La moda che rimodella

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/11/2013 Aggiornato il 13/11/2013

  Capi performanti in tessuti speciali per un corpo nuovo con minimo sforzo e massimo risultato. È la moda che rimodella. A tempo di record. 

La moda che rimodella

 

I jeans che risollevano e le calze che snelliscono. Vestirsi può anche essere una cura di bellezza. La moda che rimodella è fatta di capi performanti realizzati con tessuti tecnici messi a punto in maniera specifica per contenere, sostenere, sollevare. E sembrare più magre.

I jeans funzionano come una palestra

Pratici e perfetti in tutte le occasioni. Ma i jeans, soprattutto se aderenti, sono impietosi con cosce e glutei generosi. Non è così con i nuovi modelli rimodellanti che contengono senza comprimere e senza ostacolare la circolazione; in più, grazie a una trama particolarmente fitta e a cuciture nei punti strategici, tengono dentro le cosce e tirano su i glutei con un immediato effetto push up. Cellulite? La moda che rimodella propone leggins e jeans in tessuto impregnato di caffeina, escina e vitamina E, principi attivi che durante il giorno lavorano per proteggere il microcircolo, stimolare il drenaggio, favorire la riduzione dei lipidi. I jeans realizzati con una speciale fibra derivata con moderne tecniche bio-ingegneristiche dal latte hanno invece la proprietà di nutrire e idratare anche la pelle più delicata preservandola dal rischio di inaridirsi.

L’intimo è strategico

La moda che rimodella non trascura l’intimo. Una guaina, ad esempio, è l’ancora di salvezza di chi ha forme generose perché contiene e risolleva senza comprimere in modo da non tirare e non lasciare segni. Dedicato a chi vuole ancora qualcosa in più ci sono poi le guainette con cristalli bioattivi che assorbono il calore del corpo e lo restituiscono sotto forma di raggi infrarossi per stimolare la circolazione e attivare il metabolismo cellulare favorendo la riduzione del grasso e della cellulite.

Un collant contro la cellulite

Le calze con una marcia in più? Non c’è che l’imbarazzo della scelta. Caffeina e olio di luffa sono “nascosti” nei collant che aiutano a dimagrire mentre quelli che agiscono contro la cellulite vantano un corpino in tessuto micromassaggiante e un filato a compressione graduata che stimola la circolazione per evitare accumuli di liquidi e tossine. I collant più nuovi sono impregnati con una soluzione a base di DHA, il principio attivo contenuto negli autoabbronzanti: basta indossarli per dieci minuti e le gambe conquistano un colorito luminoso a prova di macchie. La soluzione per chi ha sempre le gambe secche sono invece i collant idratanti: il loro effetto dura sei lavaggi senza che per questo li si debba poi buttare.

In breve

CAPI STRATEGICI

La moda che rimodella è fatta di capi strategici che, grazie a particolari tessuti, sostengono e risollevano senza comprimere assicurando una forma migliore a tempo di record. Da non dimenticare anche i nuovi tessuti impregnati di sostanze idratanti e riducenti, aiuto prezioso per prendersi cura del corpo senza troppa fatica e con ottimi risultati. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Come togliere il seno a un bimbo di 18 mesi (difficile da gestire)?

15/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Banale eppure risolutivo: per smettere di allattare, quando diventa un peso insostenibile, basta non offrire più il seno e passare alla tazza.   »

Bimba di due anni che al nido non mangia nulla

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Può capitare che un bambino si rifiuti di mangiare al nido. Ma è solo questione di tempo: a mano a mano che impara ad accettare di buon grado il distacco, perché comprende che la mamma torna sempre, tutto si risolve.   »

Quarto cesareo: ci saranno problemi?

13/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Un quarto cesareo è sempre un intervento difficile per i medici, perché è possibile che i precedenti abbiano lasciato aderenze tra i tessuti uterini e gli organi circostanti, ma questo non significa che non possa andare comunque tutto per il meglio.  »

Bimbo di 4 mesi con fossette nella piega interglutea: c’è da preoccuparsi?

12/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

E' davvero raro che una piccola anomalia in prossimità dell'ano che vari specialisti hanno considerao priva di significato dal punto di vista medico possa essere la spia di spina bifida.   »

Bimbo con dolore forte al lato sinistro dell’addome

05/09/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Annamaria Staiano

La causa più frequente di un dolore intenso nella parte alta e sinistra dell'addome è quella che i pediatri americani definiscono "stitichezza occulta".  »

Camera gestazionale piccola: c’è da preoccuparsi?

16/08/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se le dimensioni dell'embrione sono giuste per l'epoca, possono non essere significative quelle della camera gestazionale.  »

Fai la tua domanda agli specialisti