Ciliegie: una scorta (gustosa) di potassio

Redazione
A cura di “La Redazione”
Pubblicato il 14/07/2017 Aggiornato il 14/07/2017

Le ciliegie sono il simbolo dell’estate. È un frutto non solo goloso ma anche ricco di virtù salutari. Sono infatti un’ottima fonte di potassio, fondamentale quando c'è caldo

Ciliegie: una scorta (gustosa) di potassio

Le ciliegie sono considerate un’importante miniera di preziosi elementi, tanto da appartenere, dal punto di vista alimentare, al gruppo dei “functional food”, cioè “cibi funzionali”.

Una tira l’altra

Oltre ad essere belle per il loro colore rosso e buone per il loro gusto dolce, così tanto da non riuscire a fermarsi a mangiarle (da qui il detto: “una tira l’altra”), le ciliegie sono frutti estivi che non dovrebbero mai mancare nelle nostre tavole per tutte le loro proprietà benefiche.

Tanti minerali e sostanze benefiche

Le ciliegie sono ricche di:

· Potassio

·      Calcio

·      Fosforo

·      Rame

·      Vitamina A

·      Vitamina C

· Polifenoli e antociani, sostanze antiossidanti e antinfiammatorie.

Preziosa anche la buccia

Tutte queste sostanze non si trovano solo all’interno del frutto, ma anche nella buccia. Per questo motivo si consiglia di scegliere ciliegie molto scure, che ne contengono una concentrazione più elevata.

Per chi soffre di disturbi infiammatori

La dottoressa Marina Putzolu, biologa nutrizionista collaboratrice dello Studio Abr ci svela che la loro supplementazione, anche sotto forma di succhi, è molto studiata in questi ultimi tempi, proprio per i suoi risvolti nel campo della salute umana. Ad esempio, la presenza degli antiossidanti garantisce:

1.     la riduzione dello stress ossidativo cellulare;

2.     un’azione antinfiammatoria.

Sono quindi funzionali per coloro che soffrono di patologie infiammatorie croniche, come quelle intestinali, oggi molto diffuse.

Un elisir anche per gli sportivi

Anche per chi pratica sport è consigliato il consumo delle ciliegie, in quanto hanno la capacità di favorire un recupero muscolare veloce ed efficace dopo l’esercizio fisico. In particolare ridurrebbero l’infiammazione legata all’intenso sforzo del muscolo andando ad agire sulla riduzione dello stress ossidativo e del dolore, migliorando, di conseguenza, il recupero della funzione muscolare.

 

 

Da sapere

PER CHI VUOLE DIMAGRIRE

Apportando solo 38 kcal ogni 100 grammi, le ciliegie possono essere consumate anche nelle diete ipocaloriche.

 

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana
Prevenire tosse e raffreddore si può?
21/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

Nei primi anni di vita le infezioni respiratorie, come tosse e raffreddore, sono lo scotto da pagare alla socializzazione.   »

Vaccino antivaricella: va fatto agli altri bimbi se c’è in casa un piccolissimo
14/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

I bambini che frequentano l'asilo dovrebbero essere vaccinati (anche) contro la varicella, per scongiurare il rischio di ammalarsi e contagiare un fratellino nato da poco.   »

Fattore Rh negativo: l’immunoprofilassi anti-D va fatta in gravidanza?
11/10/2019 Gli Specialisti Rispondono

E' più che opportuno che le donne con fattore Rh negativo che aspettano un bambino eseguano l'immunoprofilassi specifica già durante la gravidanza. L'iniezione (intramuscolare) dovrebbe essere effettuata da personale sanitario.  »

Fai la tua domanda agli specialisti