Basta mezz’ora di movimento per tornare in forma dopo il parto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 18/11/2013 Aggiornato il 18/11/2013

Niente scuse. Addio alle sedute estenuanti in palestra. Per tornare in forma dopo il parto bastano trenta minuti di attività fisica. Tutti i giorni, con regolarità 

Basta mezz’ora di movimento per tornare in forma dopo il parto

 

Per tornare in forma dopo il parto è necessario passare ore e ore in palestra? Assolutamente no. Uno studio danese ha dato risultati incredibili: si perde più peso facendo mezz’ora di attività fisica tutti i giorni piuttosto che impegnandosi in estenuanti sedute di allenamento in palestra, in piscina oppure correndo a lungo nel parco. È una notizia ideale per le neomamme che vogliono tornare in forma dopo il parto ma dicono di non avere tempo. Non ci sono più scuse. Anche se allatti.

Si dimagrisce di più con mezz’ora che con il doppio del tempo

I ricercatori danesi hanno osservato che chi si ritaglia trenta minuti di attività quotidiana registra un calo di peso di circa un terzo superiore rispetto a chi si esercita il doppio del tempo, sempre tutti i giorni. La ragione? Mezz’ora di lavoro muscolare permette di avere ancora l’energia e la motivazione per fare altro movimento utile per tornare presto in forma anche dopo il parto, mentre un allenamento pesante finisce per lasciare semplicemente svuotati e stanchi. E non si ha più voglia nemmeno di uscire a camminare con il passeggino.

Jogging e cyclette

Lo studio promosso dall’Università di Copenaghen ha coinvolto 60 uomini leggermente in sovrappeso ma in buone condizioni di salute, dividendoli in due gruppi e monitorandoli per 13 settimane. Il primo gruppo svolgeva un’attività fisica di circa mezz’ora tutti i giorni distribuita tra jogging e cyclette, mentre il secondo gruppo si allenava allo stesso modo per circa un’ora. A conclusione dello studio i ricercatori hanno verificato che, nonostante si allenassero di meno, i soggetti del primo gruppo erano dimagriti di 3,6 chili contro i 2,7 persi da chi sudava ben di più.

Più energia per fare altre attività

A sorpresa il test ha messo in luce che chi si allena senza troppo sforzo è più propenso a vivere in modo sano: i soggetti del primo gruppo dopo la mezz’ora di allenamento avevano ancora voglia di fare le scale a piedi e portare il cane a spesso mentre i secondi si sprofondavano sul divano senza più desiderio né forza di fare altro. Il tutto tradotto in pratica significa che tornare in forma, magari dopo il parto oppure dopo essere ingrassate per qualsiasi ragione, non è un obiettivo irraggiungibile né per chi ha poco tempo a disposizione né per chi ha una naturale propensione alla pigrizia. 

In breve

NIENTE SCUSE

Interminabili sedute in palestra? Vasche su vasche in piscina? La ricetta per tornare in forma non è questa. Secondo questa recente ricerca danese mezz’ora di attività fisica moderata ogni giorno fa perdere più peso che un allenamento troppo intenso: nel primo caso infatti si ha ancora voglia di muoversi e quindi si continua a bruciare calorie, nel secondo si è così stanchi che si finisce per passare il resto della giornata sul divano. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccinazione in bimba di 5 anni: ci sono pericoli se la mamma è incinta?

04/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Durante la gravidanza non ci sono rischi se si sottopone il primogenito alla vaccinazione contro difterite-tetano-pertosse-poliomielite.  »

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti