Potassio, cuore e arterie più giovani e sani

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 21/12/2017 Aggiornato il 21/12/2017

Consumare regolarmente banane, avocado e spinaci fa bene al cuore e alla circolazione, grazie agli alti livelli di potassio presenti. Ecco come agisce sul sistema cardiocircolatorio

Potassio, cuore e arterie più giovani e sani

Porta a tavola banane, avocado e spinaci e proteggi il cuore e le arterie! Merito del potassio in essi contenuto che ha la capacità di prevenire la calcificazione vascolare, una malattia che provoca l’indurimento delle pareti dei vasi sanguigni, fino a trasformarsi in tessuti simili a quelli ossei. Lo sostiene un gruppo di ricercatori dell’Università dell’Alabama di Birmingham (Usa) che ha pubblicato di recente uno studio sulla rivista medica JCI Insight.

Meno potassio = più rischio ictus e infarto

Secondo lo studio americano, una carenza di potassio può favorire un’elevata rigidità arteriosa tale da aumentare il rischio di essere colpiti da malattie cardiache, infarto e ictus. Anche altre patologie risultano correlate a un ridotto apporto di potassio: aterosclerosi, diabete e malattia renale cronica. Tutte malattie che hanno in comune complicazioni vascolari, come la calcificazione dei vasi sanguigni.

La ricerca in laboratorio

Gli studio americani hanno condotto una ricerca su topi  di laboratorio predisposti allo sviluppo dell’aterosclerosi: suddivisi in tre gruppi, sono stati rispettivamente nutriti con una dieta:

  1. a basso contenuto di potassio (0.3%)
  2. a medio contenuto di potassio (0.7%)
  3. ad alto contenuto di potassio (2.1%).

Il risultato è stato che le cavie che avevano seguito il regime alimentare povero di potassio mostravano un significativo aumento della calcificazione vascolare. Quelle alimentate con una dieta ricca di potassio presentavano, invece, una ridotta rigidità dei vasi sanguigni.

Favorire l’elasticità vascolare

Consumare frequentemente cibi ricchi di potassio può quindi aiutare a mantenere flessibili i vasi sanguigni e prevenire così le patologie cardiovascolari. I risultati della ricerca possono anche favorire lo sviluppo di nuove terapie capaci di migliorare la prevenzione e il trattamento della calcificazione vascolare e della rigidità arteriosa.
 

 

 
 
 

Da sapere!

Il potassio è un sale minerale importantissimo per la salute del nostro organismo perché regola: la contrazione muscolare, l’equilibrio acido-base per mantenere costante il pH del sangue, il battito cardiaco, la pressione osmotica, l’eccitabilità neuromuscolare e l’equilibrio idrico del corpo.

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Perdite di sangue nel primo trimestre: cosa può essere?

27/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Elisa Valmori

Una volta escluso, grazie all'ecografia, che il sanguinamento sia dovuto a un distacco o ad altre complicazioni, occorre capire se la causa potrebbe essere un'infezione.   »

Gravidanza: quando conviene annunciarla a parenti e amici?

26/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Professor Gianni Bona

Non c'è una regola che stabilisce quando è opportuno comunicare a tutti che si è in attesa di un bambino. Il momento in cui farlo dipende da una scelta personalissima che ogni coppia deve fare in base al proprio sentire.  »

Neo sospetto: meglio toglierlo subito o basta tenerlo sotto controllo?

23/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Floria Bertolini

Un neo dall'aspetto poco rassicurante va asportato allo scopo di comprenderne, attraverso l'esame istologico, la natura. Non è però necessario procedere tempestivamente, ma è possibile attendere fino a sei mesi (non di più!) per farne ricontrollare l'evoluzione.   »

Bimbo che rifiuta pranzi e cene (ma come dargli torto?)

20/09/2022 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Se a un bambino vengono sistematicamente proposti primi e pietanze poco allettanti, costituiti da un insieme di alimenti che, mescolati insieme, perdono sapore si deve mettere in preventivo che a un certo punto si rifiuti di inghiottirli.   »

Fai la tua domanda agli specialisti