Anche i capelli soffrono il freddo

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 10/02/2014 Aggiornato il 10/02/2014

Non è solo la pelle a risentire delle temperature polari. Anche i capelli hanno bisogno di cure extra quando fuori fa freddo

Anche i capelli soffrono il freddo

Anche i capelli, al pari della

pelle, soffrono nel periodo freddo. È stato verificato che a ogni grado di diminuzione della temperatura le ghiandole sebacee che si trovano sul cuoio capelluto riducono del 10% la quantità di sebo prodotta. Senza la protezione di questa sostanza grassa la fibra capillare diventa più fragile nei confronti delle aggressioni esterne che la indeboliscono e la rendono più esposta al rischio di rompersi.

Temono anche l’aria secca

Il nemico dei capelli in inverno però non è solo il freddo: l’aria secca dei locali riscaldati toglie idratazione alla fibra capillare in tutti i suoi strati favorendone la secchezza e l’opacità. Così come accade in estate, quando è il sole il nemico dei capelli. L’ambiente povero di umidità favorisce inoltre l’accumulo di cariche elettrostatiche che elettrizzano la capigliatura e la rendono indomabile. A tutto questo va aggiunto lo smog che in inverno raggiunge livelli molto alti: le particelle inquinanti si depositano sulla chioma rendendola opaca e privandola di volume. Cappelli, berretti e cappucci calati sulla testa per proteggere dal freddo, finiscono per schiacciare i capelli rovinando in poco tempo la piega e creando un ambiente caldo-umido che stimola la produzione di sebo con il rischio di appesantire e ungere la capigliatura, soprattutto quella che per natura tende al grasso. Attenzione a non usare cappelli sintetici che impediscono la traspirazione; meglio poi togliere spesso il berretto in modo che i capelli possano respirare e sollevare le radici con le dita per dare movimento alla chioma.

Servono cure in più

Con il freddo, quindi, i capelli hanno bisogno di attenzioni particolari. Innanzitutto, vanno evitati gli shampoo aggressivi che impoveriscono ulteriormente la fibra, la inaridiscono e la indeboliscono. Servono detergenti delicati, meglio se arricchiti con sostanze naturali emollienti e nutrienti. Dopo lo shampoo, preziosa è l’azione ammorbidente e addolcente del balsamo che, una volta la settimana, andrebbe sostituito con una maschera, una formulazione particolarmente ricca di principi attivi idratanti e nutrienti capaci di ricostituire le riserve idriche e lipidiche della fibra, di rafforzare la barriera protettiva esterna e di preservare la morbidezza e la vitalità della chioma. Oli nutrienti e sieri sono preziosi per prendersi cura in modo particolare delle punte, la parte più fragile dei capelli. Al momento del lavaggio meglio evitare acqua troppo calda che tende a inaridire; importante poi asciugare molto bene i capelli: l’umidità residua intrappola le particelle inquinanti che sporcano la chioma. 

In breve

PRODOTTI SPECIFICI E DELICATI

In inverno la salute e la bellezza dei capelli sono messe a dura prova dal freddo. Per affrontare i rigori invernali senza che la fibra perda equilibrio è importante dedicare alla chioma cure attente e puntuali con shampoo, balsami, maschere e oli dalla spiccata azione idratante, protettiva e nutriente. 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Ancora podalico in 31ma settimana
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Il bambino può "mettere la testa a posto", ossia assumere la posizione cefalica, anche quando mancano solo poche settimane alla data del parto.   »

Dopo il vaccino niente farmaci per più di un mese?
17/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

L'indicazione di non somministrare alcuna medicina (escluso l'antifebbrile) nelle sei settimane successive alla vaccinazione è scorretta.   »

Gemellino che all’improvviso si comporta male
03/06/2019 Gli Specialisti Rispondono

Dietro ad atteggiamenti che all'improvviso diventano aggressivi e difficili da gestire c'è sempre una rabbia che il bambino deve imparare ad allontanare. Fargliela disegnare può essere d'aiuto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti