Con la dieta del cavolo depuri l’organismo e ti sgonfi

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 18/02/2013 Aggiornato il 18/02/2013

La dieta del cavolo, ricca di antiossidanti, aiuta a eliminare le scorie e i chili in più accumulati durante la gravidanza

Con la dieta del cavolo depuri l’organismo e ti sgonfi

 

 

Le crucifere o brassicacee, sono verdure tipiche dei mesi invernali e comprendono tutti i tipi di cavolo: cavolfiore, cavolo verza, cavolini di Bruxelles, cavolo cappuccio, cavolo nero, cavolo riccio, broccoli, broccoletti, rape, ravanelli, rucola. Essendo ricche di zolfo, quando vengono cucinate emanano un odore pungente e caratteristico ed è per questo che durante l’ebollizione è consigliabile aggiungere all’acqua di cottura un cucchiaio di aceto o il succo di un limone. Vediamo in breve le caratteristiche delle crucifere in modo da capire perché la dieta del cavolo è un toccasana per il benessere della neomamma.

Ricche di vitamine, minerali e fibre

Le crucifere sono una fonte privilegiata di vitamina C, K e, seppur in minor misura, di betacarotene e di vitamine del gruppo B, come l’acido folico (dalle preziose proprietà antianemiche). In più sono ricche di sali minerali (ferro, calcio, fosforo, potassio, magnesio e zinco) e forniscono una buona quantità di fibre alimentari, ottime per proteggere l’apparato digerente.

Dalle preziose virtù antitumorali e cardiotoniche

Tra le tante virtù di questi vegetali, vi è anche la ricchezza di composti antiossidanti (polifenoli, carotenoidi, indoli e sulforafano) utili nella prevenzione di diversi tipi di tumori (polmoni, stomaco, colon-retto). Fanno poi bene al cuore perché prevengono disturbi cardiovascolari. L’azione antiossidante delle crucifere è inoltre potenziata dai flavonoidi, dal betacarotene e dalla vitamina C, tanto che il consumo regolare di questi ortaggi aiuta a prevenire disturbi cardiovascolari e malattie degenerative.

Occhio al tipo di cottura

La cottura tende a disperdere molte delle qualità nutrizionali e salutari di questi vegetali e quindi il consiglio è di consumarle cotte al vapore ma anche crude e freschissime.

Drenano e ripuliscono l’organismo

La dieta del cavolo qui di seguito proposta aiuta a perdere peso perché drena l’organismo dalle scorie accumulate durante l’inverno. Tra le tante virtù delle crucifere c’è infatti anche un’azione diuretica e disinfettante delle vie urinarie. Il regime alimentare che andremo a suggerire apporta 1.300 calorie giornaliere ed è pensato per le mamme che, finito l’allattamento, vogliono ritrovare la forma fisica e depurare l’organismo.

LUNEDì

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato (150 g), caffè, un cucchiaino di zucchero, 2 fette biscottate con un cucchiaino di marmellata.
Spuntino: un succo d’uva o una spremuta d’arancia.
Pranzo: formaggio light spalmabile (80 g) con verdure a piacere (tranne legumi, patate e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.
Merenda: un pacchetto di cracker o di grissini (25 g).
Cena: cavolfiore con salsa tartufata e uova*; un panino, un’arancia o un kiwi o uva (150 g).

Cavolfiore con salsa tartufata e uova*

Ingredienti: 2 uova, cavolfiore (300 g), mezzo limone, un cucchiaino di pasta di tartufo, un cucchiaio di vino bianco secco, un cucchiaino di aceto balsamico, un cucchiaio di olio extravergine di oliva, sale e pepe.
Preparazione: monda il cavolfiore, eliminando la parte finale del torsolo e le foglie più dure. Lavalo, spruzzalo con il limone e cuocilo al vapore per 30 minuti. Lessa le uova sode, passale sotto l’acqua fredda e sgusciale. Mescolando con la frusta, diluisci la pasta di tartufo con il vino, l’aceto balsamico e l’olio, aggiungendo 1-2 cucchiaini di acqua di cottura del cavolfiore, se la salsa risulta troppo densa. Regola di sale e pepe. Sistema su un piatto da portata il cavolfiore, le uova sode tagliate a metà e irrorate con la salsa al tartufo e servi.

