Longevità: ecco i cibi che allungano la vita

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 05/01/2017 Aggiornato il 05/01/2017

La longevità dipenderebbe anche da una sostanza chiamata “spermidina”, presente in alcuni cibi come legumi, cereali integrali e formaggi stagionati

Longevità: ecco i cibi che allungano la vita

Alimentazione e aspettativa di vita sono strettamente correlate, al punto che alcuni cibi possono addirittura influenzare la longevità. Una recente ricerca, ha da ultimo dimostrato che a tavola non dovrebbero mai mancare legumi, cereali integrali e alcuni formaggi stagionati perché, oltre alle loro note proprietà nutritive, allungherebbero la vita.

Il segreto nella spermidina

Il merito è della spermidina, una sostanza contenuta in questi alimenti, dagli effetti cardio-protettivi e quindi capace di ridurre il rischio di malattie cardiovascolari e di aumentare la longevità. Lo studio, condotto dal dottor Guido Kroemer della Equipe 11 Labellisée Ligue Contre le Cancer, di Parigi, insieme a colleghi dell’Università di Graz in Austria è stato pubblicato sulla prestigiosa rivista Nature Medicine.

Doppio esperimento

L’esperimento è stato condotto prima su topolini e ratti e poi esteso a 800 abitanti del comune di Brunico, in provincia di Bolzano, dove si è visto che il consumo di cibi ricchi di spermidina è risultato associato ad un minor rischio cardiovascolare e pressione alta. Per il primo esperimento i ricercatori hanno aggiunto spermidina all’acqua dei topolini, iniziando l’integrazione dietetica quando gli animali avevano un’età corrispondente ai 45-50 anni. Successivamente  i ricercatori hanno stimato la quantità di spermidina assunta con la dieta nel campione umano. In entrambi in casa la spermidina è risultata associata a un minor rischio di insufficienza cardiaca, altre patologie cardiovascolari e pressione alta, specie negli individui di sesso maschile. 

 

 
 
 

lo sapevi che?

La spermidina, isolata per la prima volta nello sperma umano (da cui deriva il nome), è una sostanza coinvolta nel metabolismo cellulare.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimbo nato prematuro con broncodisplasia severa: quando potrà fare a meno dell’ossigeno?

19/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Migliori

Non è quasi mai possibile prevedere quando un piccolissimo con un severo problema all'apparato respiratorio potrà rinunciare al supporto dell'ossigeno.   »

Sertralina in gravidanza: meglio diminuire la dose giornaliera?

14/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In genere il dosaggio medio indicato per la sertralina è tra i 50 e i 150 mg al giorno: se si sta già assumendo una quantità minima rispetto alla posologia può non essere opportuno ridurre ulteriormente la dose, specialmente di propria iniziativa.   »

Si può concepire di nuovo prima del capoparto?

12/02/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Claudio Ivan Brambilla

La prima ovulazione dopo il parto può verificarsi quando ancora non si sono ripresentate le mestruazioni e questo vale anche se si allatta, quindi è possibile avviare una gravidanza prima che si manifesti il capoparto.   »

Fai la tua domanda agli specialisti