In forma dopo il parto con il ballo

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 16/01/2014 Aggiornato il 16/01/2014

Dall’afro alla belly dance. Rimettersi in forma dopo il parto è più facile con il ballo.  E anche più divertente…

In forma dopo il parto con il ballo

Una buona idea per rimettersi presto in forma dopo il parto? Iscriversi a una scuola di ballo. Muoversi a tempo di musica aiuta, infatti, a mettere in moto il corpo con dolcezza, senza esagerare con gli sforzi e con la fatica in un periodo delicato come quello dell’allattamento. Ballando il corpo riprende a poco a poco confidenza con il movimento dopo il periodo di sosta forzata negli ultimi periodi dell’attesa. Muscoli e articolazioni tornano a lavorare e, lezione dopo lezione, si attiva il metabolismo bruciando calorie e limando i cuscinetti rimasti dopo la nascita del bebè.

Quali corsi scegliere

Le proposte sono diverse e si possono scegliere in base ai gusti personali. Ritmi tribali e movimenti a piedi nudi che coinvolgono tutto il corpo sono la caratteristica dell’afro dance, un ballo che aiuta a ritornare in forma dopo il parto ma che è anche un valido aiuto per le neomamme che sentono la necessità di allentare la stanchezza e recuperare energia e piena vitalità.  Per perdere gli ultimi chili che restano sulla pancia e per tonificare la parte è perfetta la danza del ventre, una disciplina rigorosa che richiede un notevole impegno fisico e una buona dose di concentrazione ma ripaga con un corpo più armonioso, flessuoso e sensuale. Alle mamme che hanno voglia di novità sono consigliate le lezioni di Tribal Style Bellydance, una tecnica che parte dalla danza del ventre per aggiungere movimenti tipici del flamenco, dei balli indiani e di quelli africani. Esecuzione di gruppo e improvvisazione sono i tratti distintivi di questa forma di danza che regala un fisico modellato e tonico e in più stimola la creatività, aumenta la sicurezza e la confidenza con il proprio corpo e con gli altri.

Ritmi scatenati per le più dinamiche

Chi vuole rimettersi in forma dopo il parto con un ballo a ritmi scatenati può invece lanciarsi nell’hip hop: in un’ora di lezione si consumano più di 500 calorie a tutto vantaggio della linea. Tempo e voglia di andare a lezione di ballo mancano? Si può rimediare con il “fai da te”. Saper ballare non è richiesto: basta trovare un quarto d’ora ogni giorno, mettere la musica che si preferisce e scatenarsi cercando di mettere in moto il più possibile tutto il corpo, non solo le gambe ma anche le braccia, il tronco, la testa.

 

In breve

A RITMO DI MUSICA

Per tornare velocemente in forma dopo il parto può essere d’aiuto iscriversi a un corso di ballo. E se non si riesce, niente paura: basta farlo a casa, con la propria musica preferita. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacco: si deve stare a riposo assoluto?

11/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Stare a letto non solo non serve a cambiare in meglio il destino di una gravidanza ma può addirittura rivelarsi dannoso in quanto favorisce la formazione di trombi e peggiora notevolmente il tono dell'umore.   »

Salpingografia: a cosa serve?

10/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La salpingografia è l'esame che indaga sulle tube alllo scopo di verificare se siano aperte o no. Allo stesso tempo, grazie al mezzo di contrasto, durante l'indagine eventuali ostruzioni possono essere rimosse.   »

Incompleto accollamento delle decidue: cosa vuol dire?

05/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La decidua è l'endometrio durante la gravidanza, in cui l'embrione si annida. Al di sotto c'è chorion, che è il "guscio" che delimita la camera gestazionale entro cui c'è la membrana amniotica o amnios, che è come un sacchetto che racchiude feto e liquido amniotico. Viene definito "mancato accollamento"...  »

Bimbo di 19 mesi che cambia spesso umore

04/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Paola Rolando

Non è raro che verso i due anni il bambino inizi ad avere momenti di nervosismo, manifesti rabbia o ribellione, sia capriccioso: accogliere le sue emozioni negative, facendolo sentire compreso e protetto è il modo migliore per contenere le crisi e fargli recuperare in fretta serenità e allegria.   »

Si può concepire con un solo ovaio e una sola tuba controlaterale?

23/05/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se una tuba è efficiente è possibile che durante l'ovulazione, anche se a carico dell'ovaio controlaterale, si muova dalla sua sede abituale e si allunghi per captare l'ovocita.  »

Fai la tua domanda agli specialisti