Acqua e limone: detox, ma non per i denti

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 05/10/2015 Aggiornato il 05/10/2015

Bere acqua e limone è l’ultima moda dei vip. È un’ottima abitudine disintossicante, ma attenzione allo smalto dei denti, potrebbe risentirne

Acqua e limone: detox, ma non per i denti

Da Gwyneth Paltrow a Jennifer Aniston e Claudia Schiffer. Sono in molte le star che suggeriscono come ricetta semplice ma efficace per purificarsi e restare in forma quella di bere un bicchiere di acqua, meglio se tiepida, appena ci si alza dal letto al mattino a digiuno con l’aggiunta di un limone spremuto. Sin dai tempi antichi acqua e limone vengono considerati insieme un’ottima ricetta detox, utile per eliminare liquidi e tossine accumulate durante la notte, supportare la perdita di peso, assumere un buon quantitativo di vitamina C antiossidante e protettiva e aprire in bellezza la giornata. Ma occorre fare attenzione ai denti.

Rischio di erosione dello smalto

A lanciare l’allarme è stato di recente sul Daily Mail online Damien Walmsley, consulente scientifico della British Dental Association. Secondo il parere dell’esperto, confermato per altro da molti studi, più una bevanda è acida tanto più erode i denti intaccando lo smalto con danni che non sono solo estetici ma anche funzionali, dal momento che un dente poco protetto è più sensibile e maggiormente sottoposto a rischi come quello di cariarsi o rompersi.

Con l’acqua calda ancora più pericoli

Acqua e limone quindi pur confermando la sua meritata fama di bevanda detox ha bisogno di essere assunta con particolare attenzione se non si vuole compromettere l’estetica e la salute dei denti. Sarebbe proprio l’associazione tra il limone e l’acqua calda la più a rischio per lo smalto. Il succo di limone infatti ha un pH compreso tra 2 e 3, quindi molto acido; la temperatura elevata dell’acqua non fa che esacerbare questo effetto esponendo i denti a un elevato rischio di erosione.

Meglio poi sciacquarsi la bocca

La soluzione? Continuare pure ad assumere acqua e limone in funzione detox ma farlo con una certa attenzione, bevendo il liquido tutto in una volta oppure con una cannuccia in modo che non tocchi i denti. Valido poi sempre il consiglio di lavarsi subito dopo i denti o comunque di sciacquare la bocca semplicemente con acqua; poi dopo 15-30 minuti si può procedere con la colazione in modo che la bevanda possa svolgere al meglio il suo effetto depurativo: al termine si può passare alla consueta routine di pulizia con spazzolino, dentifricio e collutorio.

 

 
 
 

In breve

NO AL LIMONE NEL TÈ

Meglio evitare di aggiungere il limone all’acqua che si beve durante il giorno se non si ha la possibilità di lavarsi poi subito dopo i denti. Attenzione infine al succo di limone nel tè, una bevanda che non solo intacca lo smalto perché è resa acida dal limone, ma in più tende a macchiare i denti.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Tutto è ok, ma la gravidanza non si annuncia

21/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Le ragioni per le quali una donna fatica a rimanere incinta sono numerose: l'età matura è una delle principali.   »

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti