Movimento e prodotti specifici per tornare in forma dopo il parto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 05/06/2012 Aggiornato il 05/06/2012

Ogni neomamma si ritrova facilmente con la muscolatura poco tonica e la pelle rilassata. Non serve allarmarsi perché con un po' di impegno si può rimediare in poco tempo. Vediamo come

Movimento e prodotti specifici per tornare in forma dopo il parto

Il fisico si deve riprendere

Non bisogna deprimersi: è un fatto normale e soprattutto risolvibile. Tornare in forma dopo il parto è possibile. Se il fisico della neomamma risulta poco tonico, la causa è nel rilassamento generale dei tessuti del corpo e nell’azione di alcuni ormoni. Tutte situazioni superabili.

A rischio addome e seno

L’addome, in particolare, è tra i punti più a rischio per tornare in forma dopo il parto, perché i muscoli di questa zona perdono tonicità, ma anche i glutei e i fianchi possono apparire “molli” e con cellulite. Per non parlare del seno: tornare in forma dopo il parto e soprattutto dopo l’allattamento, quando è svuotato, può sembrare impossibile. Inoltre, dopo la gravidanza bisogna fare attenzione alle smagliature, che possono segnare la pelle provocando fastidiosi inestetismi. Ma a tutto c’è rimedio.

Pelle e muscoli rilassati

Dopo il parto, tutti i tessuti fanno fatica a ritrovare tonicità. La pelle deve riadattarsi alle nuove forme ma questo processo è necessariamente lento e nel frattempo la pelle risulta “molle”. Anche i muscoli dopo la gravidanza perdono tono ed elasticità sia per effetto di alcuni ormoni (come per esempio il progesterone), che agiscono rilassando la muscolatura di tutto il fisico, sia per un inevitabile stile sedentario della gestante negli ultimi mesi di gravidanza.

I rimedi: fare ginnastica

Il movimento è indispensabile per tonificarsi e rassodarsi. L’ideale è un corso specifico in palestra o in piscina, ma se per tutta una serie di motivi non si riesce, non bisogna farsi prendere dalla pigrizia. Basta anche camminare ogni giorno per un po’ di tempo, magari portando fuori il bimbocon la carrozzina o il passeggino, o fare qualche esercizio in casa di ginnastica mentre il bebè dorme.

I cosmetici più efficaci

I prodotti rassodanti non sono semplici creme idratanti. Sono a base di sostanze naturali selezionate, nutrono la pelle rendendola più compatta e penetrano nei tessuti per migliorarne l’elasticità. In commercio, comunque, esistono diversi prodotti rassodanti per il corpo sotto forma di creme, gel o fiale, che aiutano a ritrovare la silhouette e il tono muscolare. Vanno applicati con costanza, seguendo le indicazioni riportate nella confezione, alcuni prodotti devono essere applicati quotidianamente, altri, invece, solo un paio di volte alla settimana.
Il momento migliore per massaggiare la cute con questi prodotti è dopo il bagno o la doccia, perché i pori della pelle sono più aperti e ricettivi ai principi attivi dei cosmetici. Dopo aver applicato la crema, la cute va massaggiata a lungo, per favorire la microcircolazione (che apporta sangue e ossigeno alla cute) e l’assorbimento delle sostanze del prodotto stesso. 

In breve

Niente paura: è facile ritrovare la linea

Addome e seno sono le parti del corpo che più soffrono degli effetti della gravidanza. Non serve scoraggiarsi però perché, grazie all’ausilio di prodotti specifici, che nutrono la pelle restituendole l’elasticità, tornare in forma è possibile. Servono costanza e impegno nel fare attività fisica e nell’utilizzare ogni sera dopo il bagno i prodotti cosmetici specifici.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Sertralina in gravidanza contro ansia e attacchi di panico: ci sono rischi?

17/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Durante la gravidanza, se necessario si possono assumere psicofarmaci della categoria degli SSRI (inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina) senza esporre il bambino a rischi. Ben peggio sarebbe non impiegarli quando ve ne è bisogno.   »

Bimbo di sette mesi con un “buchetto” sopra il sederino: è preoccupante?

16/05/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Alessia Bertocchini

La presenza di una fossetta sacro-coccigea a fondo cieco, se non è associata ad altri segnali che possano far pensare a un problema della colonna vertebrale, non è significativa.   »

Preoccupata per l’assenza di sintomi “di gravidanza”

19/04/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è così automatico che la gravidanza, una volta iniziata, determini la comparsa di sintomi specifici, quindi l'assenza dei disturbi "tradizionali" (nausea, tensione al seno e così via) non deve essere interpretata come un segnale per forza negativo.  »

Fai la tua domanda agli specialisti