Dieta: più sana “grazie” alla crisi?

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 22/01/2016 Aggiornato il 22/01/2016

Meno soldi nelle tasche degli italiani, ma più salute nella dieta. Si riducono i consumi di carne rossa e grassi scadenti, ma aumentano quelli dei legumi

Dieta: più sana “grazie” alla crisi?

La crisi economica avrebbe dei risvolti benefici sulla salute degli italiani. Ad affermarlo sono alcuni ricercatori del servizio di epidemiologia dell’ASL di Torino 3 e dell’Università di Torino in un articolo pubblicato sulla rivista scientifica Epidemiologia e prevenzione. Secondo gli studiosi, l’alleggerimento del portafoglio degli italiani causato dalla crisi economica, li avrebbe portati a ridurre il consumo di carne rossa, alimento più costoso rispetto ad altri, a tutto vantaggio della dieta.

Più legumi e meno grassi

A causa della crisi economica, la nuova tavola degli italiani si sarebbe:

– alleggerita di frutta, verdura, carne, pesce e grassi scadenti;

– incrementata di snack, ma anche, fortunatamente, di legumi, anch’essi fonte di proteine.

Minori disuguaglianze sociali

L’impatto della crisi sarebbe stato di entità inferiore al previsto, riferiscono gli epidemiologi e, comunque, sembrerebbe aver diminuito le disuguaglianze sociali, almeno nel consumo eccessivo di carne e carboidrati e quello povero di pesce e frutta. Sarebbe, infatti, calato il consumo eccessivo di carboidrati e carne rossa, così come quello appropriato di frutta nelle donne e di pesce negli uomini, riducendo le disuguaglianze a carico dei più svantaggiati. 

Regge ancora la dieta mediterranea

Nonostante i mass media e altri studi avevano prospettato una riduzione dei cultori della dieta mediterranea, in realtà, dichiarano gli studiosi, il modello nutrizionale più famoso del mondo e riconosciuto dall’Unesco come “patrimonio mondiale dell’Umanità” terrebbe ancora bene sulla tavola degli italiani.

 

 
 
 

lo sapevi che?

La dieta mediterranea sembra avere anche un ruolo benefico ai fini della fertilità. Va, quindi, incoraggiata se si cerca un bebè

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Quinta malattia: sono incinta e forse sono stata contagiata: che fare?

20/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Fabrizio Pregliasco

Nel caso in cui vi sia il dubbio di essere state contagiate dal parvovirus B19, è opportuno effettuare il test per la ricerca degli anticorpi specifici. Questa analisi dle sangue permette di capire se si è state colpite o no dall'infezione.   »

Concepimento: dopo due mesi non si è ancora verificato, c’è da preoccuparsi?

16/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

Non fa bene alla fertilità di coppia farsi prendere dall'ansia del risultato immediatamente dopo aver deciso di avere un figlio. Non è, infatti, automatico che la gravidanza inizi quando viene decisa, ma questo non è affatto preoccupante.  »

Distacco amniocoriale che non si riassorbe con il passare delle settimane

14/06/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In presenza di un distacco amniocoriale che non si risolve non serve intensificare i controlli, mentre sono utili il riposo e un'alimentazione che favorisca l'attività dell'intestino, perché la stipsi può favorire la comparsa prematura di contrazioni uterine.   »

Fai la tua domanda agli specialisti