalata condita con un cucchiaino di olio, limone e aceto; un panino integrale; melone (200 g).
Merenda: un ghiacciolo.
Cena: tacchino grigliato all’arancia; asparagi lessati conditi con un cucchiaino di olio e limone; un panino.

MARTEDÌ

Colazione: uno yogurt magro anche alla frutta; cereali da colazione senza frutta secca (20 g); un tè o un caffè con un cucchiaino di zucchero.
Spuntino: un tè freddo.
Pranzo: 4 bastoncini di pesce al forno; insalata verde e pomodori conditi con aceto balsamico e un cucchiaino di olio; un panino; fragole (200 g).
Merenda: una ciotola di macedonia di frutta fresca.
Cena: gamberetti con rucola; fagiolini conditi con un cucchiaino di olio e limone; un panino.

MERCOLEDÌ

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato (150 g), caffè, una fetta di pancarré (20 g) con un cucchiaino di marmellata.
Spuntino: un succo di ananas o di mirtillo.
Pranzo: arrosto di tacchino (70 g); carote lessate e condite con un cucchiaino di olio e limone; un panino; una pesca.
Merenda: un frullato preparato con mezza banana, fragole (100 g), mezzo bicchiere di latte scremato.
Cena: risotto ai fiori di zucca; 2-3 albicocche.

GIOVEDÌ

Colazione: un cappuccino con un cucchiaino di zucchero e un cornetto piccolo.
Spuntino: un centrifugato di carote e mela.
Pranzo: formaggio light (80 g); melanzane grigliate condite con un cucchiaino di olio; un panino; fragole (200 g).
Merenda: un ghiacciolo.
Cena: straccetti e funghi*; un panino.

Straccetti e funghi

Ingredienti: carne magra di bovino (150 g), funghi misti surgelati (150 g), mezzo spicchio d’aglio, un cucchiaino di olio extravergine d’oliva, mezzo bicchiere di vino bianco, un cucchiaio di farina, 2-3 foglie di prezzemolo, un pizzico di sale.
Preparazione: in una padella antiaderente metti l’olio e fai imbiondire l’aglio; aggiungi quindi i funghi ancora surgelati, copri con un coperchio la padella e porta a cottura. Aggiungi la carne tagliata a listarelle, aggiusta di sale e cuoci. A fine cottura sfuma il tutto con il vino e spolvera con la farina fino a ottenere una salsina cremosa. Servi gli straccetti caldi e guarnisci con qualche foglia di prezzemolo.

VENERDÌ

Colazione: una ciotola di macedonia di frutta fresca; uno yogurt magro bianco o alla frutta.
Spuntino: un cappuccino con un cucchiaino di zucchero.
Pranzo: un gelato artigianale anche alla crema con 1-2 cialde.
Merenda: un pacchetto di cracker.
Cena: nasello in gratella con pomodori; finocchi crudi o cotti conditi con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.

SABATO

Colazione: un spremuta d’arancia o di pompelmo; biscotti (20 g).
Spuntino: una mousse magra alla frutta.
Pranzo: un’insalata di pomodori e tonno (80 g sott’olio ben sgocciolato); un panino; una pesca.
Merenda: un bicchiere di tè freddo senza zucchero.
Cena:  3/4 di pizza Margherita; una ciotola di macedonia di frutta fresca.

DOMENICA

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato (150 g); caffè; un cucchiaino di zucchero; due fette biscottate.
Spuntino: una mela.  
Pranzo: mezze penne estive*; cocomero (400 g).
Merenda: un cono piccolo alla frutta senza panna.
Cena: prosciutto crudo (60 g) con 3-4 fettine di melone; un pacchetto di cracker.  

Mezze penne estive

Ingredienti: farfalle (80 g), una zucchina piccola, una fetta di salmone affumicato, 1/4 di scalogno, un pizzico di pepe, un cucchiaino di olio extravergine d’oliva, un cucchiaio di brodo vegetale.
Preparazione: taglia la zucchina a julienne, trita lo scalogno e taglia a cubetti il salmone affumicato. Cuoci la pasta in acqua bollente. Nel frattempo, in una padella metti l’olio, il brodo vegetale, lo scalogno e lascia cuocere a fiamma bassa per qualche minuto. Aggiungi la zucchina e cuoci ancora per 10 minuti circa. Infine, aggiungi il salmone e una spolverata di pepe e mescola bene. Scola la pasta, versala nella padella, fai saltare per quale minuto e servi subito.

In breve

A UN CERTO PUNTO LA BILANCIA SI BLOCCA….

L’andamento del dimagrimento è un’iperbole: all’inizio della dieta il calo è rapido, poi rallenta fino ad arrestarsi. Diventa allora necessario, per perdere gli utili chili, aumentare il dispendio energetico (maggiore movimento) o elaborare un regime alimentare… strong.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di sei mesi che si addormenta solo se cullata

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Intorno ai quattro mesi di vita, tutti i bambini dovrebbero imparare ad addormentarsi da solo: se questo non accade si può ricorrere a un metodo che nella maggior parte dei casi dà buoni risultati.   »

Bimba che sorride a tutti ma non alla mamma

18/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Per ottenere risate e gridolini allegri dal proprio bambino, può essere sufficiente relazionarsi con lui in modo sereno e gioioso.   »

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Fai la tua domanda agli specialisti