Cosmetici naturali: pochi ingredienti e più sicurezza per la pelle

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 24/10/2014 Aggiornato il 24/10/2014

I cosmetici naturali contengono pochi ingredienti e per questo offrono più sicurezza alla pelle

Cosmetici naturali: pochi ingredienti e più sicurezza per la pelle

Organici ma anche equosolidali e a impatto zero. In tutto il mondo i cosmetici naturali piacciono sempre di più. Lo confermano i dati dell’agenzia Organic Monitor, secondo la quale il mercato dei cosmetici naturali a base di erbe, fiori e frutti ha segnato a livello mondiale un + 15% nell’ultimo anno.

Un mercato in crescita anche in Italia

In Europa la nazione più verde è la Gran Bretagna con il 5% di cosmetici naturali sul totale dei prodotti venduti. Anche in Italia il trend è forte e le ragioni di tanto successo sono diverse. Tra queste anche il fatto che i cosmetici naturali contengono pochi ingredienti e per questo offrono più sicurezza alla pelle. Per fare uno shampoo green, infatti, bastano sei ingredienti, per una crema dieci. I cosmetici naturali offrono, quindi, un’elevata garanzia di sicurezza perché, tra i pochi ingredienti che utilizzano, escludono il più possibile sostanze potenzialmente responsabili di reazioni irritative e allergiche (che possono comunque comparire dal momento che nessuna sostanza, per quanto naturale, è esente dal rischio di causare allergie nei soggetti predisposti).

Creme, lozioni, detergenti

Anche la loro efficacia è garantita, dal momento che molti prodotti presentano un’elevata concentrazione di attivi fino ad arrivare per alcune formule al 100%, il che significa tagliare su componenti inerti come l’acqua e dannosi come gli eccipienti. Creme, lozioni e detergenti con un’alta percentuale di sostanze vegetali influiscono poi sul benessere generale: con le loro profumazioni naturali producono benefici a livello neurale aiutando attraverso l’olfatto ad allentare tensioni e stress regalando un viso più disteso e un corpo più vitale.

Più rispetto per se stesse e per l’ambiente

Da non dimenticare, infine, il valore aggiunto psicologico: il naturale risponde a un’esigenza di vita più sana, rispettosa dell’ambiente, della natura e degli altri. Scegliere cosmetici verdi significa, quindi, innanzitutto rispetto per la cute: i pochi ingredienti che contengono, di origine vegetale, sono ricchi di sostanze affini alla pelle che ne rispettano l’equilibrio e offrono massime garanzie di sicurezza. Ma la scelta del naturale è anche espressione di una forte sensibilità nei confronti delle tematiche ambientali. Non solo perché i vegetali coltivati senza pesticidi e concimi chimici riducono l’inquinamento di acqua, aria e terra ma anche perché molte case produttrici sposano per principio la causa ecologica. Scelgono forme di energia alternativa e rinnovabile per i loro impianti, riducono al massimo gli sprechi nei processi produttivi oppure compensano le inevitabili emissioni inquinanti impegnandosi in progetti di riforestazione come Impatto Zero di Lifegate. Inoltre riducono gli imballaggi e usano plastica e carta riciclata per salvare alberi e non consumare petrolio.

 

 

In breve

MENO INGREDIENTI = MENO ALLERGIE

I cosmetici naturali hanno la prerogativa di contenere pochi ingredienti e di offrire quindi, oltre all’efficacia, anche più sicurezza alla pelle limitando il rischio di irritazioni e allergie. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino antiinfluenzale in allattamento: si può fare?

26/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La vaccinazione antiinfluenzale non è controindicata per le mamme che allattano al seno.  »

Dubbio sul valore delle beta-hCG

23/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Per capire se la gravidanza sta procedendo, serve l'ecografia, tuttavia non conviene farla prima che il valore dell'ormone beta-hCG sia almeno a 1000.  »

Bimba che fatica ad addormentarsi: le si può dare la melatonina?

06/10/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Francesco Peverini

Dormire è fondamentale per tutti, ma in particolare per i bambini: cercare un rimedio contro un eventuale disturbo del sonno è dunque opportuno.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Fai la tua domanda agli specialisti