Medicina estetica 2023: quali sono i trattamenti estetici più richiesti?

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 15/02/2023 Aggiornato il 15/02/2023

Il nuovo trend della medicina estetica 2023 dice addio ai ritocchi che cambiano i lineamenti e punta alla qualità della pelle, su tutto il corpo. Ecco quali sono i trattamenti più richiesti

Ecco quali sono i trattamenti di meidicna estetica più richiesti nel 2023 secondo gli esperti

La naturalezza del risultato rimane uno degli obiettivi più gettonati in ambito estetico. Ma la medicina estetica 2023 cambia la prospettiva. Soprattutto perché l’attenzione non è puntata più esclusivamente sul viso ma si sposta sul corpo con una ricerca della qualità della pelle che mira a prevenire e contrastare i segni dell’invecchiamento cutaneo, in particolare su gambe, braccia e addome.
«Gli ultimi anni hanno modificato profondamente l’approccio alla medicina estetica: non ci si rivolge esclusivamente per la risoluzione di un puntuale problema estetico, ma si vuole creare un percorso che, in modo meno impattante possibile, possa mantenere una buona qualità della pelle nel tempo», afferma Patrizia Gilardino, medico estetico di Milano.

 Quali sono i trattamenti di  medicina estetica più richiesti nel 2023?

«Oggi chi si rivolge al cosiddetto “ritocchino” non lo fa per cambiare una situazione percepita come problematica, ma lo fa con un approccio di benessere, per curare la qualità della propria pelle. E una pelle sana e ben curata è sinonimo anche di pelle più giovane» spiega l’esperta.

Quali sono i migliori trattamenti estetici per il viso?

I trattamenti preventivi più indicati sono la biorivitalizzazione e le onde d’urto. «Entrambi permettono di agire sul ringiovanimento cellulare, stimolando la produzione di collagene, a partire già dai 30 anni, età in cui normalmente non ci sono delle problematiche evidenti. La biorivitalizzazione si basa sull’utilizzo di acido ialuronico che, attraverso aghi sottilissimi, può arrivare in profondità idratando la cute, migliorandone il tono e l’elasticità. Si inizia con un paio di sedute fatte a distanza di circa un mese l’una dall’altra, per poi pianificare due trattamenti di mantenimento all’anno» precisa Gilardino.

Come funzionano le onde d’urto nella medicina estetica nel 2023?

«Agiscono su tutti gli strati della pelle, stimolando collagene ed elastina, soprattutto per quanti hanno qualche timore nei confronti degli aghi. Richiedono però una periodicità maggiore: circa quattro sedute a distanza di una settimana e un trattamento di mantenimento circa ogni due mesi» commenta l’esperta. Per chi invece inizia il proprio percorso di prevenzione intorno ai 40 anni o oltre, possono essere utili il Venezia Lift e gli ultrasuoni focalizzati. «Il primo è un laser frazionato non ablativo di ultima generazione che permette di agire in profondità e restituire una pelle più luminosa e uniforme. Nei casi dove i segni del tempo sono un po’ più visibili, è indicata la tecnologia Hifu: gli ultrasuoni focalizzati ad alta intensità agiscono ridensificando il derma ottenendo un aumento del tono dei tessuti» conclude Gilardino.

Quali sono i migliori trattamenti per il corpo?

«La piccola ruga d’espressione non desta più allarme. Ma la cellulite e, per quante sono un po’ più avanti con l’età, la lassità cutanea rappresentano situazioni di sempre maggiore interesse», precisa Gilardino. «Per combattere le lassità si può ricorrere alle onde d’urto o al laser frazionato non ablativo, due trattamenti che agiscono in profondità. Le prime sono maggiormente indicate nelle situazioni dove la pelle non è sottile, come ad esempio l’addome e le gambe; dove invece la pelle è più delicata, come l’interno braccia e l’interno coscia, meglio usare il laser. Una seduta di carbossiterapia può predisporre meglio la pelle al trattamento successivo. Nel caso della cellulite, il trattamento principe è proprio la carbossiterapia. Ogni situazione però richiede una valutazione approfondita e un percorso di cura che può prevedere il ricorso a trattamenti combinati: onde d’urto e mesoterapia sono in grado di ridurre il problema, andando a rimodellare anche il tessuto sottocutaneo, anche nei casi di fibrosi».

 

 

 
 
 

In sintesi

Come iniziare a prendersi cura del corpo con la medicina estetica nel 2023?

Sia che si parli di prevenzione, e quindi di qualità della pelle, sia che si voglia agire sul corpo, fondamentale è l’adozione di uno stile di vita sano. «Non va dimenticato che il sole è la prima causa di invecchiamento della pelle: un uso quotidiano di creme protettive è una base di partenza. Così come il fumo: invecchia e segna precocemente la cute. Attività fisica e alimentazione sana sono gli altri due elementi che agiscono sulla qualità della pelle, riducendo anche l’insorgenza di cellulite e lassità».

 

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dopo 4 maschietti arriverà la bambina?

16/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Faustina Lalatta

Non è assolutamente detto che dopo quattro figli maschi il quinto sarà una femminuccia perchè a ogni gravidanza si ripresentano le stesse probabilità di aver concepito un maschio o una bambina.   »

Placenta bassa in 16^ settimana: si può prendere l’aereo?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una sospetta inserzione bassa della placenta va confermata con l’ecografia transvaginale a partire dalla 20^ settimana, quindi circa un mese prima di questa data è prematuro diagnosticarla: proprio per questo un viaggio in aereo si può affrontare senza rischi.   »

Dopo tre cesarei si può partorire naturalmente?

08/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Al travaglio di prova dopo un parto cesareo, noto con l'acronimo TOLAC dall'inglese trial of labour after cesarean, possono essere ammesse solo le mamme che abbiano già affrontato l'intervento solo una, massimo due volte.   »

Manovre effettuate durante l’ecografia: possono causare danno al feto?

04/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giovanni Battista Nardelli

Nessuna delle manovre manuali esterne effettuate dal medico per poter svolgere l'ecografia nel migliore dei modi può esporre il feto a rischi.   »

Bimbo di 4 anni con una tosse che non passa nonostante l’antibiotico

02/04/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

È un'eventualità frequente che i bambini della scuola materna passino più tempo a tossire che il contrario. Posto questo, l’antibiotico andrebbe usato quanto la tosse con catarro persiste per più di un mese senza tendenza alla remissione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti