Chirurgia estetica: le tendenze per il 2018

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 16/02/2018 Aggiornato il 08/08/2018

Per lui zigomi scolpiti e trapianto di barba. Per lei seno nuovo ma naturale. Ecco le previsioni sugli interventi di medicina e di chirurgia estetica

Chirurgia estetica: le tendenze per il 2018

Quali saranno nel 2018 gli interventi di medicina e di chirurgia estetica più gettonati? Risponde Raffaele Rauso, past president della Federazione italiana medici estetici (Fime) che, sulla base delle richieste arrivate nel 2017, prevede un consolidarsi della tendenza verso trattamenti sempre più soft che correggono, perfezionano e migliorano ma senza stravolgere. Sia le donne sia gli uomini, insomma, vogliono cambiare e valorizzare il proprio aspetto con risultati molto naturali e soprattutto senza lunghe degenze post-operatorie.

Criolipolisi e punture sciogli-grasso

Tra gli interventi di medicina e di chirurgia estetica più ambiti nel 2018 ci saranno di sicuro le punture sciogli-grasso: basta una semplice iniezione per distruggere il grasso in eccesso. Al momento questo trattamento è utilizzato solo per il doppio mento, ma si prevede che presto verrà autorizzato anche per eliminare depositi di grasso in altre parti del corpo. Tra gli interventi di medicina e di chirurgia estetica contro il grasso si prevede un boom per la criolipolisi che utilizza una fonte di forte freddo sulla parte da rimodellare, provocando uno scioglimento dell’adipe che viene poi eliminato naturalmente dal corpo.

Quando si può riciclare

Il grasso può abbondare in alcune parti e scarseggiare in altre: ecco allora che per dare volume agli zigomi, trend emergente in particolare tra gli uomini, si può prelevare il grasso da zone dove è in eccesso – come addome e glutei – e iniettarlo nelle guance. Tra le nuove tendenze maschili c’è anche il trapianto di barba, eseguito con una tecnica simile a quella del trapianto dei capelli: il trapianto colma i vuoti e dona omogeneità alla barba.

Naso e seno sempre in pole position

Da segnalare anche l’affermarsi dei rinofiller, trattamento con cui si può modificare il naso senza bisogno del bisturi ma solo con un’iniezione di sostanze naturali, come l’acido ialuronico, che vanno a riempiere dove serve per creare un profilo più armonioso. Per il seno, punto focale della bellezza femminile, il 2018 vedrà il ritorno delle protesi tonde, mentre per la cellulite prende sempre più piede Celfina, un nuovo intervento a metà tra chirurgia e medicina estetica: si inserisce un ago sottocute per recidere i setti fibrosi che determinano il caratteristico aspetto a materasso della pelle.

 

 
 
 

Lo sapevi che?

Quasi una persona su quattro che si reca dal medico estetico alla fine è insoddisfatto per le aspettative deluse.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

In ansia per quello che non mangerà alla scuola materna

31/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

All'asilo i bambini tendono ad accettare di buon grado pietanze che a casa respingono, per imitare i coetanei. L'ingresso in comunità sotto il profilo dell'alimentazione è spesso provvidenziale.   »

Quarto cesareo a 30 anni: sono proprio tanti i rischi?

26/07/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo espone la donna a vari rischi che è bene valutare attentamente anche con l'aiuto del ginecologo curante.  »

Paura di aver contratto la toxoplasmosi

28/06/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Per sapere se malauguratamente si è state contagiate dal Toxoplasma gondii si può fare il toxo test, a partire da 20 giorni dopo l'ingestione dell'alimento che si teme fosse contaminato.   »

Fai la tua domanda agli specialisti