Come perdere peso dopo il parto? Con lo yogurt!

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 15/04/2013 Aggiornato il 15/04/2013

È leggero, digeribile e soprattutto dietetico. Dunque, l'ingrediente perfetto per perdere peso dopo il parto

Come perdere peso dopo il parto? Con lo yogurt!

È un alimento completo dal punto di vista nutrizionale e facilmente digeribile. Non solo, lo yogurt (tranne quello di soia) apporta una buona quantità di calcio a fronte di un ridotto apporto calorico. È quindi ideale per essere inserito in una dieta che consenta di perdere peso dopo il parto. Ecco, qui un regime alimentare ipocalorico, realizzato con ricette che hanno per protagonista lo yogurt. È una dieta che apporta giornalmente 1.300 calorie circa, pensata per quelle mamme che hanno terminato l’allattamento e desiderano perdere peso dopo il parto.

LUNEDÌ

Colazione: uno yogurt magro (125 g) anche alla frutta o un latte fermentato, un frutto fresco di stagione; un tè o un caffé con un cucchiaino di zucchero.
Spuntino: un cappuccino con un cucchiaino di zucchero.
Pranzo: formaggio light (70 g) con verdure (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; ananas (200 g) o 2 mandarini piccoli.
Merenda: un succo di frutta o un biscotto allo yogurt.
Cena: petto di tacchino tonnato; (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; melone d’inverno (200 g) o una pera.

MARTEDÌ

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato (150 g), caffé, cereali (30 g).
Spuntino: uno yogurt da bere (125 g) anche alla frutta o un latte fermentato.
Pranzo: 4 bastoncini di pesce cotti al forno o in padella antiaderente con verdure (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; una mela o un’arancia o ananas (200 g).
Merenda: una coppetta di frutti di bosco (150 g) con un cucchiaino di zucchero e il succo di mezzo limone.
Cena: insalatina di gamberoni e salsa allo yogurt* con verdure (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; un kiwi o una pera.

Insalatina di gamberoni e salsa allo yogurt

Ingredienti: 4 gamberoni, soncino (100 g), germogli di soia (50 g), 4 pomodori ciliegini. Per la salsa: 2 cucchiai di yogurt bianco, mezzo cetriolo, 2 cucchiaini di olio extravergine d’oliva, un pizzico di sale.
Preparazione: lessa per qualche minuto i gamberoni e sgusciali. Versa nel mixer lo yogurt, aggiungi il cetriolo a tocchetti, il sale e l’olio e frulla fino a ottenere una crema. Metti in una ciotola il soncino, i germogli di soia, i pomodorini tagliati a metà e i gamberoni, condisci il tutto con un pizzico di sale e la salsina.

MERCOLEDÌ

Colazione: una mousse magra allo yogurt (125 g) anche con frutta, quattro biscotti allo yogurt.
Spuntino: un centrifugato di frutta e verdure (200 g).
Pranzo: prosciutto crudo sgrassato (70 g) con verdure (tranne legumi, patate e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; ananas o di melone d’inverno (200 g) o una mela.
Merenda: una macedonia di frutta (150 g) con 2 cucchiai di yogurt.
Cena: risotto verde*; una banana piccola o un kiwi.

Risotto verde

Ingredienti: riso (70 g), una zucchina, mezza cipolla piccola, un cucchiaio di burro, brodo di carne (preparato di dado), 2 cucchiai di formaggio light, un cucchiaio di yogurt bianco intero, uno di formaggio grattugiato, un bicchiere di vino bianco, basilico, sale e pepe.
Preparazione: grattugia la zucchina e la cipolla. Fondi il burro nel tegame e soffriggi insieme le verdure. Versa il riso e fallo tostare. Aggiungi il sale e sfuma con il vino bianco. Bagna con il brodo fino a che il risotto non è cotto. Aggiungi il formaggio light, lo yogurt e il formaggio grattugiato. Mescola bene. Spolvera con il basilico tritato e il pepe e servi subito.

GIOVEDÌ

Colazione: un cappuccino con un cucchiaino di zucchero, una merendina allo yogurt.
Spuntino: uno yogurt magro (125 g) anche alla frutta o un latte fermentato.
Pranzo: arrosto di tacchino (80 g) con verdure (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; una mela o un kiwi.
Merenda: un gelato artigianale piccolo allo yogurt.
Cena: spezzatino rosa* con verdure (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; melone d’inverno o ananas (200 g) o una pera.

Spezzatino rosa

Ingredienti: fesa di vitello (150 g), mezzo cucchiaio di farina, mezza cipolla, un cucchiaio di polpa di pomodoro, un cucchiaio di acqua, alloro, una patata, pisellini surgelati (50 g), sale. Per la salsa: yogurt magro (100 g), 2 cucchiaini di ketchup.
Preparazione: taglia la carne a pezzi e infarinala leggermente. Mettila in una casseruola con la cipolla tagliata fine e con gli altri ingredienti, tranne i piselli che dovranno essere aggiunti 15 minuti prima della fine della cottura. Cuoci a fiamma molto bassa e a tegame coperto mescolando ogni tanto. Servi la carne con la salsa ottenuta mescolando lo yogurt con il ketchup.

VENERDÌ

Colazione: uno yogurt magro (125 g) anche alla frutta o un latte fermentato, cereali integrali (30 g).
Spuntino: un succo di mirtillo o di ananas.
Pranzo: 2 uova sode o alla coque con verdure (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; una mela o una pera o una banana piccola.
Merenda: una tazza di tè con un cucchiaino di zucchero e 2 biscotti allo yogurt.
Cena: salmone affumicato con patate e panna acida con verdure (tranne legumi, patate e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un’arancia o melone d’inverno (200 g).

SABATO

Colazione: un tè con un cucchiaino di zucchero e 4 biscotti allo yogurt.
Spuntino: un cappuccino con un cucchiaino di zucchero.
Pranzo: bresaola (60 g), rucola a piacere, funghi freschi tagliati sottili, qualche scaglietta di formaggio tipo grana, un cucchiaino di olio extravergine d’oliva  e uno di succo di limone; un panino; una mela o una pera o un’arancia.
Merenda: una fetta di torta allo yogurt.
Cena: 3/4 di pizza Margherita; una macedonia di frutta fresca di stagione o un sorbetto alla frutta. Oppure: un secondo piatto a base di carne o di pesce (tranne fritti e insaccati); con verdure (tranne patate, legumi e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino o patate al forno (150 g); ananas o melone d’inverno o una coppetta di frutti di bosco (200 g).

DOMENICA

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato (150 g), caffé, un cucchiaino di zucchero, una fetta di pancarré con un cucchiaino di marmellata o di miele.
Spuntino: un pacchetto di cracker (25 g).
Pranzo: conchigliette cremose con spinaci e feta; una mela o un’arancia.
Merenda: una coppetta piccola di gelato allo yogurt.
Cena: un hamburger (100 g); con verdure (tranne patate, legumi e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; melone d’inverno (200 g) o un mandarancio o due mandarini piccoli.

In breve

UN ALIMENTO AMICO DELLA LINEA

Lo yogurt può essere utilizzato all’interno di un regime ipocalorico per perdere gli ultimi chili rimasti dalla gravidanza e una volta concluso l’allattamento al seno.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Dolicocefalia in bimbo di tre mesi: quali conseguenze?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Questo tipo di malformazione cranica comporta un problema quasi esclusivamente di natura estetica.   »

Fai la tua domanda agli specialisti