Naso, palpebre e seno: ecco gli interventi più richiesti del 2015

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 19/02/2015 Aggiornato il 19/02/2015

Il ritocco al naso, alle palpebre e l’aumento del seno saranno gli interventi di chirurgia estetica che primeggeranno nel 2015

Naso, palpebre e seno: ecco gli interventi più richiesti del 2015

Il ritocco al naso, quello per rialzare le palpebre e l’aumento del seno. Saranno questi gli interventi più gettonati del 2015 secondo le previsioni della Società italiana di chirurgia plastica ricostruttiva ed estetica (Sicpre) che raggruppa l’80% dei chirurghi plastici italiani. Le anticipazioni sono state fatte alla luce dei dati di traffico del sito www.sicpre.it monitorati nel periodo 1-27 dicembre 2014, tenendo conto del numero di visualizzazioni e dal tempo di permanenza registrato per le varie pagine del portale.

Le previsioni dei chirurghi

In base ai dati raccolti nel periodo indicato, la pagina relativa alla rinoplastica (l’operazione che permette di correggere il naso) è stata visualizzata 237 volte con un tempo medio di permanenza davanti alla pagina di quasi 4 minuti. Il dato non stupisce, visto che si tratta di un intervento molto seguito e anche molto complesso che richiede pertanto un certo tempo di lettura. Dopo il ritocco al naso, nella classifica degli interventi più richiesti del 2015 ci sono quelli alle palpebre e poi ancora quelli al seno.

Più seno, meno pancia

Eseguita nella stragrande maggioranza dei casi per ottenere uno sguardo più giovane, la blefaroplastica ha avuto 220 visualizzazioni della pagina che la descrive, per un tempo medio di 2,4 minuti. In terza posizione c’è infine la mastoplastica additiva, l’intervento per aumentare il seno, che ha totalizzato 216 visualizzazioni di pagina per un tempo medio di 3,2 minuti. Ma dopo il naso, le palpebre e il seno nella classifica degli interventi più gettonati del 2015 ci sono anche l’addominoplastica che permette di eliminare i tessuti in eccesso dalla pancia (al quarto posto con 135 visualizzazioni, tempo medio 2,3 minuti) e la ricostruzione mammaria (quinta con 130 visualizzazioni, 1,4 minuti), l’intervento di chirurgia plastica ricostruttiva che si esegue dopo un’operazione per tumore al seno, senza alcun esborso da parte della paziente poiché a carico del Servizio sanitario nazionale.

Anche dopo operazioni importanti

La Sicpre  rappresenta, infatti, sia la chirurgia plastica estetica che quella ricostruttiva: il sito, quindi, che a dicembre ha totalizzato oltre 33 mila visualizzazioni, viene consultato anche per gli interventi che puntano a ricreare l’integrità corporea dopo un trauma o un intervento chirurgico.

 

 

In breve

LA TENDENZA NEGLI USA

Le previsioni dell’American Society of Plastic Surgeons (Aspc), con cui la Sicpre è gemellata, sui ritocchi più gettonati nel 2015 indicano gli stessi interventi ma con posizioni diverse: prima la mastoplastica additiva, poi la rinoplastica e infine la blefaroplastica.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Distacchi della placenta: che fare?

25/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Non è necessario osservare il riposo assoluto, in caso di distacco placentare, mentre è consigliabile uno stile di vita senza eccessi.   »

Le flash card di anatomia sono adatte a tre anni di età?

19/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Una bimba di tre anni il corpo umano dovrebbe cominciare a conoscerlo partendo dalle varie parti del suo: manine, piedini, nasino, bocca, orecchie e così via.   »

TSH oltre il limite: ci sono rischi in gravidanza?

14/02/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Un valore di TSH che supera di poco la soglia considerata ottimale non espone il feto a particolari pericoli. A patto però di assumere l'Eutirox e di controllare con regolarità la funzionalità tiroidea.   »

Fai la tua domanda agli specialisti