Gambe pesanti, così ritrovano leggerezza

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 21/06/2019 Aggiornato il 21/06/2019

Cure e trattamenti per dire addio alle gambe pesanti, problema più frequente in estate e soprattutto durante la gravidanza

Gambe pesanti, così ritrovano leggerezza

Gambe belle vuol dire innanzitutto gambe sane. L’estetica di questa parte, infatti, è strettamente correlata con il suo benessere e curare il secondo porta benefici anche alla prima. La cellulite, infatti, può essere solo l’inizio, poi arrivano anche problemi funzionali alle gambe e confermarlo è Patrizia Gilardino, chirurgo estetico di Milano. Quello che può apparire solamente come un inestetismo, infatti, può diventare un problema più serio e non solo di natura estetica. Tutto questo perché la cellulite si accompagna in genere a un’insufficienza veno-linfatica che porta gambe pesanti e gonfiore delle caviglie.

Vene visibili

La presenza di varici e teleangectasie è una patologia che interessa una donna su tre. Anche in caso di varici e teleangectasie, oltre la visibile dilatazione dei vasi, c’è spesso una sensazione di stanchezza con gonfiore, talora  abbinata a dolore ai polpacci. Trovare rimedi dal punto di vista estetico significa mettere un freno anche ai problemi di carattere funzionale.

La carbossiterapia

I trattamenti di medicina estetica possono essere così aiuti preziosi: le azioni che vanno a migliorare la qualità della cute, riducendo gli inestetismi, agiscono anche in profondità sulla circolazione e permettono quindi di intervenire non solamente sulla parte estetica, ma anche su specifiche problematiche così da dare maggior benessere alle gambe. Contro le gambe pesanti, per esempio, è molto utile la carbossiterapia: l’anidride carbonica, che è alla base di questo trattamento, influisce sulla circolazione sanguigna, aumentandone il flusso, oltre ad aiutare a ridurre i cuscinetti. L’effetto è quindi duplice: è un trattamento che permette di intervenire sulla cellulite, riducendo così l’effetto a buccia d’arancia, ma migliora anche il flusso sanguigno dalle zone periferiche alleviando il fastidio delle gambe pesanti.

Il TriActive

Altra soluzione è rappresentata dal TriActive, una tecnica che si basa su tre azioni: il freddo, il massaggio e il laser. Insieme migliorano l’ossigenazione dei tessuti, restituendo alla pelle elasticità e tono: questo trattamento è assolutamente indolore, richiede qualche seduta in più rispetto alla carbossiterapia, ma si prende cura delle gambe sia sotto il profilo estetico sia funzionale.

La scleroterapia

È indicata in presenza di varici. Si tratta di un trattamento naturale che, senza l’uso di farmaci, ma solo di una soluzione fisiologica ipertonica permette di chiudere i capillari anche su aree piuttosto estese e senza necessità di dover poi indossare le calze elastiche. I trattamenti devono essere effettuati almeno a due settimane di distanza l’uno dall’altro.

 

 

Da sapere!

Il benessere delle gambe si coltiva con piccole azioni quotidiane: bere molto, controllare il peso, seguire una dieta bilanciata e fare dell’attività fisica, ricordando anche di rivolgersi al medico se gonfiore, pesantezza e formicolii sono intensi e persistenti.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Nonna che svaluta i genitori: che fare?

18/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Non si possono tollerare gli atteggiamenti prevaricatori dei nonni (né di altri parenti che si occupano dei bambini): in caso contrario si espongono i figli a vari rischi.   »

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti