Ritocco: sempre più uomini dal chirurgo

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/04/2016 Aggiornato il 21/04/2016

Crescono i numeri della chirurgia estetica: sono sempre più numerosi anche gli uomini che si rivolgono al chirurgo per un ritocco

Ritocco: sempre più uomini dal chirurgo

È un vero e proprio boom. Sono sempre di più gli uomini che si rivolgono al chirurgo estetico per un ritocco al viso oppure al corpo decidendo di correggere con il bisturi, ma anche con altre metodiche meno invasive, imperfezioni e inestetismi. Se da un lato cresce la vendita di cosmetici tra il sesso forte con un giro di affari che supera ormai i 33 miliardi l’anno, dall’altro si assiste a un incremento vertiginoso di richieste di interventi estetici da parte degli uomini.

Dalle rughe alle maniglie dell’amore

Tanti i dati a disposizione che testimoniano con chiarezza che sono sempre più gli uomini che vanno dal chirurgo per un ritocco. Quelli diffusi dall’International Society of Aesthetic Plastic Surgery (Isaps) parlano di un 30% di interventi sul totale di quelli eseguiti, pari a circa 151 mila uomini che sono ricorsi al bisturi nel 2014. Una tendenza che per altro si prevede in netta crescita anche negli anni a venire. Dalle rughe alle maniglie dell’amore passando per blefaroplastica e liposuzione, lo stereotipo dell’uomo che si disinteressa del proprio aspetto è ormai nettamente superato a favore di un lui che non disdegna né i trattamenti estetici né il bisturi per apparire più giovane o, semplicemente, per sentirsi meglio con se stesso.

Gli interventi più richiesti

Tra i problemi più sentiti dagli uomini ci sono il mento sfuggente considerato sinonimo di scarsa virilità ma anche il contorno della mandibola che con l’età tende a cedere. Anche le labbra sono importanti per lui: con l’età, ci può essere un riassorbimento importante che è molto penalizzante nell’economia del viso. Tra i trattamenti più richiesti al maschile in testa il botulino che aiuta a spianare le rughe della fronte dovute alle continue contrazioni della mimica facciale.

Variano in base all’età

Naturalmente le proposte di intervento variano in base all’età: se tra i 30 e i 40 anni sono molto richiesti i cicli di biorivitalizzazione con iniezioni che rimpolpano e rivitalizzano posticipando la comparsa dei segni del tempo, trai i 40 e 50 si passa alla tossina botulinica e ai filler ma anche al bisturi per blefaroplastiche e liposuzione. Tra tutti gli interventi, la rinoplastica conserva, comunque, il suo posto di primo piano per motivi estetici ben chiari. Altra operazione particolarmente gettonata al maschile è quella che consente di ridurre la ginecomastia, il deposito di grasso a livello del petto: negli Usa nel 2012 è stato l’intervento più richiesto con un aumento del 5% rispetto all’anno precedente.

 

In breve

IN EUROPA DOPPIO MENTO E TRAPIANTO CAPELLI

Anche secondo i chirurghi estetici tedeschi sono sempre di più gli uomini dal chirurgo per un ritocco; la loro mania sarebbe il collo: un intervento su tre di rimodellamento di questa parte che invecchia presto, a volte prima di altre, viene effettuato su pazienti di sesso maschile. Sui 500.000 interventi estetici realizzati in un anno in Germania un terzo riguarda gli uomini e tra i più richiesti dal sesso forte ci sono il trapianto dei capelli, l’eliminazione del doppio mento, la liposuzione alla pancia, la blefaroplastica e la rimozione delle zampe di gallina dagli occhi.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A 9 mesi legumi sì o no?

03/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Chiara Boscaro

I legumi possono essere introdotti nell'alimentazione del bambino a partire dal sesto mese di vita, a patto che siano decorticati.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Coronavirus e bimbi in piscina: ci sono rischi?

13/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Professor Matteo Bassetti

Una cosa è certa: il Sars-CoV-2 non nuota libero nell'acqua delle piscine, per cui i bambini possono fare i bagni in piena sicurezza.  »

Fai la tua domanda agli specialisti