Dieta con l’insalata per dimagrire dopo il parto

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 16/05/2013 Aggiornato il 16/05/2013

Per dimagrire dopo il parto la dieta con l’insalata è l’ideale: si può arricchire con tante ingredienti gustosi e in più ha un forte potere saziante

Dieta con l’insalata per dimagrire dopo il parto

 

Con il caldo la dieta con l’insalata rappresenta la soluzione migliore per dimagrire dopo il parto perché è fresca, leggera e completa. E in più, si prepara velocemente.

Con verdure crude e cotte

La dieta con l’insalata per dimagrire dopo il parto insalate può essere a base di verdure cotte (patate, fagiolini, asparagi), cereali (riso, pasta, mais, grano), legumi (fagioli, ceci, fave), carne, pesce e persino frutta. Combinare gli ingredienti giusti permette infatti di creare una grande varietà di piatti unici, equilibrati e con un contenuto calorico limitato.

Dimagrisci con 1.250 calorie al giorno

La dieta con l’insalata per dimagrire dopo il parto che proponiamo apporta 1.250 calorie al giorno. Le ricette proposte sono facili da preparare, non appesantiscono e sono fresche. Permette poi alle neomamme di  perdere peso senza essere costrette a cucinare.

per le quantità

un cucchiaino = 5 g; un cucchiaio = 10 g; una ciotola = 200 g; un bicchiere = 150 ml; un vasetto = 125 g; un panino = 40 g

Lunedì

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato; caffè; un cucchiaino di zucchero; biscotti (20 g).

Spuntino: un vasetto di mousse magra alla frutta.

Pranzo: indivia con ananas; un panino; 2-3 albicocche.

Merenda: frutta fresca di stagione (200 g).

Cena:   un hamburger (100 g); pomodori a piacere conditi con un cucchiaino di olio; un panino; una pesca.

Martedì

Colazione: un vasetto di yogurt magro anche alla frutta; frutta fresca di stagione (200 g).

Spuntino: un bicchiere di tè freddo; un biscotto.

Pranzo: spinaci con salmone; un panino; 2-3 susine.

Merenda: un cono piccolo di gelato alla frutta.

Cena:   4 bastoncini di pesce (cotti al forno); zucchine a piacere al vapore condite con un cucchiaino di olio; un panino; una pesca.

Mercoledì

Colazione: tè; un cucchiaino di zucchero; 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di marmellata.

Spuntino: un vasetto di yogurt magro alla frutta.

Pranzo:  asparagi con petto di pollo; un panino; una mela o fragole (200 g).

Merenda: una ciotola di macedonia di frutta fresca di stagione.

Cena:   2 uova sode o in camicia; lattuga a piacere condita con un cucchiaino di olio, aceto balsamico o limone; un panino; una pesca o cocomero (400 g).

Giovedì

Colazione: un cappuccino con un cucchiaino di zucchero; una fetta di pancarré con un cucchiaino di marmellata o di miele.

Spuntino: un cappuccino freddo; una galletta di riso.

Pranzo: tonno con verdure*; un panino; o 2-3 albicocche.

Merenda: un bicchiere di sorbetto alla frutta.

Cena:  bresaola (60 g); rucola a piacere e qualche scaglietta di formaggio tipo grana (30 g) conditi con  un cucchiaino di olio; un panino; ananas (200 g) o 2-3 susine.

* Tonno con verdure

Ingredienti: tonno (80 g) sott’olio sgocciolato, due pomodori, mais (30 g), fagiolini (100 g), 4-5 olive verdi snocciolate, un cucchiaino di prezzemolo tritato, un cucchiaino di olio, un cucchiaio di aceto bianco, un pizzico di sale.

Preparazione: pulire tutte le verdure, lavarle e lessare i fagiolini una quindicina di minuti. Tagliare i pomodori a cubetti e i fagiolini a pezzetti. Mettere il tutto in un’insalatiera e aggiungere il mais. il tonno, le olive tagliate a metà e il prezzemolo. Condire con l’olio, il sale e l’aceto, mescolare e servire.

Venerdì

Colazione: un vasetto di yogurt magro; cereali da colazione (30 g).

Spuntino: frutta fresca di stagione (200 g).

Pranzo: insalata al sapore di mare*; un panino; una pera o un kiwi.

Merenda: un frullato preparato con mezza mela e mezza banana e 100 g di latte parzialmente scremato.

Cena:   ricotta magra (100 g); finocchi conditi con un cucchiaino di olio, limone e aceto; un panino; melone o ananas (200 g).

*Insalata al sapore di mare

Ingredienti: due gamberi (50 g), mezzo cespo di lattuga, fagiolini (250 g), il succo di mezzo limone, un cucchiaino di olio, un pizzico di sale e uno di pepe.

Preparazione: lavare, lessare e scolare i fagiolini in acqua salata. Lavare anche i gamberi e lessarli per 2-3 minuti in acqua salata e acidulata con il succo di limone, poi scolarli. Mondare la lattuga, lavarla e asciugarla. Disporre le foglie di lattuga e i fagiolini su un largo piatto da portata, mettere sopra i gamberi. Aggiustare di sale e di pepe, versare l’olio e una spruzzata di limone e servire.

Sabato

Colazione: tè con un cucchiaino di zucchero; 2 fette biscottate con 2 cucchiaini di crema alla nocciola.

Spuntino: un vasetto di mousse magra alla frutta.

Pranzo: scarola con melone; un panino; una pesca o 2-3 albicocche.

Merenda: un gelato al gusto fiordilatte.

Cena:   insalata di tacchino (80 g) con carote a piacere condite con un cucchiaino di olio, aceto e limone; un panino; una pesca o una pera.

Domenica

Colazione: un cappuccino con un cucchiaino di zucchero e un cornetto semplice.

Pranzo:  pasta o riso (80 g) con verdure a piacere e un cucchiaino di olio; melone (200 g) o cocomero (400 g).

Merenda: una granita alla frutta anche con panna e una cialda.

Cena:   caprese di formaggio light; un panino; una banana piccola o un kiwi.

 

 

In breve

VERDURE AMICHE DELLA LINEA

Le verdure, grazie al loro alto potere saziante a fronte di un apporto calorico molto basso, sono gli ingredienti principali di tutti i regimi ipocalorici. Va, però, sfatata la leggenda secondo cui sono insapori e perciò il loro consumo è considerato una “penitenza”. 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

A due anni perché non parla ancora?

12/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Daniela Biatta

Fino ai tre anni di età, una volta esclusi deficit di qualsiasi natura, si può ipotizzare la non grave condizione di "parlatore tardivo"  »

Gravidanza e paura di effettuare il tampone vaginale

10/08/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Durante i nove mesi di gestazione, effettuare il tampone vaginale non espone ad alcun rischio, quindi può essere affrontato in assoluta tranquillità.   »

Bimba di due anni problematica: ma lo è davvero?

27/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Ci sono casi in cui non è il bambino a essere particolarmente difficile da gestine, ma i genitori a nutrire aspettative sul suo comprotamento che lui, per via della sua età, non può (ancora) soddisfare.  »

Fai la tua domanda agli specialisti