La rucola fa bene alla pressione e al cuore

Luciana Pellegrino A cura di Luciana Pellegrino Pubblicato il 22/11/2019 Aggiornato il 22/11/2019

La rucola combatte ipertensione e malattie cardiache grazie a un principio attivo. Ecco come agisce

La rucola fa bene alla pressione e al cuore

La rucola è il miglior alleato contro pressione alta e malattie del cuore. Il principio attivo che conferisce alla pianta quel suo sapore amaro e pungente è, infatti, in grado di abbassare la pressione arteriosa, contrastando le malattie cardiovascolari.

Tutto merito dell’erucina

È quanto emerso da una ricerca effettuata da un team di farmacologi dell’Università di Pisa in collaborazione con il Consiglio per la ricerca in agricoltura e l’analisi dell’economia (Crea) di Bologna e le Università di Firenze e di Federico II di Napoli. Gli esiti dello studio sono stati pubblicati anche sulla rivista farmacologica British Journal of Pharmacology, dimostrando gli effetti anti-ipertensivi e vasorilascianti dell’erucina.

Sapore amaro e pungente

L’isotiocianato erucina è un principio attivo prodotto dalla rucola come sistema di difesa e che le conferisce il tipico gusto amarognolo e pungente. e foglie di rucola, una volta masticate, rilasciano il solfuro d’idrogeno, un gastrasmettittore in grado di rilassare la muscolatura dei vasi e di abbassare la pressione arteriosa. Secondo la ricercatrice Alma Martelli, per avere gli stessi effetti anti-ipertensivi, basterebbe assumere il principio attivo sotto forma di integratore. Consumare la rucola cruda è, comunque, il miglior modo per ottenere in parte gli stessi benefici, che tramite la cottura andrebbero persi.

Altre proprietà

La rucola non fa bene solo al cuore, ma possiede anche proprietà diuretiche e digestive. Inoltre, è ricca di vitamina C e K, minerali e antiossidanti come beta-carotene e lateina. Svolge anche una funzione rilassante che favorisce il buon sonno, mentre l’elevata presenza di fibre dà a questa pianta erbacea proprietà disintossicanti. È anche ottima in gravidanza per la presenza di folati che, trasformandosi in acido folico, sono fondamentali per prevenire malformazioni al feto.

 

 

 

Da sapere!

L’ipertensione fa aumentare il rischio di infarto, ictus e di insufficienza renale.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Forte raffreddore e un episodio di febbre a inizio gravidanza: ci sono rischi?

12/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Antonio Clavenna

Nessuno studio finora si è rivelato conclusivo circa la relazione tra comparsa della febbre e malformazioni nel feto.   »

HPV ad alto rischio oncogeno: come avviene il contagio?

03/12/2019 Gli Specialisti Rispondono di Dott.ssa Elena Bozzola

La trasmissione del Papilloma virus responsabile del carcinoma della cervice avviene quasi esclusivamente per via sessuale.   »

Vaccinazione anti-rotavirus: la ricerca dice sì, senza alcun dubbio sì

27/11/2019 Gli Specialisti Rispondono di Professore Alberto Villani

Gli ultimi studi compiuti in modo serio e rigoroso sulla vaccinazione antirotavirus hanno evidenziato che si tratta di uno strumento più che sicuro (e prezioso) per la salvaguardia della salute dei piccolini.  »

Fai la tua domanda agli specialisti