Cereali integrali: scoperti nuovi benefici anticancro, diabete e infarto

Pamela Franzisi A cura di Pamela Franzisi Pubblicato il 08/03/2019 Aggiornato il 08/03/2019

Per beneficiarne bisogna, però, consumare oltre 25 grammi di fibra al giorno, contenuta in cereali integrali, frutta e verdura

Cereali integrali: scoperti nuovi benefici anticancro, diabete e infarto

Integrale è meglio. Le fibre contenute negli alimenti a base di cereali integrali contribuiscono a regolare i livelli di glicemia nel sangue e migliorano il funzionamento dell’intestino. Di conseguenza, se l’intestino sta bene, viene rinforzato il sistema immunitario, prima arma di difesa da virus e batteri.

Contro diabete, infarto e tumori

Da fibre e cereali integrali arriva un’arma di difesa in più contro diabete, infarto e tumore. È quanto dimostra uno studio condotto da Andrew Reynolds dell’Università di Otago in Nuova Zelanda e commissionato dall’Organizzazione mondiale della sanità. La ricerca, coordinata da Jim Mann, è stata pubblicata sulla rivista medica The Lancet. Nello specifico, sono stati analizzati 185 studi per un totale di 135 milioni di persone e 58 trial clinici e 4.635 adulti campione. Secondo i ricercatori di Otago per vivere in salute bisogna privilegiare il consumo di cereali integrali, riducendo i cibi a basso contenuto di fibre, come pane e riso bianco e prodotti con cereali trasformati.

La dose giornaliera raccomandata

Lo studio commissionato dall’Oms suggerisce, nello specifico, le quantità giornaliere necessarie di cereali integrali, legumi, frutta e verdura per massimizzare i benefici per la salute. È emerso che ogni 8 grammi in più di fibre al giorno si verifica una riduzione di incidenza e mortalità per malattie come diabete, infartotumore del colon del 5-27%. Con 15 grammi in più al giorno di cereali integrali, inoltre, le morti e l’incidenza di queste malattie diminuiscono del 2-19%.

Da sapere!

Il beneficio sulla salute proviene dalle fibre naturalmente presenti nel cibo (verdura, frutta, legumi e cereali integrali) quindi è importante seguire un’alimentazione corretta.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Non sento il bimbo muoversi: perché?

09/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Fino alla 23ma settimana di gravidanza può essere difficile sentire i movimenti del bambino, ma di qui a poco si riusciranno a percepire in modo inequivocabile.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti