Con i booster un’iniezione di vitalità per la pelle del viso

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 19/11/2019 Aggiornato il 19/11/2019

Concentrati e ad alta penetrazione, i booster sono una cura urto da regalare al viso più spesso per mantenerlo fresco e giovane in ogni stagione

Con i booster un’iniezione di vitalità per la pelle del viso

Per dare sprint alla bellezza basta aggiungere un booster alla routine di bellezza quotidiana. La parola viene dall’inglese e significa spingere in alto, aumentare ma anche sostenere. Per trasposizione i booster cosmetici sono aiuti preziosi che possono dare una mano alla pelle in ogni momento dell’anno ma soprattutto quando, per situazioni esterne come il clima rigido, oppure per condizioni interne come lo stress e l’affaticamento prolungato, l’equilibrio, il benessere e la bellezza del viso sono messi seriamente in pericolo.

Formule ultraconcentrate

Si tratta di formule che possono dare molto di più alla pelle rispetto ai normali prodotti di cura del viso: grazie all’alta concentrazione di principi attivi offrono, infatti, una sferzata di energia che in pochi giorni riesce a fare ciò che una crema o un siero ottengono in mesi di utilizzo. Una rapida d’azione che è sempre più apprezzata dalle donne che vivono a ritmi accelerati. A tutte le età, infatti, il booster permette di ritrovare in una manciata di giorni quella freschezza che fa subito vedere meglio allo specchio, più serene con la propria immagine e anche con gli altri.

Azione profonda

Merito anche della sua consistenza, liquida e leggera, studiata nello specifico non solo per essere piacevole sulla pelle, ma per penetrare meglio e arrivare in profondità, oltre la barriera cutanea di protezione e lavorare così a tutti i livelli compensando le carenze e ridando equilibrio alla cute. Il suo passaggio è quindi più immediato rispetto a una crema, anche perché in un booster la componente acquosa, che è predominante, viene subito assorbita: persino quando le formule mantengono una parte lipidica,  scelgono grassi affini alla cute che penetrano facilmente lasciando una piacevole sensazione di morbidezza, senza ungere.

Che cosa contengono

Vitamina C e altri potenti antiossidanti come i polifenoli sono gli ingredienti da ricercare nei booster che hanno come obiettivo quello di contrastare gli effetti dannosi dei radicali liberi che tolgono energia e invecchiano la pelle. Sono particolarmente utili in inverno per contrastare l’opacità e la perdita di vitalità dovuta al freddo, allo smog alla lunga permanenza nell’aria secca dei locali riscaldati ma anche in estate per potenziare le difese della cute esposta al sole. I booster a base di acido ialuronico regalano un’idratazione extra per prevenire secchezza e inaridimento, mentre quelli che hanno come ingrediente il collagene aiutano a ricostruire un’archittetura di sostegno più forte e prevenire così i cedimenti.

 

Da sapere!

Fino a dieci volte più concentrati di una crema, i booster si possono usare per quindici-venti giorni come vera e propria cura ricostituente. Ne bastano poche gocce da applicare prima del consueto prodotto di cura oppure da mescolare direttamente con creme e sieri nel palmo della mano per creare un trattamento personalizzato.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo di tre anni che colora fuori dai bordi

23/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

E' normale che a tre anni il bambino non riesca ancora a colorare una sagoma senza uscire dai bordi, quindi insistere affinché lo faccia rappresenta solo un'inutile forzatura.   »

Bimba che vuole solo il papà dopo l’arrivo della sorellina

20/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Dopo la nascita di un fratellino, è positivo che il maggiore crei un legame speciale con il padre e la mamma, anziché sentirsi messa da parte, dovrebbe esserne contenta.   »

L’uso del cellulare è nocivo in gravidanza?

13/01/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Durante la gestazione, è davvero poco probabile, anzi si può quasi escludere, che l'utilizzo del telefonino possa avere ripercussioni negative sul bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti