Dieta dell’uva: per dimagrire dopo la gravidanza

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 24/09/2012 Aggiornato il 24/09/2012

La dieta dell’uva è dissetante, diuretica e leggermente lassativa. Se abbinata a una dieta ipocalorica, l’uva può contribuire a perdere gli ultimi chili della gravidanza

Dieta dell’uva: per dimagrire dopo la gravidanza

È il frutto della pianta Vitis vinifera, originaria di una vasta zona compresa tra Europa, Africa del Nord e Asia. La si trova sulle nostre tavole fino a novembre. L’uva è molto gradita per il piacevole sapore zuccherino dovuto all’elevata percentuale di zuccheri solubili che oscilla tra il 15 e il 18%, a seconda del grado di maturazione e della qualità del vitigno. Per questo motivo è, però, sconsigliata in caso di glicemia elevata (diabete). È un frutto ricco di acqua con un elevato potere dissetante e un’azione leggermente diuretica. Contiene cellulosa e sostanze pectiche che abbondano soprattutto nella buccia e conferiscono all’uva un’azione lassativa. Molto importante da un punto di vista nutrizionale è l’elevato contenuto di polifenoli come la quercitina, il resveratrolo e le antocianine, presenti soprattutto nell’uva nera. Questa miscela di sostanze antiossidanti agisce sull’organismo con effetti antitumorali, antiaterosclerotici, antibatterici e anti-invecchiamento.

La dieta dell’uva proposta apporta circa 1.300/1.400 calorie e inserisce l’uva in quantità controllate (circa 100-150 g per pasto e/o spuntino) e propone ricette fantasiose di facile digestione e che ne esaltano il gusto.

Per le quantità
Un cucchiaino = 5 g; un cucchiaio = 10 g; un vasetto = 125 g; un panino = 40 g; una tazza = 200 ml; un bicchiere = 150 ml

LUNEDÌ

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato, caffè a piacere, un cucchiaino di zucchero, due fette biscottate con due cucchiaini di marmellata d’uva.
Spuntino: un bicchiere di succo d’uva.
Pranzo: filetti di sgombro sott’olio (80 g) sgocciolati con contorno di verdure a piacere (tranne legumi, patate e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine di oliva; un panino.
Merenda: un grappolo d’uva (100 g).
Cena: insalata di pollo con salsa alla senape e uva bianca; un panino; ananas (200 g).

MARTEDÌ

Colazione: un bicchiere di succo d’uva, due fette biscottate integrali.
Spuntino: uno yogurt magro (125 g) anche alla frutta con 4 chicchi d’uva.
Pranzo: bresaola (70 g) con contorno di verdure a piacere (tranne patate, legumi e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; un grappolo d’uva (100 g)
Merenda: un gelato piccolo alla frutta.
Cena: insalata di salmone affumicato e uva con contorno di verdure a piacere  (tranne patate, legumi e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.

Insalata di salmone affumicato e uva

Ingredienti: salmone affumicato (80 g), uva (150 g), 2 funghi champignon, insalatina verde mista (50 g), un cucchiaio di olio extravergine d’oliva, succo di mezzo limone, sale e pepe.
Preparazione: metti in un piatto l’insalatina ben lavata, i funghi lavati e tagliati a fettine, l’uva lavata e tagliata a metà priva di semi. Condisci con la vinaigrette ottenuta mescolando l’olio d’oliva e il succo di mezzo limone, sale e pepe. Infine, adagia le fette di salmone affumicato e servi.

MERCOLEDÌ

Colazione: due fette biscottate, un piccolo grappolo d’uva (100 g).
Spuntino: un succo di frutta all’ananas senza zucchero.
Pranzo: tonno sott’olio (80 g) sgocciolato con contorno di pomodori conditi con un cucchiaino di olio extravergine di oliva; patate lessate (150 g); un grappolo d’uva (100 g).
Merenda: una barretta di cereali  (20 g).
Cena: risotto con uva e salsiccia; una macedonia di frutta fresca di stagione (200 g circa).

