Per dimagrire fai la dieta delle star

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 13/04/2015 Aggiornato il 13/04/2015

Arriva dagli Stati Uniti la lollipop diet che sta spopolando tra le più famose celebrità, da Britney Spears e Paris Hilton a Madonna

Per dimagrire fai la dieta delle star

Ancora una volta gli Usa ci propongono una “stravagante” dieta dimagrante, che certamente lascerà non poco scettici la maggior parte dei nutrizionisti: la lollipop diet (dieta del lecca-lecca). A seguirla sarebbero moltissime star di fama internazionale.

Solo 10 kcal per lecca-lecca

La dieta prevede il consumo di tre lecca al giorno prima dei pasti principali. Ma non si tratta di lecca-lecca qualunque! Queste “simil-leccornie” dal gusto dolce e zuccherino e disponibili in vari golosi gusti come cappuccino, cheesecake, panna e fragola, in realtà danno sazietà riducendo l’appetito per la presenza di tre ingredienti che favoriscono la perdita di peso.

Hoodia, citrimax e guaranà

L’hoodia è un estratto vegetale sudafricano usato da gruppi di indigeni per sopravvivere nel deserto; il citrimax, noto anche come Hca, è un derivato della pianta garcinia camboya, e il guaranà è una fonte naturale di caffeina.

I dubbi dei nutrizionisti

Al momento non esistono fondamenti scientifici che supportino la validità di questa dieta sulle sue proprietà dimagranti e antifame riconosciute agli ingredienti base dei lollipop. Peraltro, uno studio effettuato su alcune pillole che contenevano l’hoodia ha ipotizzato che questo ingrediente potrebbe causare danni al fegato.

Di moda altre diete eccentriche

Che le star siano stravaganti non è una novità, ma anche le loro diete non sono da meno! Jennifer Aniston, per esempio, segue una dieta a base di omogeneizzati, mentre la cantante Beyoncè  va pazza per la dieta dello sciroppo d’acero. Diete non valutate positivamente dai nutrizionisti, in quanto spesso squilibrate nutrizionalmente, eppure molto apprezzate dalla maggior parte delle donne. Secondo un recente sondaggio inglese, in media una donna passa 31 anni della propria vita a dieta, e arrivata a 45 anni molte hanno già sperimentato (e in diversi casi abbandonato)  61 diete diverse.

 

 

 

da ricordare!

NO AL FAI-DA-TE

Qualunque regime ipocalorico intendiate seguire, affidatevi sempre ai consigli di un esperto, dietologo o nutrizionista.

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Gambe sollevate in gravidanza: possono aver danneggiato il bambino?

08/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

Durante la gravidanza, quando preoccupazioni che oggettivamente non hanno ragione di sussistere non danno tregua, mantenendo la futura mamma in uno stato ansioso costante, può senz'altro essere opportuno ricorrere all'aiuto di uno psicoterapeuta. Le continue paure ingiustificate possono, infatti, essere...  »

Tosse violenta che non passa in una bimba di 4 anni: qual è la causa?

02/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Professor Giorgio Longo

Anche se di rado, una tosse secca, insistente, che nulla calma può essere dovuta al tappo di cerume: per escludere questa possibilità basta che il pediatra ispezioni accuratamente i condotti uditivi del bambino.  »

Collo dell’utero raccorciato in 25^ settimana: è possibile che torni a posto?

01/07/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

In effetti la cervice può recuperare qualche millimetro, in assenza di contrazioni uterine, quindi non è detto che una minaccia di parto prematuro comporti con certezza la nascita del bambino molte settimane prima rispetto alla data prevista.  »

Si può ridatare la gravidanza una seconda volta?

14/06/2024 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

La ridatazione ecografica può essere eseguita una volta sola nel primo trimestre (quando c'è più di una settimana di differenza tra il calendario ostetrico e le dimensioni effettive del feto), dopodiché se il bambino risulta più piccolo dell'atteso non si può più attribuire il dato a un concepimento...  »

Fai la tua domanda agli specialisti