Movimento ad alta intensità tiene ferma la bilancia

Alberta Mascherpa
A cura di Alberta Mascherpa
Pubblicato il 05/02/2018 Aggiornato il 08/08/2018

Dopo la dieta serve movimento ad alta intensità per non ingrassare di nuovo. Ecco in che cosa consiste

Movimento ad alta intensità tiene ferma la bilancia

Il grosso dello sforzo è stato fatto e l’ago della bilancia è finalmente sceso. Ma il rischio di riprendere peso dopo una dieta è uno dei più concreti. Il segreto per evitare questo fastidioso inconveniente? Nonesagerare a tavola sicuramente ma anche fare movimento. Ancora una volta la combinazione dieta + attività fisica si rivela vincente non solo per conquistare ma anche per mantenere un fisico armonioso, senza cuscinetti che lo appesantiscono. Ma non un movimento qualsiasi. Occorre fare movimento ad alta intensità come suggerito da uno studio recentemente pubblicato sulla rivista American Journal of Physiology dagli scienziati dell’Università dell’Alabama di Birmingham negli Usa.

Mantiene la massa muscolare

Secondo gli esperti un allenamento caratterizzato da attività moderata intervallata da brevi momenti di esercizio intenso potrebbe permettere di evitare la perdita della massa muscolare e prevenire il rallentamento del metabolismo che al termine della dieta potrebbe portare a recuperare velocemente il peso perso. Uno dei maggiori problemi quando si segue una dieta che limita le calorie, infatti, è la perdita di massa muscolare e un rallentamento del metabolismo dovuto alla necessità dell’organismo di adattarsi a un minor introito di cibo. Così ben l’80% delle persone che perdono peso con la dieta lo riacquista in genere tutto, magari con qualche chilo in più, in un periodo di tempo di quattro-cinque anni.

L’esperimento in laboratorio

Diversi studi hanno dimostrato che l’attività fisica moderata, come  camminare velocemente o ballare, contrasta il rallentamento del metabolismo determinato dalle restrizioni caloriche. Nel corso della nuova indagine i ricercatori americani hanno voluto verificare se l’allenamento caratterizzato da movimento ad alta intensità potesse avere un effetto maggiore. Durante un esperimento condotto sui topi hanno  scoperto così che il movimento ad alta intensità associato a una dieta ipocalorica ha permesso di preservare la massa muscolare degli animali  e ha avuto un effetto maggiore sul modo in cui l’organismo utilizza il glucosio per produrre energia. Tutto questo con un notevole vantaggio sul risultato finale, cioè sulla possibilità di tenere fermo l’ago della bilancia, evitando rischi importanti per la salute come il diabete, l’ipertensione e altre malattie legate al sovrappeso.

 

 

Lo sapevi che?

Seguire un allenamento ad alta intensità per 20 minuti determina la stessa perdita di perdita di peso di 60 minuti di esercizio fisico a intensità moderata.

 

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Fai la tua domanda agli specialisti