Pettorali al top, ora anche con la chirurgia

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 16/02/2021 Aggiornato il 16/02/2021

Sia pur con le palestre chiuse non si spegne negli uomini la voglia di pettorali da culturista. Il bisturi è la soluzione del momento

Pettorali al top, ora anche con la chirurgia

Palestre chiuse ormai da tempo e poche certezze su quando riapriranno. Anche se molti uomini si sono attrezzati a casa con pesi e quant’altro possa servire per pettorali al top e tartaruga da invidiare, c’è anche chi ha cercato una soluzione alternativa. E l’ha trovata sul lettino del chirurgo.

Protesi sottomuscolari

Per il 2021 il trend maschile è molto chiaro e suggerisce un uomo “batman” con pettorali perfettamente scolpiti, un risultato che si può ottenere grazie all’inserimento di protesi sottomuscolari. E per i perfezionisti si può anche aggiungere la lipoaspirazione al plasma per rendere anche l’addome a tartaruga. Addio quindi a toraci esili e senza massa muscolare e largo alla chirurgia per arrivare ai pettorali dei sogni.

Il parere dell’esperto

“Da quando le restrizioni anti-Covid hanno colpito i centri sportivi e le sale attrezzi, tantissimi uomini, giovani e meno giovani, stanno ricorrendo alla chirurgia plastica per definire i propri pettorali – commenta Daniele Spirito, chirurgo plastico di Roma, docente presso la Cattedra di Chirurgia Plastica dell’Università di Milano -. Lo stop all’attività motoria per via della pandemia combinato con la voglia di prendersi cura del proprio corpo per rispecchiare canoni classici di virilità, ha scatenato il desiderio di un aumento del volume muscolare dei pettorali in attesa di un ritorno alla normalità.

Come avviene l’intervento

“L’intervento consiste in una piccola incisione vicino all’ascella, in anestesia locale con sedazione profonda, anche in day hospital, e dura circa un’ora- spiega il chirurgo -: si inserisce al di sotto del muscolo una protesi in silicone specifica, più coesiva di quella mammaria femminile, allo scopo di evidenziare un’ipertrofia del tessuto raggiungibile solo con mesi e mesi di attività fisica intensa e costante”.. Dopo l’intervento è importante che non venga praticata attività sportiva, specie quella da body builder, per cinque settimane; sforzi eccessivi possono causare infatti un dislocamento dell’impianto e vanificare i risultati.

Per far fronte all’impossibilità di tonificarsi in sala pesi sono tante le richieste da parte degli uomini. «Per loro oltre alle protesi per i pettorali si continua a parlare sempre più spesso di liposuzione mirata e perfino di asportazione della ghiandola mammaria troppo pronunciata così da conquistare un fisico per così dire statuario» conclude l’esperto.

 

 
 
 

Da sapere!

Per uomini e donne valgono le stesse regole: quando si decide per un intervento di chirurgia plastica è fondamentale per non correre rischi affidarsi solo a professionisti esperti.

 

Fonti / Bibliografia

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Comportamenti (in)soliti durante il sonno: perché?

10/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Annalisa Pistuddi

Durante il sonno possono verificarsi episodi di regressione che nascono dalla necessità di scaricare tensioni emotive accumulate nelle ore di veglia. E' poco opportuno invadere questo spazio intimo cercando di indurre bruscamente il risveglio.  »

Esami oculistici a inizio gravidanza: ci sono rischi?

10/05/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Valutare l'opportunità di effettuare determinate indagini oculistiche nelle prime settimane di gravidanza spetta allo specialista a cui ci si affida.   »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti