Via il doppio mento con la tecnologia soft

Alberta Mascherpa A cura di Alberta Mascherpa Pubblicato il 18/09/2020 Aggiornato il 18/09/2020

Oggi per rimodellare la zona del doppio mento si può anche evitare di ricorrere al bisturi. Ecco come ridisegnare l’ovale del viso in modo rapido e indolore

Via il doppio mento con la tecnologia soft

Tra i tanti problemi estetici che affliggono donne e uomini alla pari, più o meno in là con gli anni, c’è quello del doppio mento. Un punto delicato e difficile da trattare, dove per tante cause diverse, dalla genetica a un’alimentazione non corretta, le cellule adipose tendono ad accumularsi creando un antiestetico gonfiore che spesso viene accentuato dalla postura curva.

Vittime anche i magri

Anche persone magre e in perfetta forma fisica possono presentare questo inestetismo che può essere ereditato dalla propria famiglia o sopravvenire con l’età. Numerose ricerche hanno dimostrato, per esempio, che la ritenzione idrica nel corpo è spesso collegata con il volto più rotondo e il doppio mento. L’alcol, lo zucchero e il sale sono gli alimenti principali che provocano la ritenzione idrica nei tessuti con un accumulo di acqua che tende proprio a localizzarsi sotto il mento.

Colpa anche di tablet e smartphone

C’è poi il problema del rilassamento della parte, facile in una zona dove la cute risulta essere molto più sottile rispetto ad altri punti del corpo, povera di ghiandole sebacee e facile a perdere elasticità e compattezza. Il collo risente infine di abitudini e comportamenti sbagliati come l’uso ma soprattutto l’abuso di pc, tablet e smartphone: tenere il capo reclinato per ore provoca l’invecchiamento precoce della pelle del collo e del décolleté, segnando la parte anche in giovane età.

Superata la liposcultura

Fino a qualche tempo fa era possibile intervenire sul doppio mento solo con la liposcultura, intervento che per quanto soft è comunque delicato e non adatto a tutti. Soluzione alternativa può essere la tecnologia Onda Coolwaves  che, dopo essere stata applicata con successo per la riduzione dei cuscinetti localizzati sulla parte bassa del corpo, oggi si impiega anche per la zona del sottomento. Grazie allo sviluppo di nuovi manipoli, in particolare del manipolo “Shallow”, la tecnologia è in grado di agire anche nell’area del doppio mento per ridurre lassità e adiposità.

Come funziona la nuova tecnologia

Tutto in modo non invasivo, indolore e con sicurezza: la metodica di Onda Coolwaves agisce utilizzando le microonde direttamente sulle cellule adipose riducendo il grasso sottocutaneo accumulato e restituendo elasticità e compattezza al tessuto epidermico, senza danneggiarlo in nessun modo. Le sedute durano in media dagli otto ai dieci minuti e ne sono sufficienti quattro, a distanza di un mese una dall’altra, per vedere significativi miglioramenti della parte che viene rimodellata recuperando una linea più armoniosa e compatta.

 

 

 

 
 
 

Da sapere!

Durante il trattamento non si avverte nessun fastidio, se non un lieve senso di calore e subito dopo è possibile riprendere le consuete attività, perché non restano tracce visibili della seduta.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Positiva allo streptococco a qualche settimana dal parto

19/04/2021 Bambino di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui il tampone rivelasse una positività allo streptococco, al momento del parto viene effettuata una profilassi antibiotica per evitare che il bambino venga contagiato dal batterio durante il passaggio all'esterno.  »

Embrione che non si vede alla quinta settimana

16/04/2021 Gli Specialisti Rispondono di Professoressa Anna Maria Marconi

Fare un'ecografia troppo presto (prima della settima settimana) non serve a nulla e, in più, è causa di grandi spaventi che ci si potrebbe risparmiare se solo si avesse un po' di pazienza.  »

Smettere di allattare e sensi di colpa

27/03/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Le mamme sono specializzate in sensi di colpa, ma forse riuscirebbero a nutrirne di meno se solo acquisissero la consapevolezza che la tristezza e l'ansia che ne derivano non fanno bene alla serenità del bambino.   »

Fai la tua domanda agli specialisti