Come dimagrire? Mangiando lentamente

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 15/07/2015 Aggiornato il 15/07/2015

La dieta dimagrante più facile da seguire? Quella fai da te con alimenti solidi da mangiare… con molta calma. Per perdere peso senza fatica

Come dimagrire? Mangiando lentamente

Secondo gli esperti del Centro di Ricerca Nestlé che hanno collaborato con l’Università di Wageningen dei Paesi Bassi in una ricerca apposita, mangiare lentamente non solo permette di assaporare il cibo, ma farebbe bene alla salute e anche alla linea.

Mastica lentamente

La velocità con cui si mastica influirebbe sulla quantità di cibo che si assume. A parità di tempo, gli alimenti morbidi sono assunti in quantità maggiore rispetto ai cibi solidi, perché richiedono tempi minori di masticazione.

“Ruminare” il più possibile

Nello studio sono state prese in considerazione le correlazioni esistenti tra:

Caratteristiche di un cibo
Velocità di masticazione del cibo
Senso di sazietà
Assunzione di nutrienti e calorie.

Dall’analisi di questi fattori è emerso che cibi morbidi come puree di verdure, lasagne, pomodori pelati verrebbero ingeriti in grandi bocconi e sottoposti a pochi atti masticatori, con un tasso si assunzione al minuto assai maggiore rispetto ai cibi solidi. Una porzione di purè, masticata solo 27 volte, sazia meno della stessa quantità di patate (non fritte) che necessita, invece, di 488 atti masticatori.

Alla fine si ingerisce di meno

Per dimagrire, occorre ingerire gli alimenti in piccoli morsi e masticarli per lungo tempo, così da aumentare il senso di sazietà e ridurre le quantità di cibo assunte. I volontari di questo studio che hanno mangiato verdure e bistecca hanno consumato il 10% in meno rispetto a quelli che hanno mangiato il passato di verdure e la bistecca in pezzi. Inoltre quest’ultimo pasto è stato consumato il 20% più velocemente del primo per un equivalente di 10g di cibo ingerito in più al minuto.

 

 

 

 

 
 

In breve

 

PRANZI TROPPO VELOCI

Dallo studio è emerso che la durata media di un pranzo del campione più giovane è di soli 22 minuti per il pranzo,. Senza contare che addirittura 1 ragazzo su 5 pranza in meno di 15 minuti.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A letto da un mese per un distacco amniocoriale (eppure non serve, anzi)

01/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Il riposo assoluto a letto in caso di "distacco" non solo è inutile per assicurare una buona evoluzione della gravidanza, ma può addirittura rivelarsi controproducente in quanto può aprire la strada al rischio di trombosi a livello degli arti inferiori.   »

Sono incinta e non sono immune alla rosolia: è pericoloso fare il vaccino a mio figlio?

28/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

Nessuno studio ha mai evidenziato che un bimbo subito dopo essere stato vaccinato contro la rosolia possa trasmetterla. Di conseguenza, anche in gravidanza non si rischia nulla se si hanno contatti con un bambino appena vaccinato.  »

Continue infezioni delle vie urinarie: che fare?

27/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Nel caso in cui si vada incontro a numerose infezioni delle vie urinarie diventa necessario rivolgersi a uno specialista in urologia o uro-ginecologia per farsi indicare il percorso terapeutico più efficace e, quindi, risolutivo.   »

Fai la tua domanda agli specialisti