Cervello più giovane con la dieta mediterranea

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 14/12/2015 Aggiornato il 14/12/2015

Mangiare “mediterraneo” con tanto pesce, molta frutta e verdura, cereali e olio di oliva ha un vantaggio in più: fa funzionare meglio il cervello.

Cervello più giovane con la dieta mediterranea

La dieta mediterranea ci regala un altro beneficio: protegge il nostro cervello dall’atrofia cerebrale, naturale conseguenza dell’invecchiamento, facendolo ringiovanire di 5 anni.  Sarebbero proprio il pesce, l’olio di oliva, la frutta e la verdura a mantenere in buona salute le cellule cerebrali. A sostenerlo è un recente studio pubblicato sulla rivista Neurology, condotto dalla dottoressa Yian Gu del The Taub Institute for Research in Alzheimer’s Disease and the Aging Brain della Columbia University (New York).

Più “cervello” con gli alimenti del mediterraneo

Sono state prese in esame le abitudini alimentari di 674 ottantenni di Manhattan di razze diverse (latini, neri e caucasici), sani e con una normale funzione cognitiva, per capire se la dieta potesse essere coinvolta alla perdita di un minor numero di cellule cerebrali tipiche del processo di invecchiamento. Ciascun soggetto è stato poi sottoposto anche a una risonanza magnetica cerebrale per valutare il volume cerebrale totale, il volume della sostanza grigia, della sostanza bianca e altre misurazioni. Dall’analisi dei dati è emerso che i soggetti che portavano a tavola alimenti tipici della dieta mediterranea avevano un volume cerebrale complessivo (materia grigia e materia bianca) più grande. In particolare le scansioni cerebrali eseguite con la risonanza magnetica rilevavano un maggior volume di materia grigia in chi assumeva  molto pesce e poca carne.

A tavola non si invecchia

L’esperimento ha confermato anche che le persone che si alimentavano con la dieta mediterranea avevano un cervello più giovane di cinque anni rispetto a quelli che seguivano un regime alimentare diverso. I risultati ottenuti non permettono ancora di dimostrare che ci sia un effetto causale tra dieta mediterranea e ringiovanimento cerebrale, ma confermano il reale effetto neuro protettivo del modello nutrizionale riconosciuto dall’Unesco “patrimonio culturale immateriale dell’Umanità”. E inoltre, secondo i ricercatori, questi risultati lascerebbero felicemente prevedere, se confermati da ulteriori studi, che una dieta salutare sarebbe in grado di prevenire la naturale atrofia del cervello causata dal processo di invecchiamento.

 

lo sapevi che?

 La dieta mediterranea sembra avere un effetto positivo anche sulla fertilità maschile.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Dubbio sull’intervallo di somministrazione dei vaccini

11/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Per ogni vaccino, compreso l'anti-meningococco B, è stato individuato l'intervallo tra la somministrazione delle dosi che assicura la migliore risposta del sistema di difesa naturale e, quindi, la migliore protezione.   »

Ovulazione: può verificarsi anche se si prende la pillola?

31/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Ci sono casi in cui, nonostante l'assunzione del contraccettivo orale, la donna continua a essere fertile: accade, per esempio, se è in sovrappeso.   »

Svezzamento: quali regole seguire?

30/10/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Leo Venturelli

le linee guida relative allo svezzamento sono molto cambiate rispetto ad alcuni anni fa: oggi vi è molta più libertà d'azione, da usare però secondo i criteri dettati dal buon senso. Ma se si vuole andare "alla vecchia", nulla lo vieta.   »

Fai la tua domanda agli specialisti