GIOVEDÌ

Colazione: uno yogurt magro (125 g) anche alla frutta, un piccolo grappolo di uva (100 g circa).
Spuntino: un bicchiere di succo d’uva.
Pranzo: scaloppine (130 g) al vino bianco con contorno di verdure (tranne patate, legumi e mais), a piacere condite con un cucchiaino di olio extravergine di oliva; un panino; un grappolo piccolo di uva (100 g).
Merenda: un cappuccino con 2-3 biscotti secchi.
Cena: spiedini di mozzarella light e uva con contorno di verdure a piacere (tranne patate, legumi e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine di oliva; un panino.

VENERDÌ

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato, caffè a piacere, cereali (20 g).
Spuntino: una mela o un succo di mirtillo.
Pranzo: formaggio light (70 g) con contorno di verdure a piacere (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino; uva bianca o nera (100 g).
Merenda: uno yogurt magro bianco (125 g) con 5-6 acini di uva.
Cena: pesce spada all’uva con contorno di verdure a piacere (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine di oliva; un panino: melone (200 g).

SABATO

Colazione: un bicchiere di latte parzialmente scremato (150 g), caffè, un cucchiaino di zucchero, un mini cornetto semplice.
Spuntino: un tè con un cucchiaino di zucchero e 2 fette biscottate.
Pranzo: 4 bastoncini di pesce cotti al forno con contorno di indivia con uva e mele; un panino.
Merenda: frullato all’uva.
Cena: un secondo piatto a piacere (tranne fritti, carni insaccate e formaggi) con contorno di verdure crude o cotte condite con un cucchiaino di olio extravergine d’ oliva; un panino.

Frullato all’uva

Ingredienti: uva (100 g), un bicchiere di succo di uva, una mela renetta, un cucchiaino di miele, un cucchiaino di crusca ammollata nel latte, un limone spremuto, un cucchiaino di zucchero, ghiaccio tritato.
Preparazione: passa l’uva in modo di liberarla dalla buccia e dai semi. Frullala con la mela sbucciata  e tagliata a  pezzetti. Aggiungi il resto degli ingredienti, mescola bene e servi.

DOMENICA

Colazione: un tè al limone con un cucchiaino di zucchero, due fette di pancarré con due cucchiaini di marmellata all’uva.
Spuntino: uno yogurt magro (125 g) anche alla frutta con 4 chicchi d’uva.
Pranzo: fusilli all’uva; una pera o una mela o un kiwi.
Merenda: un piccolo cremolato all’uva.
Cena: prosciutto crudo (60 g) con contorno di verdure a piacere (tranne legumi, patate  e mais) condite con un cucchiaino di olio extravergine d’oliva; un panino.

In breve

DOLCE, DISSETANTE, LASSATIVA

L’uva è un frutto prezioso perché è ricco di sostanze antitumorali, antiaterosclerotiche, antibatteriche e anti-invecchiamento. Se abbinata a una dieta ipocalorica, l’uva può aiutare a perdere gli ultimi chili della gravidanza perché è ricca d’acqua ed è leggermente lassativa.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Lieve perdita di sangue a inizio gravidanza

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La gravidanza è un processo in divenire: almeno nelle prime settimane non si dovrebbero trarre conclusioni su come si sta evolvendo, semplicemente in base a una piccola perdita di sangue.   »

Streptococco: dubbi e chiarimenti

06/07/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Aldo Messina

Le infezioni da streptococco fanno ancora oggi molta paura, per via delle conseguenze (non automatiche!) che potrebbero determinare. In realtà, oggi questo batterio non fa più (tanta) paura.  »

Sovrappeso: è di ostacolo alla fertilità? Assolutamente sì

29/06/2020 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Molti chili di troppo interferiscono sull'attività delle ovaie, a volte al punto da causare la formazione di ovociti difettosi, che non possono essere fecondati.   »

Fai la tua domanda agli specialisti