Andare al lavoro in autobus aiuta a restare in forma

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 01/10/2014 Aggiornato il 01/10/2014

Meglio lasciare a casa la macchina. Una ricerca inglese ha dimostrato che andare al lavoro in autobus aiuta a restare in forma

Andare al lavoro in autobus aiuta a restare in forma

È un dato ormai certo: fare movimento con regolarità è la chiave per conquistare salute e per non far salire troppo l’ago della bilancia. Spesso, però, riuscire a ritagliare il tempo per lo sport tra i tanti impegni quotidiani è una vera impresa. La soluzione? Sfruttare le occasioni di movimento che si presentano durante la giornata, per esempio, prendere l’autobus per raggiungere il luogo di lavoro il mattino e per rientrare a casa la sera.

La macchina sta meglio in box

Buona idea sarebbe quella di lasciare a casa la macchina: una ricerca inglese ha dimostrato, infatti, che andare al lavoro in autobus aiuta a restare in forma. Ideale sarebbe, a dire il vero, spostarsi a piedi oppure in bicicletta ma, non potendo scegliere queste due soluzioni, funziona anche quella di muoversi con tram, metrò e autobus che costringono comunque a fare scale e tratti di strada a piedi.

Pendolare = magro?

Condotto dalla London School e dall’University College di Londra, lo studio ha dimostrato che modificare le proprie abitudini circa la pendolarità può essere un modo per fare movimento in maniera indiretta e, quindi, per non aumentare di peso. Il punto di partenza della ricerca è stato proprio la costatazione che i tassi di obesità sono più alti nelle zone in cui ci si sposta quasi esclusivamente in auto. Per contro lo studio ha dimostrato che andare al lavoro con i mezzi pubblici aiuta a restare in forma proprio perché consente di muoversi, sia pur in maniera non continuativa.

Controlli su 7.000 lavoratori

I ricercatori hanno monitorato circa sette mila persone delle quali il 76% degli uomini e 42% delle donne usano l’auto per andare al lavoro, il 10% degli uomini e l’11% delle donne si spostano con i mezzi mentre il 17% dei maschi e il 14% delle femmine utilizza la bicicletta. Valutando l’indice di massa corporea e una serie di altri dati che possono influire sul grasso corporeo, i ricercatori sono giunti alla conclusione che chi si sposta regolarmente con l’automobile ha un indice di massa corporea superiore rispetto a chi va a piedi o con i mezzi. Il che tradotto in numeri rappresenta circa 7 chili in meno per chi si muove senza auto, con un picco di 15 in alcuni soggetti, ottima ragione per sostenere che andare al lavoro con i mezzi pubblici aiuta a restare in forma.

Fa bene anche alla salute

Se questo studio poi si è concentrato sul peso, bisogna tener conto che ci sono altre ricerche che mostrano come le persone che non guidano l’auto per andare al lavoro hanno meno probabilità di avere pressione alta e diabete. Davvero una sana abitudine, quindi, che non solo mantiene in linea ma preserva la salute. 

In breve

AL LAVORO IN TRAM? RESTI IN FORMA E RISPARMI

Andare al lavoro con i mezzi pubblici aiuta a restare in forma perché è un modo indiretto di fare movimento. Senza accorgersene si bruciano calorie e l’ago della bilancia non sale. Senza considerare che il biglietto costa meno della benzina…

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Ovaio policistico a 20 anni: in quanto tempo gli integratori fanno effetto?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Nessun preparato compie miracoli: per contrastare la sindrome dell'ovaio policistico che viene messa in relazione con il sovrappeso è necessario prima di tutto modificare il proprio stile di vita, a partire dall'alimentazione.  »

Quali regole per prevenire la toxoplasmosi?

19/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Le regole che consentono di evitare il contagio da parte del Toxoplasma sono semplicissime ed efficaci.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Fai la tua domanda agli specialisti