MARTEDì

Colazione: uno yogurt magro (125 g), cereali (30 g).
Spuntino: una centrifuga preparata con una mela e un kiwi.
Pranzo: un hamburger (100 g) alla piastra con verdure a piacere (tranne legumi, patate e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.
Merenda: biscotti (20 g) o una fetta biscottata con un cucchiaino di miele o di marmellata.
Cena: tonno o sgombro (80 g) sott’olio sgocciolato con cavolini di Bruxelles alla parmigiana; un panino; una fetta di cocomero o 2 prugne o un kiwi.

MERCOLEDì

Colazione: tè con un cucchiaino di zucchero, una fetta di limone, 3 fette biscottate con 2 cucchiaini di miele o di marmellata.
Spuntino: uva (150 g) o un kiwi o una mela.
Pranzo: 4 bastoncini di pesce cotti al forno con verdure a piacere (tranne legumi, patate e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.
Merenda: una mousse magra (125 g).
Cena: broccolo stufato con scamorza* con pane casareccio (40 g) da servire insieme; una pera o una mela o un kiwi.

Broccolo stufato con scamorza*

Ingredienti: cavolo broccolo (400 g), olive nere (20 g), mezza cipolla piccola, scamorza (80 g), mezzo bicchiere di vino rosso, un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, sale, pepe.
Preparazione: dividi a pezzetti il broccolo, lavalo bene e scolalo; snocciola le olive, taglia a pezzetti la scamorza e affetta sottilmente la cipolla. Ungiil fondo di una casseruola, metti un po’ di cavolo broccolo, scamorza, olive e cipolla e insaporisci con un pizzico di sale e uno di pepe. Sistema sopra un po’ di cavolo e prosegui sino a esaurimento degli ingredienti. Irrora tutto con il vino e l’olio, copri con un coperchio e cuoci a fiamma bassa per 20 minuti. Con il pane casareccio prepara dei crostini e servili insieme ai broccoli.

GIOVEDì

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato, caffè, un cucchiaino di zucchero, una fetta di pancarré con un cucchiaino di marmellata o di miele.
Spuntino: una barretta di cereali (20 g).
Pranzo: arrosto di tacchino (80 g) con verdure a piacere (tranne legumi, patate e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.
Merenda: un tè con 2 pasticcini.
Cena: risotto con la verza; una mela o una pesca o un kiwi.

VENERDì

Colazione: un succo di uva o una spremuta d’arancia, 30 g di biscotti.
Spuntino: un cappuccino  con un cucchiaino di zucchero.
Pranzo: prosciutto crudo o cotto (70 g) con verdure a piacere (tranne legumi, patate e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.
Merenda: una barretta di cioccolata (20 g).
Cena: pesce persico e broccoletti piccanti; un panino; una mela o una pera.

SABATO

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato, caffè, cereali (30 g).
Spuntino: 3 biscotti integrali.
Pranzo: straccetti (150 g) con rucola (150 g); un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.
Merenda: un pacchetto di cracker (25 g).
Cena: ¾ di pizza margherita; una macedonia di frutta fresca di stagione o un sorbetto alla frutta. Oppure un secondo di carne o di pesce (tranne fritti e insaccati) con verdure crude (tranne patate, legumi e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino o una porzione di patate al forno (150 g); ananas (200 g).

DOMENICA

Colazione: un cappuccino con un cucchiaino di zucchero, un cornetto semplice o un mini cornetto farcito.
Spuntino: una mela o un kiwi.
Pranzo: orecchiette con i broccoli; una mela o una pera.                  
Merenda: 2 palline di gelato alla frutta senza panna.
Cena: carne ai ferri (130 g circa senz’osso) con verdure (tranne patate, legumi e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; una mela o una pera o una banana piccola.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

La mia gravidanza si è interrotta subito: quando riprovarci?

16/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Francesco Maria Fusi

Si può cercare un bimbo immediatamente dopo un aborto spontaneo, avvenuto nelle primissime settimane di gravidanza.   »

Sono incinta: posso continuare ad allattare?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Se lo si desidera, non c'è ragione di smettere di allattare quando inizia una nuova gravidanza.   »

Dolicocefalia in bimbo di tre mesi: quali conseguenze?

14/09/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Carlo Efisio Marras

Questo tipo di malformazione cranica comporta un problema quasi esclusivamente di natura estetica.   »

Fai la tua domanda agli specialisti