Pulizia dei denti perfetta con prima il filo e poi lo spazzolino

Luce Ranucci A cura di Luce Ranucci Pubblicato il 05/12/2018 Aggiornato il 05/12/2018

La sequenza ideale per ottenere una pulizia dei denti perfetta è passare prima il filo interdentale e solo dopo lavare i denti: così si riesce a rimuovere molta più placca

Pulizia dei denti perfetta con prima il filo e poi lo spazzolino

C’è una specifica sequenza da seguire per assicurarsi una pulizia dei denti perfetta: prima passare il filo interdentale e solo dopo lavare i denti. È quanto emerso da uno studio clinico condotto da ricercatori del Dental Materials Research Center presso la Mashhad University of Medical Sciences in Iran e pubblicato sulla rivista medica Journal of Periodontology (Jop).

Provate entrambe le sequenze

Gli esperti hanno chiesto a 25 volontari di lavarsi prima i denti e poi usare il filo interdentale per alcuni giorni; poi gli stessi partecipanti dovevano invertire la sequenza della pulizia, passando prima il filo e poi lavando i denti. Da un’attenta analisi è risultato che questa seconda sequenza è più efficace nella rimozione della placca, probabilmente perché smuovere placca e detriti che restano tra i denti rende poi più efficace il lavoro dello spazzolino. Inoltre questa sequenza fa sì che una più alta concentrazione di fluoro (un minerale presente in molti dentifrici e protettivo contro la carie) resti sui denti.

Usare sempre il filo interdentale

“Si tratta di una sperimentazione interessante ma sarebbe stato utile ancora di più prendere in considerazione gli effetti dello spazzolamento senza filo e del solo filo interdentale senza spazzolamento (come gruppi di controllo) per osservare le eventuali differenze in termini di rimozione della placca – spiega Luca Landi, presidente eletto della Società italiana di parodontologia e implantologia (SIdP) – Le conclusioni tratte dagli autori per una pulizia dei denti perfetta sono comunque interessanti: passare il filo fa bene ed è efficace, particolarmente se viene fatto prima dello spazzolino, rendendo così più facile la rimozione del biofilm e aumentando la concentrazione di fluoro che resta nello spazio interprossimale dopo lo spazzolamento”.

 

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

La pulizia dei denti perfetta è fondamentale per prevenire la principale malattia delle gengive, la parodontite: se batteri e placca si accumulano sui denti e alla loro base, le gengive si infiammano e alla lunga possono ritirarsi, lasciando esposti i denti, col rischio di caduta.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

E’ gemellare la mia gravidanza?

29/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Per sapere se la gravidanza è gemellare nonché per capire se, eventualmente, è in evoluzione favorevole è necessario attendere che il tempo trascorra. Continuare a sottoporsi a controlli troppo presto non serve a ottenere risposte (ma ad aumentare l'ansia sì).   »

Pancione: quali traumi (urti, colpi, pressioni) possono danneggiare il bambino?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Qualsiasi trauma addominale che provoca dolore deve essere sottoposto velocemente all'attenzione di un medico del pronto soccorso ostetrico.   »

Bimbo “atopico”: quali accorgimenti per controllare l’eczema?

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

La detrmatite atopica è una malattia cronica che va trattata con i farmaci (in particolare, creme cortisoniche) e controllata mettendo in pratica alcune strategie relative allo stile di vita.  »

Feto con un ventricolo cerebrale lievemente più grande

22/11/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Se le dimensioni dei ventricoli cerebrali sono maggiori dell'atteso, ma non superiori ai quelle ritenute normali non si è autorizzati a pensare a una patologia.   »

Fai la tua domanda agli specialisti