Dieta più sana se mangi la pasta

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 06/03/2017 Aggiornato il 06/03/2017

Mangiare la pasta regolarmente sarebbe alla base di una dieta più sana. A tutto vantaggio della salute

Dieta più sana se mangi la pasta

È stato appena pubblicato uno studio che renderà felici gli amanti della pasta. Sì, perché svelerebbe che coloro che mangiano regolarmente la pasta tenderebbero a avere una dieta più sana e, quindi, anche una salute migliore. È quanto risultato da un’indagine condotta dalla Nutritional Strategies presentata al meeting annuale della Obesity Society tenutosi da poco a New Orleans (Stati Uniti).

I principi della sana alimentazione

Dall’indagine è emerso che coloro che seguivano una dieta più sana e in linea con le più attuali Linee guida sull’alimentazione equilibrata erano soprattutto quelli che consumavano la pasta regolarmente. Il motivo sarebbe dovuto a una maggiore assunzione di tutti quei principi nutritivi carenti in altre diete, e in particolare:

Per contro, è risultata ridotta l’assunzione di zuccheri e grassi saturi. In conclusione, questo studio non farebbe altro che mettere in evidenza una corrispondenza tra un’alimentazione che preveda un consumo abituale di pasta e una maggiore attenzione a scelte alimentari più salutari.

Che cosa contiene

La pasta ha un elevato valore energetico per l’alto contenuto di carboidrati, soprattutto complessi  come l’amido, un buon contenuto di proteine e una bassissima percentuale di grassi. L’amido, costituito da carboidrati a lento assorbimento, cioè assimilati lentamente dall’organismo, garantisce energia di lunga durata. I carboidrati, chiamati anche zuccheri o glucidi (“glucos” in greco significa “dolce”) forniscono il glucosio (uno zucchero semplice) che è utilizzato dall’organismo come combustibile per tutte le funzioni vitali.

 

 
 
 

lo sapevi che?

Per la legge italiana, la pasta comune è il prodotto ottenuto dalla lavorazione di semola o semolato di grano duro e acqua. 100 grammi di pasta apportano 353 kcal.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti