Malattie cardiovascolari: contrordine, i carboidrati fanno bene

Silvia Camarda A cura di Silvia Camarda Pubblicato il 16/12/2021 Aggiornato il 16/12/2021

Carboidrati e grassi saturi non sono strettamente correlati alle patologie cardiovascolari, come si è sempre pensato. Basta consumarli nelle giuste dosi

Malattie cardiovascolari: contrordine, i carboidrati fanno bene

Secondo un recente studio australiano condotto all’Università di Monash di Melbourne e pubblicato sulla rivista scientifica British Medical Journal, un consumo moderato di carboidrati e grassi saturi ridurrebbe il rischio di malattie cardiovascolari.

Diminuiscono il rischio infarto

Per 15 anni consecutivi, è stata monitorata la dieta di 10mila donne di età compresa tra i 50 e 55 anni.

Al termine dell’indagine, i ricercatori hanno osservato che nelle donne la cui dieta conteneva tra il 41 e il 44% di carboidrati era ridotto del 44% il rischio di sviluppare patologie cardiovascolari.

Le altre donne del campione che avevano mangiato quantità molto alte o molto basse di carboidrati, presentavano una salute meno buona.

Proteggono anche dal rischio diabete tipo 2

Una dieta con una quota moderata di carboidrati ridurrebbe anche il rischio di contrarre:

·       il diabete di tipo 2 (79% in meno),

·       ipertensione e obesità (tra l’86 e il 99% in meno).

Riabilitati anche i grassi saturi

Questa ricerca, insieme ad altre recenti meta-analisi, riabiliterebbe anche i grassi saturi poiché non esisterebbero legami significativi con la mortalità o con le malattie cardiovascolari, come da sempre ritenuto. L’importante, come al solito, è non esagerare e consumarli in piccole quantità.

È la dieta nel suo insieme che fa la differenza

I risultati della ricerca farebbero pensare che sia importante concentrarsi sul regime alimentare nel suo insieme e non sui singoli nutrienti. Resta inteso, concludono gli autori, che: “la migliore dieta per la salute è quella che incorpora  cereali integrali, verdure e frutta, proteine sane come pesce, legumi, noci e semi, latte non aromatizzato e yogurt; è raccomandabile ancora concentrarsi su scelte di grassi sani”.

 
 

Curiosità

DOVE SI TROVANO I GRASSI SATURI

I grassi saturi si trovano negli alimenti di origine animale come latte, burro, formaggi, panna, insaccati, strutto, lardo, oli vegetali come quello di palma.

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Bimba di quasi 5 anni che vuole andare al nido

02/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Prima degli 11 anni di età non si può investire il bambino del potere di deciderew per sè: diversamente lo si carica di un peso che può essere psicologicamente insostenibile.   »

Terzo cesaeo dopo due cesarei complicati: è possibile?

01/08/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Senza dubbio, un terzo cesareo dopo due cesarei che hanno determinato complicazioni espone a dei rischi, che è bene ponderare prima di decidere per una terza gravidanza.   »

Cosa vuol dire “sopra il quinto percentile”?

04/07/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Arianna Prada

Una crescita sopra il quinto percentile rappresenta il 95% della popolazione.  »

Fai la tua domanda agli specialisti