Meghan Markle: fanno tendenza le sue caviglie sottili

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 30/04/2018 Aggiornato il 04/08/2018

La nuova passione estetica sono le caviglie alla Meghan Markle, la futura sposa del principe Harry d’Inghilterra. Ora tutte le donne le vogliono così

Meghan Markle: fanno tendenza le sue caviglie sottili

Caviglie sottili e sexy. Da sempre uno dei pilastri della bellezza e della sensualità al femminile. Ma sembra che ora, alla vista delle caviglie perfette di Meghan Markle, la bellissima fidanzata e tra poco sposa del principe Harry, molte donne si siano decise ad affidarsi al chirurgo estetico per poter esibire gambe da sfilata come quella della futura principessa di Inghilterra.

L’ultima moda in fatto di ritocchi

Il ritocchino alla caviglia è diventato, infatti, l’ultimo trend estetico per le donne che hanno varcato la soglia dei trent’anni. Le caviglie sottili in poco tempo sono salite quasi in vetta alla classifica dei desideri che le donne cercano di realizzare con l’aiuto del chirurgo estetico. Prima dei trent’anni, invece, l’attenzione è rivolta principalmente al lato B  e alle culotte de cheval.

Gli interventi possibili

Prima di cercare di riprodurre le caviglie sottili di Meghan Markle, però, occorre prestare molta attenzione. Prima di intervenire chirurgicamente si devono fare delle indagini per verificare se l’inestetismo dipende della struttura ossea, da problemi circolatori o dall’accumulo localizzato di grasso. Nel primo caso non è possibile fare nulla; nel secondo servono trattamenti medici e estetici per favorire il fluire del sangue che tende a ristagnare proprio in basso a livello della caviglia: stimolando e drenando liquidi e tossine, tutta la gamba si alleggerisce e anche la caviglia diventa più affusolata. Nel caso, invece, di un deposito di grasso si può intervenire con la liposcultura, un intervento più complicato e sofisticato della normale liposuzione, ma che può offrire risultati eccellenti se eseguito da mani esperte e con perizia. Permette infatti di rimodellare complessivamente la forma della caviglia, con una riduzione importante della circonferenza anche di alcuni centimetri. Rispetto alla tecnica utilizzata per fianchi, addome e glutei, la liposcultura delle caviglie richiede alcuni accorgimenti. Si utilizzano delle cannule molto sottili, in alcuni casi addirittura delle siringhe in un intervento che prevede tempi lunghi e richiede estrema precisione.

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

 L’intervento per assottigliare le caviglie può durare da 1 a 3 ore e il decorso post operatorio è lungo perché le caviglie tendono a sgonfiarsi molto lentamente. Per vedere i risultati, quindi, ci possono volere mesi. Per questo se si vogliono sfoggiare quest’estate caviglie alla Meghan Markle occorre muoversi adesso. 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

L’amore per la mamma è “automatico”?

01/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'amore che un piccolissimo prova per la madre è legato al fatto che è la madre a prendersi principalmente cura di lui.  »

Sull’intervallo tra due vaccini vivi attenuati

22/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

La somministrazione di due vaccini vivi attenuati a una distanza inferiore alle 4 settimane può compromettere l'efficacia del secondo vaccino.  »

Iperattivita e prodotti omeopatici

16/02/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'iperattività (se di iperattività si tratta davvero) è segno di una malattia seria, non si può pensare di affrontarla con il fai-da-te.   »

Fai la tua domanda agli specialisti