Sicurezza alimentare: baby food, olio e vino italiani sono pesticidi-free

Redazione A cura di “La Redazione” Pubblicato il 31/05/2018 Aggiornato il 31/05/2018

Nessuna contaminazione da pesticidi e fitosanitari per i baby food, l’olio d’oliva e il vino italiani. E il ministero della Salute rassicura: in Italia la sicurezza alimentare è maggiore rispetto al resto d’Europa

Sicurezza alimentare: baby food, olio e vino italiani sono pesticidi-free

La sicurezza alimentare in Italia è salva. Nessuna contaminazione da pesticidi per baby food, olio e vino, mentre frutta, ortaggi e cereali risultano irregolari in meno dell’1% dei campioni di alimenti analizzati dal ministero della Salute. La ricerca di residui di prodotti di fitosanitari e pesticidi è stata effettuata su 11.263 alimenti per verificarne l’eventuale contaminazione. Di questi, soltanto 92 sono risultati superiori ai limiti massimi consentiti dalla normativa vigente, con una percentuale di irregolarità pari all’0.8%.

Più irregolarità negli alimenti importati

Alla lente d’ingrandimento dei sanitari, i prodotti d’importazione hanno avuto, invece, un esito meno positivo. Sui 1.360 campioni analizzati, 44 sono risultati irregolari, pari al 3,2%, ma comunque in diminuzione rispetto all’anno precedente (5.7%).

Il made in Italy è sicuro

Secondo il ministero della Salute, i risultati complessivi italiani sono una garanzia per la sicurezza alimentare, in quanto indicano un livello di protezione del consumatore adeguato con irregolarità (0.8%) al di sotto della media europea (1,6%). Gli alimenti che hanno presentato maggiori non conformità sono stati:  pesche, mele e arance, pomodori, peperoni dolci e fagioli con baccello. Tra i cereali, il riso è l’alimento riscontrato non conforme a livello nazionale. Altri prodotti non conformi sono stati i derivati del latte, i funghi coltivati e il ginger.

 

 

 
 
 

Lo sapevi che?

La sicurezza alimentare è particolarmente attenta ai baby food che devono adempiere alla direttiva CE n. 125 del 2006 sugli alimenti a base di cereali e gli altri alimenti destinati ai lattanti e ai bambini. Questa normativa stabilisce i limiti massimi di contaminanti ammessi nelle materie prime utilizzate.

 

 

 

 

 

Le informazioni contenute in questo sito non intendono e non devono in alcun modo sostituire il rapporto diretto fra professionisti della salute e l’utente. È pertanto opportuno consultare sempre il proprio medico curante e/o specialisti.

Calcola i tuoi giorni fertili

Calcola le settimane di gravidanza

Controlla le curve di crescita per il tuo bambino

Elenco frasi auguri comunione

Elenco frasi auguri compleanno

Elenco frasi auguri cresima

Calcola la data presunta del parto

Gli Specialisti rispondono
Le domande della settimana

Vaccino anti-Coronavirus: è davvero una fake-news che causi infertilità?

13/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottor Luca Cegolon, MD, MSc, DTM&H, PhD

Nel Web circolano bufale a volte così ben confenzionate da diventare credibili anche per persone competenti. Documentarsi sempre in modo meticoloso, prima di dare credito a ipotesi che mettono in discussione le scelte delle autorità sanitarie è quanto di meglio si possa fare per non cadere nelle tante...  »

Bimba di (quasi) tre anni che ripete frasi e parole

11/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Angela Raimo

L'ecolalia potrebbe costituire un segnale d'allarme qualora si associasse ad altri comportamenti anomali. Altrimenti è solo una delle modalità per apprendere e consolidare il linguaggio.   »

Sentimenti contrapposti verso il nuovo papà

03/01/2021 Gli Specialisti Rispondono di Dottoressa Luisa Vaselli

Quando entra una nuova figura maschile nella vita di un bambino piccolo, può accadere che si instauri una relazione in cui non tutto fila sempre liscio. Ma del resto può succedere anche con il papà biologico.   »

Fai la tua domanda agli specialisti